Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Considerazione vinile - Pagina 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Considerazione vinile


Francemare
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1150
Data d'iscrizione : 10.02.16

Considerazione vinile - Pagina 3 Empty Re: Considerazione vinile

Messaggio Da Francemare Lun Apr 25, 2016 10:42 pm

Purtroppo sì ... e sono conservati in un mobile di legno al riparo dalla luce ...

Adesso sto "rippando" a tutta velocità quelli a cui tengo di più !
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 8100
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 68
Località : Milano

Considerazione vinile - Pagina 3 Empty Re: Considerazione vinile

Messaggio Da RockOnlyRare Lun Apr 25, 2016 11:17 pm

Francemare ha scritto:Purtroppo sì ... e sono conservati in un mobile di legno al riparo dalla luce ...

Adesso sto "rippando" a tutta velocità quelli a cui tengo di più !

ma sono cd originali o masterizzati ? E se originali sono di qualche etichetta in particolare ?


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
Nimalone65
Nimalone65
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2480
Data d'iscrizione : 11.12.10
Località : Roma

Considerazione vinile - Pagina 3 Empty Re: Considerazione vinile

Messaggio Da Nimalone65 Mar Apr 26, 2016 1:54 pm

Acutus ha scritto:La rumorosità è l'unico fattore che segna un punto a sfavore del vinile rispetto al digitale. E questo è quanto.

Tutti gli altri elementi sono a favore dell'analogico, messo nelle condizioni di esprimersi al meglio (il che non vuol dire necessariamente giradischi costoso).

Dissento !

La rumorosità è' dovuto più a come sono utilizzati e mantenuti i dischi nel corso degli anni che al setup vero e proprio .
C'è un mondo di hifi che segue questa necessità .

Ritengo invece che il vero punto a sfavore del l'analogico rispetto al digitale siano i costi , estremamente alti per goderne al meglio .

Acquistare ed ascoltare i sacd shm , che personalmente ritengo la massima espressione qualitativa digitale , può non costare poco . Ma con quello che si spenderebbe si riuscirebbe forse ad acquistare un buon gira , forse con un buon braccetto ma nulla di più . E la testina i pre phono i trasformatori, le macchine lava dischi e tutti gli altri accessori , non ce li regalano certo !

Però il vinile ci propone la musica in modo diverso , affascinante . E non serve possedere setup faraonici per riuscire a godere di questo aspetto.

La cosa vera e' che un setup analogico a meno limiti di uno digitale , ma per cercare le sue migliori prestazioni posta assai , molto di più di un sacd player di riferimento .


_________________
Saluti,Enrico

Platine Verdier + Ortofon 309D + DENON 103r  + EMT TSD15 + Koetsu Black Gold + Step up Audio Tekne 4818+ Ortofon t20 MKII + Ortofon T5 + Auditorium23 + Benz Micro PP1 +  Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Heresy 1 + Reimyo ALS777 + Cavi e Accessori Harmonix Combak.
Acutus
Acutus
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 236
Data d'iscrizione : 24.10.15

Considerazione vinile - Pagina 3 Empty Re: Considerazione vinile

Messaggio Da Acutus Mar Apr 26, 2016 4:06 pm

Nimalone65 ha scritto:

Dissento !

La rumorosità è' dovuto più a come sono utilizzati e mantenuti i dischi nel corso degli anni che al setup vero e proprio .
C'è un mondo di hifi che segue questa necessità .

Ritengo invece che il vero punto a sfavore del l'analogico rispetto al digitale siano i costi , estremamente alti per goderne al meglio .

Acquistare ed ascoltare i sacd shm , che personalmente ritengo la massima espressione qualitativa  digitale , può non costare poco . Ma con quello che si spenderebbe si riuscirebbe forse ad acquistare un buon gira , forse con un buon braccetto ma nulla di più . E la testina i pre phono i trasformatori, le macchine lava dischi e tutti gli altri accessori , non ce li regalano certo !

Però il vinile ci propone la musica in modo diverso , affascinante . E non serve possedere setup faraonici per riuscire a godere di questo aspetto.

La cosa vera e' che un setup analogico a meno limiti di uno digitale , ma per cercare le sue migliori prestazioni posta assai , molto di più di un sacd player di riferimento .

