Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Ema i cavi e la scena - Pagina 4
Il Gazebo Audiofilo

Human Pleasure HI-END

    Ema i cavi e la scena


    A.P.S.
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 158
    Data d'iscrizione : 22.08.11

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da A.P.S. Gio 29 Dic 2011, 18:57

    Tornato Ema i cavi e la scena - Pagina 4 95624

    ho letto tutto quanto e ho cercato di fare una kia interpretazione.

    ho terrore nel porre la questione,


    Ema, tu parli di mono in ambiente, cosa che si presenta in un'ambiente a riflessione diretta con scena aperta -palco- quando si sta a più di 1/3 terzo di raggio dalla scena -mediamente 4 metri- loro parlano di stereo, non credo si raggiunga mai un'accordo.

    è matematico

    Personalmente sposo la tua teoria che per me è pratica.

    ema49
    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 7148
    Data d'iscrizione : 12.03.10
    Età : 74

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da ema49 Gio 29 Dic 2011, 19:50

    pluto ha scritto:Parlando di sinfonica....non mi venite a dire che non riuscite ad individuare (se siete bendati) i piatti o i corni, i triangoli o i violini o i celli.

    Però non facciamo troppe generalizzazioni xchè si sbaglia sempre. Una cosa è quando tutti gli strumenti suonano tutti insieme (nel pieno orchestrale). In questo caso è ovviamente difficile distinguere strumenti molto vicini tra loro come suono (es Viole e violini) Anche se alcuni sono ben individuabili..

    E' proprio questo il problema..con lo stereo ci riesci benissimo..tanto più quanto più ci avviciniamo all'Hiend

    pluto ha scritto:

    Altra cosa quando suonano i violini da una parte e rispondono i celli dall'altra. Oppure certi parti soliste dei fiati che duettano con i violini etc.

    Anche in questo caso esiste un amalgama strumentale, uno spazio vuoto riempito di armoniche. L'hiend ti restituisce il famigerato nero infrastrumentale, netta separazione tra i due gruppi strumentali che citi

    pluto ha scritto:
    Siediti tra la 5 e 12 fila al centro. Non mi dite che non riuscite ad individuare, focalizzare, allocare i violini a sinistra, i bassi a destra (estrema) i fiati un pò più indietro e rialzati a destra etc


    focalizzare mai, allocare certamente. Per il resto come sopra, sempre il nero infrastrumentale. Nei pieni orchestrali, secondo me meglio il mono. O le cuffie.

    Scusa la lapidarietà delle risposte, ma ho provato a chiamarti per scusarmi della mancata risposta. Questa cazzo di discussione, proprio perché interessante, mi ha davvero stancato. Domani chiariamo meglio, se vorrai. Ora mi dedico al cazzeggio, sempre che la mia metà non mi dia una randellata in testa..


    _________________
    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Borsel10

    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).
    matley
    matley
    Pulcioso
    Pulcioso

    Numero di messaggi : 17912
    Data d'iscrizione : 21.12.08
    Età : 63
    Località : Colle Val D'Elsa

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da matley Gio 29 Dic 2011, 21:47

    ema49 ha scritto: Ora mi dedico al cazzeggio, sempre che la mia metà non mi dia una randellata in testa..


    signori è FATT..A.. cheers cheers cheers cheers cheers

    erano circa le 7:50 quando ISSO pronunciava le sue ultime parole.. Laughing Laughing Laughing
    sono quasi le 22:00 e ancora non si fà vivo... Ema i cavi e la scena - Pagina 4 921419

    speriamo che... Ema i cavi e la scena - Pagina 4 509133 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 509133 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 509133 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 509133 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 509133





    _________________
    Non seguire una strada...."CREALA!
                            
    ……….Ema i cavi e la scena - Pagina 4 R4kie410 …………Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Zzbugg10
                                
    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?





