Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ? - Page 4
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Share

    montanari
    Moderatore mercatino

    Numero di messaggi : 8587
    Data d'iscrizione : 2011-04-06

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  montanari on Sun Jul 08, 2018 4:31 pm

    Eheheehe
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8995
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  phaeton on Sun Jul 08, 2018 5:06 pm

    umh... gia', ma a volte e' veramente complicato, l'inglese permette di esprimere concetti complessi in modo molto sintetico.
    ad esempio, diminishing returns in italiano sarebbe "ritorno in incremento di qualita' dell'investimento in soldi decrescente all'aumentare del prezzo di acquisto".... capisci bene che forse in inglese e' meglio.........
    avatar
    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 15837
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Motociclista)

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  carloc on Sun Jul 08, 2018 5:10 pm

    ...oppure l'incremento delle prestazioni non è direttamente proporzionale alla spesa...


    _________________
    Rem tene verba sequentur
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8995
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  phaeton on Sun Jul 08, 2018 5:14 pm

    vicino, ma non esatto

    potrebbe essere " l'incremento delle prestazioni non è direttamente proporzionale all'incremento di spesa "

    ma in realta' non si puo' parlare di proporzionale o non proporzionale, in quanto significherebbe stabilire una metrica tra i soldi spesi e la qualita' sonora di un oggetto.... ergo si ritorna a "ritorno in incremento di qualita' dell'investimento in soldi decrescente all'aumentare del prezzo di acquisto"  

    anzi, faccio ammenda, anche questo e' sbagliato perche' occorre inserire un concetto di soggettivita' sia sulla spesa che sulla qualita', quindi in definitiva:
    "ritorno percepito in incremento di qualita' dell'investimento in soldi decrescente all'aumentare del prezzo di acquisto, in relazione alla sensibilita' economica del soggetto spendente"



    naaaaaaaaaaaaaaaaaa..... molto meglio diminishing returns
    avatar
    montanari
    Moderatore mercatino

    Numero di messaggi : 8587
    Data d'iscrizione : 2011-04-06
    Età : 39
    Località : Morciano di R. - vespista

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  montanari on Sun Jul 08, 2018 5:35 pm

    In my humble opinion al contrario è più bello e conciso in italiano :
    Opinione personale
    O my 2 cent :le mie 2 lire!


    _________________
    le spese grosse le facevo per i vinili o se non sono in flac godi solo la metà
    avatar
    Francemare
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 271
    Data d'iscrizione : 2016-02-10
    Età : 66
    Località : Brescia

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  Francemare on Sun Jul 08, 2018 5:42 pm

    Vale per tutte le tipologie di prodotto ..... dalla casa alle automobili alle barche a ....


    _________________
    Ciao a tutti  sunny Francesco
    avatar
    brizzo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2182
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 58
    Località : Mestre/Venezia

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  brizzo on Sun Jul 08, 2018 6:05 pm

    naaaaaaaaaaaaaaaaaa..... molto meglio diminishing returns

    lo traduco io...

    buttare soldi nel cesso affraid


    _________________
    saluti Eddie sunny


    avatar
    gianni60
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 376
    Data d'iscrizione : 2011-07-02
    Età : 58
    Località : gattico ( no )

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  gianni60 on Mon Jul 09, 2018 8:28 am

    io non ho neanche il cd nell' impianto.
    avatar
    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 6931
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 64
    Località : Milano

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  RockOnlyRare on Mon Jul 09, 2018 10:28 am

    montanari wrote:In my humble opinion al contrario è più bello e conciso in italiano :
    Opinione personale
    O my 2 cent :le mie 2 lire!

    concordo che in certi termini l'inglese sia un modo sintetico per spiegare certi concetti a patto che non si etichetti il mondo con una parola come si fa in America

    Dove con IN oppure OUT hanno etichettato per la vita una persona o oggetto che sia.

    o peggio Cool o Nerd o Loser.

    Ma il peggio è in informatica (ad esempio in cui si abusa della cosa) in cui si usa il termine (to) deploy per significare "mettere in produzione, o pubblicare ", da cui il fantastico verbo "deployare" italianizzato che quando lo sento mi fa rizzare i capelli in testa.