Ci mancherebbe, il dissenso è sempre possibile.
Tuttavia la sua opinione si allontana non solo da quella che io ho espresso (e fin qui nulla di male dal momento che lo scrivente non è certo una celebrità in campo audiofilo), ma anche da quanto espresso in decine di anni da molti valenti recensori da ogni parte del globo terracqueo.
Alcuni concetti, riassumendo: 1) il vinile può essere molto costoso, ma non è condizione né necessaria e neppure sufficiente all'ottenimento di un buon suono. In altre parole si possono ottenere risultati molto appaganti con modica spesa e d'altro canto si possono ottenere risultati piuttosto deludenti con spesa molto elevata ;2) la rumorosità dipende evidentemente dalle condizioni del vinile, ma è una questione di natura prettamente meccanica. Ho perfettamente idea di cosa voglia dire un vinile rigato o troppo sporco e/o troppo utilizzato. Tuttavia anche un vinile in condizioni perfette sarà comunque più rumoroso di una fonte digitale. Lo dimostra il rapporto di segnale rumore più sfavorevole nell'analogico, dovuto al perno di rotazione, al motore, alla cinghia o ad altra tecnologia che muova il piatto e al passaggio della puntina nel solco ed al tipo di taglio della stessa;3) il super audio c.d. è purtroppo una tecnologia sostanzialmente mai sbocciata del tutto, data la difficile reperibilità. Inoltre migliora la qualità del c.d., ma non elimina del tutto il problema digitale. E' un suono più completo e ricco del c.d. audio, ma non ha la musicalità dell'analogico.
Semplicemente.
Acutus
Acutus
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 236
Data d'iscrizione : 24.10.15

Considerazione vinile - Pagina 3 Empty Re: Considerazione vinile

Messaggio Da Acutus Mar Apr 26, 2016 4:19 pm

Riporto, a sostegno delle mie tesi un estratto di un recensore che stimo, C. Checchi, affermazioni fatte in occasione della recensione di un giradischi dal costo pari ad euro 1250, L'Avid Ingenium: "...credo sia doveroso puntualizzare che a questi livelli non c'è digitale che tenga. La raffinatezza di un analogico simile è tutt'ora fuori dalla sua portata...".
Per fortuna sono in buona compagnia ;)
Lunga vita al giradischi!
Nimalone65
Nimalone65
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2480
Data d'iscrizione : 11.12.10
Località : Roma

Considerazione vinile - Pagina 3 Empty Re: Considerazione vinile

Messaggio Da Nimalone65 Mar Apr 26, 2016 4:38 pm

Acutus ha scritto:

Ci mancherebbe, il dissenso è sempre possibile.
Tuttavia la sua opinione si allontana non solo da quella che io ho espresso (e fin qui nulla di male dal momento che lo scrivente non è certo una celebrità in campo audiofilo), ma anche da quanto espresso in decine di anni da molti valenti recensori da ogni parte del globo terracqueo.
Alcuni concetti, riassumendo: 1) il vinile può essere molto costoso, ma non è condizione né necessaria e neppure sufficiente all'ottenimento di un buon suono. In altre parole si possono ottenere risultati molto appaganti con modica spesa e d'altro canto si possono ottenere risultati piuttosto deludenti con spesa molto elevata ;2) la rumorosità dipende evidentemente dalle condizioni del vinile, ma è una questione di natura prettamente meccanica. Ho perfettamente idea di cosa voglia dire un vinile rigato o troppo sporco e/o troppo utilizzato. Tuttavia anche un vinile in condizioni perfette sarà comunque più rumoroso di una fonte digitale. Lo dimostra il rapporto di segnale rumore più sfavorevole nell'analogico, dovuto al perno di rotazione, al motore, alla cinghia o ad altra tecnologia che muova il piatto e al passaggio della puntina nel solco ed al tipo di taglio della stessa;3) il super audio c.d. è purtroppo una tecnologia sostanzialmente mai sbocciata del tutto, data la difficile reperibilità. Inoltre migliora la qualità del c.d., ma non elimina del tutto il problema digitale. E' un suono più completo e ricco del c.d. audio, ma non ha la musicalità dell'analogico.
Semplicemente.

È come mai i CD , quelli delle prime generazioni , riversati da master analogici non avevano rumore?
Semplicemente perché compressi , tagliati .

Un disco vecchio o nuovo di buona incisione , produce un rumore di fondo flebilissimo , ininfluente all'ascolto .
Ma per farlo risultare tale nel tempo quel disco bisogna curarlo e trattarlo adeguatamente .

Non vedo cosa ci sia di così sorprendente o da da obiettare , basta pensare che con una semplice ditata , una traccia di un CD non si legge neppure !

L'esile contatto di una testina nel solco di un disco da una parte incide con una forza notevolissima , dall'altra sta lì a subire e raccogliere qualsiasi forma di sporco e di magnetismo presente .

Per i dischi a cui tengo particolarmente ,subito  dopo averli lavati li faccio girare con una testina di poco conto , quindi li rilavo , proprio per togliere in profondità lo sporco depositato .
Con un simile trattamento , se il disco non è stato arato malamente , ti assicuro che oltre ad un flebile rumore di fondo , che scompare a livelli d'ascolto normali , non ascolterai mai alcun fruscio .