    Spoiler:
    ema49
    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 7148
    Data d'iscrizione : 12.03.10
    Età : 74

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da ema49 Gio 29 Dic 2011, 22:02




    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 630139 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 630139 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 630139 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 630139 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 630139 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 630139 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 630139 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 630139 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 630139 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 630139 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 630139 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 630139 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 630139 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 630139


    _________________
    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Borsel10

    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da iano Gio 29 Dic 2011, 22:15

    piroGallo ha scritto:

    Potrebbe essere... non ho mai avuto un'esperienza dal podio! Ema i cavi e la scena - Pagina 4 650957

    Ho però una discreta esperienza come organista liturgico (amatoriale, s'intende) e garantisco che è come stare seduti alla consolle Ema i cavi e la scena - Pagina 4 921419
    Guarda la coincidenza.Una delle prime clienti entusiaste di Von Salis è stata una certa Paola,audiofila ed organista.
    Anche per lei il sistema VS equivaleva a stare al suo organo.
    Ciao,Sebastiano.
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da iano Gio 29 Dic 2011, 22:22

    petrus ha scritto:
    Io personalmente ritengo che la scena acustica esiste anche nella realtà, ma che sia profondamente differente dalla scena che ci viene offerto nei nostri dischi.


    Lorenzo


    Ecco,questa è la risposta alla domanda che non avevo il coraggio di fare. Embarassed
    Adesso tutto e chiaro e il discorso riparte da questo punto fermo e chiaro. sunny
    Ciao,Sebastiano.
    matley
    matley
    Pulcioso
    Pulcioso

    Numero di messaggi : 17912
    Data d'iscrizione : 21.12.08
    Età : 63
    Località : Colle Val D'Elsa

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da matley Gio 29 Dic 2011, 22:24

    quando legge il barbuto s'impicca... affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid


    _________________
    Non seguire una strada...."CREALA!
                            
    ……….Ema i cavi e la scena - Pagina 4 R4kie410 …………Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Zzbugg10
                                
    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?





    Spoiler:
    ema49
    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 7148
    Data d'iscrizione : 12.03.10
    Età : 74

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da ema49 Gio 29 Dic 2011, 22:32

    iano ha scritto:
    Ecco,questa è la risposta alla domanda che non avevo il coraggio di fare. Embarassed
    Adesso tutto e chiaro e il discorso riparte da questo punto fermo e chiaro. sunny
    Ciao,Sebastiano.

    Che strano ..ti è sfuggito questo mio post..N.ro 17

    ema49 ha scritto:
    Non mi sono spiegato bene. Dal vivo la scena semplicemente non esiste, almeno per come la intendiamo noi audiofili

    singolare coincidenza, vero? Potevamo anche partire da questo punto fermo e chiaro e non fare 6 pagine di discussione..


    _________________
    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Borsel10

    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).
    ema49
    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 7148
    Data d'iscrizione : 12.03.10
    Età : 74

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da ema49 Gio 29 Dic 2011, 22:48



    Dimenticavo..la sottolineatura non è una correzione. Vedi il quote successivo di Pirogallo, carissimo Iano.. Ema i cavi e la scena - Pagina 4 456861


    _________________
    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Borsel10

    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da iano Gio 29 Dic 2011, 22:57

    Non T'INCA...Ema sunny
    Petrus l'ha scritto in modo più chiaro.
    In effetti se ho aperto la discussione è proprio perchè il tuo punto di vista mi sembrava molto interessante,ma non ero sicuro di averlo afferrato del tutto.
    Interessante anche il il post in cui dici come goda il musicista mentre suona,praticamente un masochista.
    Me lo ha detto per la prima volta un pianista audiofilo ad una cena di audiofili piemontesi e sono rimasto scioccato.Non me lo sarei mai immaginato.
    In pratica lui affermava quanto fosse importante valutare l'ambiente di ascolto e quindi scegliere la posizione del pianoforte e consigliare la migliore posizione di ascolto agli ascoltatori,e come fosse importante per lui il feedbak con gli ascoltatori,per capirne la soddisfazione mentre lui suonava,dato che quello che ascoltava lui era sempre qualcosa di inascoltabile.
    Immagino il motivo sia quello da te addotto.Il musicista sente un suono povero di armoniche.
    In questo senso forse fà eccezione l'organista e con questo forse c'entra il sistema Von Salis.
    Comunque,se è impossibile riprodurre la scena originale,è comprensibile il fatto che il tecnico del suono se ne inventi una sua,ed è comprensibile che quello che il tecnico del suono si inventa risenta del feedback con chi i dischi li compra.
    Diciamo allora che certi maneggi possono avere anche il loro senso musicalmente creativo,facendo di necessità virtù,come mi pare sostenga anche il Lincetto,ma certamente non saranno questi maneggi molto apprezzati da chi è abituato all'ascolto del live,date le sue cattive abitudini di ascolto affraid
    Ma forse l mia maggiore sorpresa è stata quanto quel pianista fosse genuinamente audiofilo "alla mia maniera"spezzando così un dei tanti luoghi comuni al proposito,e tanto più la cosa è sorprendente considerando quanto le due nature possano collidere fra loro,come risulta in parte mi pare da questa interessante discussione.
    Per chiarire meglio,il nero infrastrumentale non è una cosa brutta in sè,anzi, non è comunque nulla di dissonante,ma non è neanche nulla di consono alla musica live.
    Così le abitudini di ascolto,la frequenza di ascolti live o riprodotti determina i nostri giudizi.
    E adesso le cose mi appaiono molto più chiare,come mi appare chiaro che su queste questioni abbia regnato sovrana la confusione,voluta o meno che sia stata,e sicuramente è stata anche voluta.
    Ciao,Sebastiano.