    Sorry per l'OT....


    _________________
    http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

    https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
    avatar
    montanari
    Moderatore mercatino

    Numero di messaggi : 8587
    Data d'iscrizione : 2011-04-06
    Età : 39
    Località : Morciano di R. - vespista

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  montanari on Mon Jul 09, 2018 10:48 am

    Qua siamo tutti nerd!!


    _________________
    le spese grosse le facevo per i vinili o se non sono in flac godi solo la metà
    avatar
    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 6931
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 64
    Località : Milano

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  RockOnlyRare on Mon Jul 09, 2018 12:54 pm

    montanari wrote:Qua siamo tutti nerd!!



    NON E' VERO !!!!!!!!!!!!!!


    _________________
    http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

    https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
    avatar
    lalosna
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 963
    Data d'iscrizione : 2012-08-19
    Età : 57
    Località : Cit Türin

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  lalosna on Mon Jul 09, 2018 10:49 pm

    phaeton wrote:vicino, ma non esatto

    potrebbe essere " l'incremento delle prestazioni non è direttamente proporzionale all'incremento di spesa "

    ma in realta' non si puo' parlare di proporzionale o non proporzionale, in quanto significherebbe stabilire una metrica tra i soldi spesi e la qualita' sonora di un oggetto.... ergo si ritorna a "ritorno in incremento di qualita' dell'investimento in soldi decrescente all'aumentare del prezzo di acquisto"  

    anzi, faccio ammenda, anche questo e' sbagliato perche' occorre inserire un concetto di soggettivita' sia sulla spesa che sulla qualita', quindi in definitiva:
    "ritorno percepito in incremento di qualita' dell'investimento in soldi decrescente all'aumentare del prezzo di acquisto, in relazione alla sensibilita' economica del soggetto spendente"



    naaaaaaaaaaaaaaaaaa..... molto meglio diminishing returns

    Ma io direi che si tratta del buon vecchio rendimento marginale decrescente

    Un vecchio keynesisno


    _________________
    Cerèa...
    avatar
    supertrichi
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 276
    Data d'iscrizione : 2010-11-24
    Età : 57
    Località : Motta di Livenza

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  supertrichi on Thu Jul 12, 2018 7:39 pm

    RockOnlyRare wrote:
    Ma il peggio è in informatica (ad esempio in cui si abusa della cosa) in cui si usa il termine (to) deploy per significare "mettere in produzione, o pubblicare ", da cui il fantastico verbo "deployare" italianizzato che quando lo sento mi fa rizzare i capelli in testa.
    Sorry per l'OT....

    Prova a fare una riunione con quelli del marketing ....

    Scusandomi per aver deviato la discussione cerco di farmi perdonare rispondendo alla domanda iniziale.

    Io credo ci debba essere un equilibrio nella catena d'ascolto.
    Vi ricordate la vecchia ripartizione dell'investimento nella configurazione tipo degli anni '70?
    Giradisci, testina, amplificatore, casse. Allora i cavi non esistevano affraid
    Se non vado errato il 40/50% era destinato alle casse, 25/30% ampli ed il rimanente era per la sorgente.
    Non credo si discosti molto da oggi nonostante l'influenza del DAC in termini sonici sia senz'altro inferiore all'abbinata giradischi/testina


    _________________
    Saluti
    Pasquale
    avatar
    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 6931
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 64
    Località : Milano

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  RockOnlyRare on Fri Jul 13, 2018 8:48 am

    supertrichi wrote:

    Prova a fare una riunione con quelli del marketing ....

    Scusandomi per aver deviato la discussione cerco di farmi perdonare rispondendo alla domanda iniziale.

