Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Ampli classe D, parliamone.


ispanico
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2862
Data d'iscrizione : 18.08.11

Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 Empty Re: Ampli classe D, parliamone.

Messaggio Da ispanico il Gio Dic 15 2016, 14:54

Ah ecco...mi pareva.
Testini Ugo
Testini Ugo
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2649
Data d'iscrizione : 17.03.11
Età : 41
Località : Mestre-Venezia

Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 Empty Re: Ampli classe D, parliamone.

Messaggio Da Testini Ugo il Mar Dic 20 2016, 19:14

Oggettivamente qualche ampli, parlo sopratutto di integrati, che suona discretamente bene in Classe D, l'ho incontrato. Ma sempre, purtroppo, con una connotazione di timbro che virava all'analitico; per cui non proprio nelle mie corde. Senza mai dimostrare quella propensione a "tenere la nota" che qualche volta può far piacere. Per cui non li consiglierei. Sopratutto perchè tali ampli li trovo sempre proposti a prezzi, secondo, spropositati, sopratutto se rapportati ai loro predecessori in Classe AB, magari con il tentativo di giustificare il tutto con cabinè assolutamente costosi, pesanti e rigidi; il cui vantaggio per la "leggera" Classe D lo ignoro. IMHO.


_________________
Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/
misterno
misterno
Member
Member

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 23.12.16
Età : 51
Località : milano

Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 Empty Re: Ampli classe D, parliamone.

Messaggio Da misterno il Ven Dic 23 2016, 16:32

Ciao sono nuovo del Gazebo e scusate se mi intrometto nell'argomento.

Io sono un felice possessore di un ampli classe d si tratta del Danese Gato Audio Dia 250s che oltre ad essere molto bello esteticamente ha esattamente un suono molto caldo dinamico e ben strutturato su tutte le frequenze, ed anche per il prezzo non è proprio a buon mercato visto che di listino costa 4600 euro, adesso sono sicuro che direte tutti che con quel costo sicuramente si trova di meglio ma quali sono i termini di paragone?? P.s. anche il dac interno è eccezionale.

Per il resto dell' impianto ho lettore cd Metronome le Player con diffusori Wilson Benesch Square 2.
ispanico
ispanico
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2862
Data d'iscrizione : 18.08.11
Età : 59
Località : pr. di Padova

Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 Empty Re: Ampli classe D, parliamone.

Messaggio Da ispanico il Sab Dic 31 2016, 12:48

Complimenti per l'impianto, notevole!
L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio
carloc
carloc
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 21910
Data d'iscrizione : 27.07.11
Località : Busto Arsizio (Motociclista)

Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 Empty Re: Ampli classe D, parliamone.

Messaggio Da carloc il Sab Lug 13 2019, 14:25

Interessante il modulo purifi-audio


_________________
Rem tene verba sequentur

https://www.ilgazeboaudiofilo.com/t3-regolamento

https://www.instagram.com/ilgazeboaudiofilo/?hl=it

https://www.facebook.com/gazeboaudiofilo/
alanford
alanford
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1964
Data d'iscrizione : 03.06.12
Località : monza

Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 Empty Re: Ampli classe D, parliamone.

Messaggio Da alanford il Dom Lug 14 2019, 22:48

@misterno ha scritto:Ciao sono nuovo del Gazebo e scusate se mi intrometto nell'argomento.

Io sono un felice possessore di un ampli classe d si tratta del Danese Gato Audio Dia 250s che oltre ad essere molto bello esteticamente ha esattamente un suono molto caldo dinamico e ben strutturato su tutte le frequenze, ed anche per il prezzo non è proprio a buon mercato visto che di listino costa 4600 euro, adesso sono sicuro che direte tutti che con quel costo sicuramente si trova di meglio ma quali sono i termini di paragone?? P.s. anche il dac interno è eccezionale.

Per il resto dell' impianto ho lettore cd Metronome le Player con diffusori Wilson Benesch Square 2.

ah  il gato audio e' in classe D?  
allora confermo che la classe D non fa per me  
avevo sentito altri classe D in passato, niente di che  
tutti mi dicevano  eh.....prova a sentire qualcosa di piu' recente.......
l'ho fatto e neppure lo sapevo 
meglio cosi', non ho subito condizionamenti e pregiudizi ma il giudizio non e' cambiato Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 1f60f
alanford
alanford
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1964
Data d'iscrizione : 03.06.12
Località : monza

Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 Empty Re: Ampli classe D, parliamone.

Messaggio Da alanford il Dom Lug 14 2019, 23:02

quali sono i termini di paragone? 
beh,  sugli integrati direi norma ed audia  per restare in italia  e sullo stato solido
L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio
carbonizer
carbonizer
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 363
Data d'iscrizione : 20.04.17

Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 Empty Re: Ampli classe D, parliamone.