Io purtroppo posseggo solo una Okki nokki , che pur buona non è certo una macchina lava dischi ad aspirazione puntiforme ,,,,,e che non pulisce come una Loricraft ,,,, ed all'ascolto le differenze senza il mio escamotage di rilavare il disco , sono assolutamente palesi .
Prova fatta , credimi !

sunny


_________________
Saluti,Enrico

Platine Verdier + Ortofon 309D + DENON 103r  + EMT TSD15 + Koetsu Black Gold + Step up Audio Tekne 4818+ Ortofon t20 MKII + Ortofon T5 + Auditorium23 + Benz Micro PP1 +  Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Heresy 1 + Reimyo ALS777 + Cavi e Accessori Harmonix Combak.
Luca58
Luca58
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 9403
Data d'iscrizione : 15.07.09

Considerazione vinile - Pagina 3 Empty Re: Considerazione vinile

Messaggio Da Luca58 Mar Apr 26, 2016 5:07 pm

La Loricraft pulisce meglio della VPI?
mau57
mau57
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1725
Data d'iscrizione : 28.03.11
Età : 65
Località : Roma

Considerazione vinile - Pagina 3 Empty Re: Considerazione vinile

Messaggio Da mau57 Mar Apr 26, 2016 5:10 pm

Nimalone65 ha scritto:
Io purtroppo posseggo solo una Okki nokki , che pur buona non è certo una macchina lava dischi ad aspirazione puntiforme ,,,,,e che non pulisce come una Loricraft ,,,, ed all'ascolto le differenze senza il mio escamotage di rilavare il disco , sono assolutamente palesi .
Prova fatta , credimi !
sunny

da possessore Okki Nokki quoto, confermo e sottoscrivo quanto a "rilavaggio" dello "sporco ostinato"! Considerazione vinile - Pagina 3 650957
Francemare
Francemare
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1150
Data d'iscrizione : 10.02.16
Località : Brescia

Considerazione vinile - Pagina 3 Empty Re: Considerazione vinile

Messaggio Da Francemare Mar Apr 26, 2016 5:46 pm

RockOnlyRare ha scritto:
ma sono cd originali o masterizzati ? E se originali sono di qualche etichetta in particolare ?

Originali purtroppo ... non ho mai avuto molta fiducia dei masterizzati, non dopo che ad alcuni si è "sfogliato" tutto il supporto metallizzato dopo pochi mesi (anche se ne ho alcuni che stanno funzionando dopo anni: purtroppo dipende molto dal tipo): per ora quelli che sono diventati illeggibili sono RCA con metallizzazione gialla prodotti a fine anni 80. Nessun problema con quelli con metallizzazione grigia.


_________________
Ciao a tutti  sunny Francesco
Nimalone65
Nimalone65
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2480
Data d'iscrizione : 11.12.10
Località : Roma

Considerazione vinile - Pagina 3 Empty Re: Considerazione vinile

Messaggio Da Nimalone65 Mar Apr 26, 2016 5:50 pm

Luca58 ha scritto:La Loricraft pulisce meglio della VPI?

Senza dubbio !

Ma costano oltre 2000 euro !


_________________
Saluti,Enrico

Platine Verdier + Ortofon 309D + DENON 103r  + EMT TSD15 + Koetsu Black Gold + Step up Audio Tekne 4818+ Ortofon t20 MKII + Ortofon T5 + Auditorium23 + Benz Micro PP1 +  Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Heresy 1 + Reimyo ALS777 + Cavi e Accessori Harmonix Combak.
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 8100
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 68
Località : Milano

Considerazione vinile - Pagina 3 Empty Re: Considerazione vinile

Messaggio Da RockOnlyRare Mar Apr 26, 2016 7:12 pm

Francemare ha scritto:

Originali purtroppo ... non ho mai avuto molta fiducia dei masterizzati, non dopo che ad alcuni si è "sfogliato" tutto il supporto metallizzato dopo pochi mesi (anche se ne ho alcuni che stanno funzionando dopo anni: purtroppo dipende molto dal tipo): per ora quelli che sono diventati illeggibili sono RCA con metallizzazione gialla prodotti a fine anni 80. Nessun problema con quelli con metallizzazione grigia.

allucinante.... beh in questo caso si può comunque procurarsi un flac o wav e rimasterizzarlo o tenerlo in digitale ... a me pare che sia successo solo con un cd italiano Bennato o Ruggeri (forse era proprio di quel tipo non ricordo) , ma onestamente ce ne sono parecchi che non ascolto da anni.

Inutile dire che se ci fosse onestà in giro dovrebbero ritirare il cd rovinato e sostituirlo con uno nuovo pagando solo il costo del supporto.


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 8100
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 68
Località : Milano

Considerazione vinile - Pagina 3 Empty Re: Considerazione vinile

Messaggio Da RockOnlyRare Mar Apr 26, 2016 7:14 pm

Nimalone65 ha scritto:

Senza dubbio !

Ma costano oltre 2000 euro !

Ci sono alcuni rivenditori che a prezzi tutto sommato abbordabili puliscono i dischi, il mio di fiducia affitta pure la macchina per un week end.... ma come più volte scritto essendo una delle vittime del lenco clean quando sento parlare di lavare i dischi "urlo" (a meno che non siano usati o ancora impastati dal lenco !!!)


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.

    La data/ora di oggi è Dom Nov 27, 2022 1:58 pm