    Io credo ci debba essere un equilibrio nella catena d'ascolto.
    Vi ricordate la vecchia ripartizione dell'investimento nella configurazione tipo degli anni '70?
    Giradisci, testina, amplificatore, casse. Allora i cavi non esistevano affraid
    Se non vado errato il 40/50% era destinato alle casse, 25/30% ampli ed il rimanente era per la sorgente.
    Non credo si discosti molto da oggi nonostante l'influenza del DAC in termini sonici sia senz'altro inferiore all'abbinata giradischi/testina

    Si conosco fin troppo bene la famosa regola degli anni 70, dato che in quegli anni in Hi-Fi ci lavoravo in un certo senso, collaborando ad un negozio al sabato e montando gli stereo a domicilio. Tutto sommato era un regola sensata, anche se nel mio caso la stravolsi in quanto l'ampli costò 1,5 volte la casse, ma solo perchè le Dahlquist dq 10 avevano un rapporto qualità prezzo incredibile ma il guaio è che volevano un ampli potentissimo e di una robustezza fuori dal comune.
    Allora dei cavi non se ne parlava più di tanto, limitandoci a sezioni elevate e cavi intrecciati di potenza e poco più , al massimo stavano diventando di "moda" i contatti dorati.

    Però oggi nello stanziare una certa cifra per un hi-fi "da zero", la spesa per i cavi, mobile, etc etc deve per forza essere messa nel budget, e se si parla di una cifra importante come 20.000 Euro, anche il trattamente acustico va considerato.

    Dimenticavo, non c'è dubbio che partendo da un dac di buon rapporto qualità prezzo, per avere sensibili miglioramenti si debba spendere decisamente molto di più di quanto una volta si spendeva in proprorzione per migliorare il suono di un giradischi, (considerando che ai tempi del MM la spesa per un pre phono esterno non era considerata-ammesso che ci fossero) nella stragrande maggioranza dei casi bastava cambiare la testina per avere un evidente upgrade a spese relativamente contenute.


    _________________
    http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

    https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
    avatar
    terlino
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 264
    Data d'iscrizione : 2013-04-05
    Età : 57
    Località : Chiavari

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  terlino on Tue Aug 07, 2018 7:02 am

    Io sono sempre più convinto che il cervello fa tanto, ma proprio tanto.
    Pertanto si, vale la pena

    martin logan
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 118
    Data d'iscrizione : 2017-11-18
    Località : Pavia

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  martin logan on Thu Aug 09, 2018 11:16 am

    [quote="RockOnlyRare"]
    Si conosco fin troppo bene la famosa regola degli anni 70, dato che in quegli anni in Hi-Fi ci lavoravo in un certo senso, collaborando ad un negozio al sabato e montando gli stereo a domicilio.

    Pure io ho avuto le medesime esperienze "pro", ma negli anni dal 1992 / 2002. Posso dire che, per esperienza diretta, una certa cifra (diciamo sui 2/3000 euro) spesa nell'allestire l'ambiente di ascolto porta maggiori benefici anche su un impianto NON da 20.000 euro. Certo che se posso spendere poco non potrò destinare nulla al trattamento acustico.
    Su un impianto di livello medio spenderei più volentieri tremila euro in un modesto trattamento dell'ambiente che su dei cavi di qualità. O almeno: per esperienza diretta sento maggiori benefici nel primo caso (stanza trattata) che nel secondo (cavi molto costosi). Ho provato entrambe le soluzioni e preferisco la prima, senza dubbio.
    Sul livello migliorativo dei componenti credo si possa adottare un parametro tra il 3x e il 4x. Se vuoi davvero "sentire" la differenza (si spera in meglio) di un componente da mille euro, inutile spenderne 1500. Devi prenderne uno da 3/4.000
    Sennò avere tanta pazienza e cercarlo d'occasione. Ma il discorso vale per le conversioni digitali, dove ogni sei mesi/un anno salta fuori qualcosa di nuovo, relegando nella obsolescenza i modelli precedenti ???






    avatar
    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9138
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 58
    Località : prov.Cremona

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  Giordy60 on Fri Aug 10, 2018 3:37 pm

    martin logan wrote:

    Sul livello migliorativo dei componenti credo si possa adottare un parametro tra il 3x e il 4x.

    solo a titolo di curiosità...........chi ha stabilito tale parametro ? ........e con quale criterio ?
    altra semplice domanda.....fino a quale cifra " il parametro " ha un senso ?