Messaggio Da carbonizer il Lun Lug 15 2019, 08:27

Scusate se mi intrometto... ma classe D e classe T sono due concetti fondamentalemte differenti.
Per me la classe D è fuoti da ogni logica umana, a parte gli impianti da circo, da giostre o di qualche concerto live.
Diversamente laa T sono riuscito ad apprezzarla notevolmente anche se a suo tempo andava presa un po con le pinzette, ma ad oggi, (immagino e/o intuisco) che un po' degli gli amplificatori attuali ne facciano largamente uso.


_________________
Finale : quasi integrato 300B tube

Preamp:  Vacuum state / 07.02.2020 D.i.Y New preamp DHT

Phono:  Vacuum state

Dac: Rega Dac-R / Cambridge DacMagic 100 / Northstar 192

Turntable Rega / Michell Orbe + Sme IV


"Science is like sex: Sometimes, something useful comes out - but that's not the reason we are doing it."

“Ben difficilmente esiste cosa al mondo che qualcuno non possa produrre di qualità un po' inferiore e vendere a un prezzo più basso. Ma coloro che tengono conto solo del prezzo diventano di questi la preda legittima.”
“È meglio scoprire di essere stati ingannati sul prezzo che sulla qualità della merce.”


Poonie
Poonie
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 985
Data d'iscrizione : 18.09.12

Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 Empty Re: Ampli classe D, parliamone.

Messaggio Da Poonie il Lun Lug 15 2019, 12:39

I miei umili due cent: se c'è una cosa che ho imparato in parecchi anni nel variegato mondo dell'ascolto di musica "di livello", è che la coperta è sempre corta.
Ergo, secondo me se da una parte abbiamo risparmio di ingombri e di consumi (di prezzo non saprei), forse dall'altra aspettarsi anche le prestazioni di un certo livello apparirebbe un po' velleitario in questo mondo che non regala niente.
Vero è che non ho mai ascoltato classe D di costo (e fascia) elevato, o accoppiate classe A in pre + classe D in finale, ma credo che per la sostanza occorra corrente, "gli ampère".

Per dire, io personalmente prendo un vecchio volpone dell'elettroacustica come Pass anzichè un pur preparatissimo ingegnere aerospaziale cha ha contribuito alla costruzione di missili.
Poi è solo il mio punto di vista, è chiaro che per chi piace la classe D può essere tranquillamente una soluzione definitiva.
L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio
L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio
Poonie
Poonie
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 985
Data d'iscrizione : 18.09.12

Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 Empty Re: Ampli classe D, parliamone.

Messaggio Da Poonie il Lun Lug 15 2019, 14:40

@slash ha scritto:

si , però, erano missili ben suonanti ..
Eh ma prediligono l'SPL alla timbrica. Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 33910

In merito al discorso classe A + classe D facevo riferimento ad apparecchi ibridi come da post precedente nel topic, che presumibilmente dovrebbero avere qualcosa in più.

Poi che le tecnologie si aiutino a vicenda potrebbe essere vero, io sinceramente tendo all'integralismo. Embarassed
Credo che il digitale sia molto diverso dall'analogico per concezione e quindi per come viene recepito, è chiaro che in fase di elaborazione dati è difficile fargli le scarpe.
alanford
alanford
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1964
Data d'iscrizione : 03.06.12
Località : monza

Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 Empty Re: Ampli classe D, parliamone.

Messaggio Da alanford il Lun Lug 15 2019, 19:22

sulle amplificazioni HIFI la tecnologia e' ormai matura da tempo 
l'evoluzione negli ultimi 30 anni e' stata praticamente inesistente  a livello progettuale  
discorso un po' diverso per la componentistica 
anche sul digitale audio  i massicci investimenti iniziali hanno ormai segnato il passo 
nonostante il ritorno di alcuni marchi storici mai come oggi l'alta fedelta' e' un settore di nicchia seppur con un target di clientela mediamente abbiente rispetto agli anni 80 quando lo stereo in casa era popolare come oggi lo smartphone
L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio
L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio
Poonie
Poonie
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 985
Data d'iscrizione : 18.09.12

Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 Empty Re: Ampli classe D, parliamone.

Messaggio Da Poonie il Lun Lug 15 2019, 21:23

@alanford ha scritto:sulle amplificazioni HIFI la tecnologia e' ormai matura da tempo 
l'evoluzione negli ultimi 30 anni e' stata praticamente inesistente  a livello progettuale  
discorso un po' diverso per la componentistica 
anche sul digitale audio  i massicci investimenti iniziali hanno ormai segnato il passo 
nonostante il ritorno di alcuni marchi storici mai come oggi l'alta fedelta' e' un settore di nicchia seppur con un target di clientela mediamente abbiente rispetto agli anni 80 quando lo stereo in casa era popolare come oggi lo smartphone
Si ma hanno fatto tutto loro..
Sebbene il consumatore sia tipico nell'accettare supinamente, tutto parte dalle politiche commerciali con abbondante/issimo indoramento di marketing. Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 184438
Negli ultimi trent'anni credo che l'evoluzione tecnologica ci sia stata, poi dal mio punto di vista, che corrisponda ad effettivo miglioramento, ci sarebbe da parlarne.