    _________________
    la mente è come un paracadute, funziona solo se si apre ( cit. di Albert Einstein )
    Spoiler:

    io ascolto così : Server (s.o.WS2016) HQPlayer in ramdisk + HQPDControl  =>cavo di rete =>TP-link mc110cs =>cavo monomodale =>TP-link  mc110cs =>cavo di rete => NAA (s.o.WS2016) NAD in ramdisk =>nuprime DAC-10 =>monitor attivi Klein+Hummel o410 + sub Neumann Kh o810


    martin logan
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 118
    Data d'iscrizione : 2017-11-18
    Località : Pavia

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  martin logan on Sat Aug 11, 2018 6:11 am

    Chiaro che non lo ha "stabilito" nessuno; infatti (se leggi bene) io ho usato una forma soggettiva, dubitativa, possibilistica.

    Un suggerimento scaturito da considerazioni spesso non mie, bensì di clienti che frequentavano il centro HIFI dove ho potuto vedere e sentire tanti prodotti.
    Molti erano già possessori di uno o più impianti, spesso di grande pregio, possedevano (o avevano posseduto) una quantità di apparecchi che avevano potuto sentire, apprezzare, qualche volta detestare... vagavano per negozi alla ricerca del perenne miglioramento, dell'impianto perfetto (che non esiste). Alla fine, dopo diversi ascolti, molti sceglievano prodotti dal costo multiplo rispetto a ciò che già avevano, o rispetto a qualcosa di paragonabile come categoria se ciò che avevano non era più in produzione. Non so se possa dirsi suggestione indotta: "spendo il triplo, dunque suona meglio"; certo pochissimi compravano così per caso. Prima ascoltavano, riascoltavano, portavano da casa dischi e CD, e meditavano: infine decidevano. Lo facevano soprattutto per componenti di costo dal medio in su, spesso senza limite superiore (avevano la possibilità di farlo, economicamente parlando).
    Non ho mai sentito uno di questi super appassionati chiedere: voglio qualcosa di pari prezzo, o più economico; tranne in caso di rottura irrimediabile del componente e impossibilità migliorative per ragioni di budget, oppure per apparecchi destinati a un secondo (o terzo) impianto.
    Il discorso cambiava radicalmente per tutti quelli che facevano un primo acquisto: di solito partivano con impianti audio o A/V (allora andava parecchio) di primo o medio prezzo.

    Ora: resta una mera esperienza personale - dettata da un lavoro pluriennale dall'altra parte della scrivania.
    A me è servita parecchio e non rimpiango di averla potuta fare, ma potete disconoscerla / rifiutarla in toto se pensate che sia errata; non è certo written in stone !
    Come sono personali, quindi confutabili, quasi tutti gli interventi fatti in questo forum.
    Sarebbe bellissimo avere la formula matematica per raggiungere la felicità di ascolto di una catena HIFI: purtroppo non c'è.
    avatar
    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9138
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 58
    Località : prov.Cremona

    Re: Conviene spendere tanti soldi oggi in un dac ?

    Post  Giordy60 on Sat Aug 11, 2018 11:22 am

    martin logan wrote:Alla fine, dopo diversi ascolti, molti sceglievano prodotti dal costo multiplo rispetto a ciò che già avevano      

    martin logan wrote:
    Non so se possa dirsi suggestione indotta: "spendo il triplo, dunque suona meglio";

    le domande/quesiti le hai poste in modo corretto, ........mancano solo le risposte.

    ..........e ognuno di noi ha le proprie ( giuste o sbagliate che siano )


    _________________
    la mente è come un paracadute, funziona solo se si apre ( cit. di Albert Einstein )
    Spoiler:

    io ascolto così : Server (s.o.WS2016) HQPlayer in ramdisk + HQPDControl  =>cavo di rete =>TP-link mc110cs =>cavo monomodale =>TP-link  mc110cs =>cavo di rete => NAA (s.o.WS2016) NAD in ramdisk =>nuprime DAC-10 =>monitor attivi Klein+Hummel o410 + sub Neumann Kh o810


      Current date/time is Mon Dec 17, 2018 1:55 pm