Negli anni '80 era un altro mondo, sia per economìa sia per stile di vita, ed ecco anche perchè le due popolarità (stereo vs smartphone) sono potenzialmente uguali ma con contenuti agli antipodi, IMHO.
Cioè....uno è relax e l'altro è frenesìa (per non parlare della morbosa dipendenza).

Ripercorrevo qui note molto interessanti e che bene o male secondo me rendono lo stesso concetto.
https://www.ilgazeboaudiofilo.com/p1027027-perch%C3%A8-i-vinili-sono-rumorosi

Sul fatto che han buttato le presse del Supervinyl...beh, complimenti!....c'era proprio tanta fretta? Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 57549
Poonie
Poonie
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 985
Data d'iscrizione : 18.09.12

Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 Empty Re: Ampli classe D, parliamone.

Messaggio Da Poonie il Lun Lug 15 2019, 22:02

@slash ha scritto:forse dovremmo rivedere il concetto di "alta fedeltà".
se lo facessimo scopriremmo che l'alta fedeltà audio oggi ti segue  ovunque ,  proprio su uno smartphone o in un dap da pochi euro e un paio di cuffie/auricolari wireless.

vero è che le prestazioni delle elettroniche non sono migliorate in modo significativo , se non grazie a nuove strutture architetturali delle stesse,  ma è proprio qui che si inserisce la classe Digitale di amplificatori e dove le altre classi segnano il passo..

oggi  con un solo componente  , un integrato delle dimensioni di 16x11x3 mm Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 456861  che  contiene al suo interno quatto amplificatori usati in parallelo,  si ottengono ben 200W  per canale con circa 60v in alimentazione e , con una manciata di altre componenti passive in uscita per ricreare il suono che ti piace di più  ti ritrovi 400w nel taschino , nell'altro tieni le batterie ..

ecco dove si muove la tecnologia,  in quello che a te sembra essere un momento in cui si segna il passo,  in realtà succede che qualcuno ti aumenta gli stadi di amplificazione ;) e tu non te ne accorgi; è la nuova legge di Dally amici.
Una chiave di lettura condivisibile, che fa riferimento a comodità, espandibilità, compattezza..
Oltre ad un buon suono, certo.
Poi il concetto di "alta fedeltà", è un bel terreno minato. Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 999153
Ad ogni modo credo che il nodo del discorso rimanga la radicale differenza di vedute.

Prendo il Purifi-Audio del tuo link e vedo tre zeri sotto la virgola nei dati dichiarati di THD e IMD (mai visto prima), mentre io posto il nome del vecchio Nelson Pass che nei suoi progetti ha invece studiato l'introduzione della 2a armonica (!).

Prendiamo la valvola e nei progetti che la riguardano si possono rilevare i peggiori dati di fattore di smorzamento del panorama degli amplificatori, ma all'ascolto però.. cheers

Insomma il mio sospetto è che ci si autoconvinca di ascoltare come strumenti di misura, distorsiometri e simili, quando invece, per la piacevolezza d'ascolto beninteso, basterebbe rimettersi alle esigenze del proprio orecchio che, fidatevi, sa il fatto suo.
Non è che voglia dire che è questa la vera hi-fi, ma secondo me c'è tanto da valutare tra "vecchiume" e "novità".

Poi non sarò io a mettere in dubbio la praticità dei nuovi formati, delle nuove classi, e dei nuovi prodotti, oltre ad una qualità sonora apprezzabile.
L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio
carbonizer
carbonizer
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 363
Data d'iscrizione : 20.04.17

Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 Empty Re: Ampli classe D, parliamone.

Messaggio Da carbonizer il Mar Lug 16 2019, 10:47

mah .... mi sono fatto l'idea che la classe A sia per pochi, perchè sempre secondo l'idea che mi sono fatto sono pochi coloro che sanno apprezzarla ed ancora meno quelli che, al di sopra di cete potenze se la possono permettere.
The first watt is the most important watt... e, What this country needs is a good five-watt amplifier."
Ma .... a noi piacciono i boom boom che emettono certi diffusori che hanno poi bisogno di millemila watt per farli andare. Non c'è nulla di male. Ed oggi  ci hanno accontentato proponendo quello che desideriamo; delle efficientissime classi D e T al prezzo delle inefficienti e costosissime classi A, siamo felici così e non vedrei (condizionale d'obbligo) problemi. Il mio T-amp (uno dei primi), mi rende (quasi) felice, lo pagai 50 euro.

In una delle ultime fiere ho avuto il piacere o il dispiacere di vedere un tipo che aveva fatto un "coso" con un parallelo infinito di 300b, gli chiesi perchè ... rispose eh ma adesso c'ho millemila watt senti come va e via di volume a sovrastare tutto ciò che aveva intorno (ovviamaente anche lui stesso=) .. ma... ma vabbè poi tutti e intendo proprio tutti , nella saletta, gli hano chiesto di abbassare il volume altrisison tappati le orecchie affraid


_________________
Finale : quasi integrato 300B tube

Preamp:  Vacuum state / 07.02.2020 D.i.Y New preamp DHT

Phono:  Vacuum state

Dac: Rega Dac-R / Cambridge DacMagic 100 / Northstar 192

Turntable Rega / Michell Orbe + Sme IV


"Science is like sex: Sometimes, something useful comes out - but that's not the reason we are doing it."

“Ben difficilmente esiste cosa al mondo che qualcuno non possa produrre di qualità un po' inferiore e vendere a un prezzo più basso. Ma coloro che tengono conto solo del prezzo diventano di questi la preda legittima.”
“È meglio scoprire di essere stati ingannati sul prezzo che sulla qualità della merce.”


Poonie
Poonie
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 985
Data d'iscrizione : 18.09.12

Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 Empty Re: Ampli classe D, parliamone.

Messaggio Da Poonie il Mar Lug 16 2019, 13:40

@slash ha scritto:mah ..

Nelson Pass conosceva benissimo e misurava i suoi circuiti amplificati fino a quando si è stufato dei soli numeri e nei suoi trattati diventati filosofici ha rimesso l'uomo al centro , la perdita dell'io audiofilo lo turbava.
Produceva amplificatori in classe A..

Nelson Pass ce l'aveva proprio con quelli come te. visto che pesi quei numeri da addetti ai lavori THD e IMD (mai visti prima). Secondo te suonano ?

umanesimo seconda parte che  non voglio alimentare , il dogma della piacevolezza d'ascolto e l'indulgenza degli audiofili.

Insomma, prendiamola sta valvola e mettiamola nella sezione adatta del forum
Secondo me hai travisato un bel po', o magari non ho capito io certe "sottigliezze".
Ma vabbè..
L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio
L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio
Poonie
Poonie
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 985
Data d'iscrizione : 18.09.12

Ampli classe D, parliamone. - Pagina 2 Empty Re: Ampli classe D, parliamone.

Messaggio Da Poonie il Mer Lug 17 2019, 12:26

Beh, il presente può andarmi bene, cercare di individuare il futuro o vederlo esclusivamente in modo ottimistico lo trovo un po' tracotante di questi tempi.
Il digitale ormai è quarant'anni che gira, mi sembra abbastanza per tirare un po' di somme, sempre per quanto mi riguarda.
Se ho inserito il discorso valvola non è per la solita battaglia, era solo come contrapposizione all'infinitesimale sotto virgola e grafici vari dei dati dichiarati del costruttore (come Purifi) postati che, secondo me, non servono a niente.

Altrimenti se il metro di giudizio fosse quello, il tubo termoionico non esisterebbe più da un bel pezzo perchè, ripeto, le misure rilevate con questi dispositivi sulla carta spesso fanno pietà.
Allo stesso modo, Pass invece di bandire la ordine pari dall'universo ci ha giochicchiato ai fini musicali sullo stato solido, ma per questo non ci vedo l'eresìa, soprattutto visti i risultati sonici.
La perfezione ottenuta sui parametri misurabili non implica il buon suono, dovremmo ormai farcene una ragione, come per contro non sto dicendo che una classe D sia aberrante quantunque e perunque.

Rimane il fatto che sulla qualità timbrica e sonica, che mi pare sia da sempre ricercata dall'appassionato di musica riprodotta, affiancare una pur evoluta classe D o addirittura vederla sorpassare apparecchi che nulla hanno a che fare con l'ingegneria aerospaziale, ma che sono invece studiati per la massima resa timbrica oltre che dinamica, mi pare tanto.
E lo dico perchè credo più alle mie orecchie o alle recensioni degli ascoltoni piuttosto che al dato dichiarato.
Altrimenti nemmeno più l'esperienza non conta più niente.

Poi ribadisco, in una catena audio ci sta il Krell, il T-amp, l'integrato di fascia bassa, la classe D, l'Electrocompaniet e quant'altro, perchè non lo scopro io che è l'insieme che conta.
L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio

    La data/ora di oggi è Gio Gen 21 2021, 08:11