    Ultima modifica di iano il Gio 29 Dic 2011, 23:07 - modificato 1 volta.
    ema49
    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 7148
    Data d'iscrizione : 12.03.10
    Età : 74

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da ema49 Gio 29 Dic 2011, 23:04

    iano ha scritto:
    Comunque,se è impossibile riprodurre la scena originale,è comprensibile il fatto che il tecnico del suono se ne inventi una sua,ed è comprensibile che quello che il tecnico del suono si inventa risenta del feedback con chi i dischi li compra.
    Diciamo allora che certi maneggi possono avere anche il loro senso musicalmente creativo,come mi pare sostenga anche il Lincetto,ma certamente non saranno molto apprezzati da chi è abituato all'ascolto del live,date le sue cattive abitudini di ascolto affraid
    Ciao,Sebastiano.

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 704751 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 704751

    Seby, mai mi potrei inca..con te, sei una persona competente e corretta.
    E' che questo 3d è durato tanto e forse ancora.. santa
    Comunque mi scuso per il tono delle mie parole..
    Ciao, Emanuele


    _________________
    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Borsel10

    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da iano Gio 29 Dic 2011, 23:09

    E' stato un Piacere Ema. sunny
    Buonanotte.
    Ciao,Sebastiano.
    ema49
    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 7148
    Data d'iscrizione : 12.03.10
    Età : 74

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da ema49 Gio 29 Dic 2011, 23:18

    iano ha scritto:E' stato un Piacere Ema. sunny
    Buonanotte.
    Ciao,Sebastiano.

    Anche per me
    Buonanotte anche a te.. sunny


    _________________
    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Borsel10

    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).
    matley
    matley
    Pulcioso
    Pulcioso

    Numero di messaggi : 17912
    Data d'iscrizione : 21.12.08
    Età : 63
    Località : Colle Val D'Elsa

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da matley Ven 30 Dic 2011, 00:11

    il barbuto è salvo...per ora.. Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing

    e vissero felici e contenti...con un cane accanto.. Ema i cavi e la scena - Pagina 4 650957


    _________________
    Non seguire una strada...."CREALA!
                            
    ……….Ema i cavi e la scena - Pagina 4 R4kie410 …………Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Zzbugg10
                                
    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?





    Spoiler:
    ema49
    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 7148
    Data d'iscrizione : 12.03.10
    Età : 74

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da ema49 Ven 30 Dic 2011, 00:20

    matley ha scritto:il barbuto è salvo...per ora.. Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing

    e vissero felici e contenti...con un cane accanto.. Ema i cavi e la scena - Pagina 4 650957

    maledet..ma che cazzo fai ancora sveglio... Ema i cavi e la scena - Pagina 4 424797 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 424797 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 424797 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 424797
    tutto il giorno a non far nulla e la notte a rompere le balle... santa

    brutto cornutazzo seminazizzania.. tyu tyu


    _________________
    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Borsel10

    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).
    matley
    matley
    Pulcioso
    Pulcioso

    Numero di messaggi : 17912
    Data d'iscrizione : 21.12.08
    Età : 63
    Località : Colle Val D'Elsa

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da matley Ven 30 Dic 2011, 00:39

    IO ascolto...leggo...imparo... Ema i cavi e la scena - Pagina 4 588790

    e...Secondo me è arrivato il momento di iniziare a parlare di come voi potete aiutare quelli che rimangono a partire.... e di come loro possono aiutare quelli che partono a rimanere.....

    marzullo mi fa una sega... affraid affraid affraid affraid


    _________________
    Non seguire una strada...."CREALA!
                            
    ……….Ema i cavi e la scena - Pagina 4 R4kie410 …………Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Zzbugg10
                                
    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?





    Spoiler:
    ema49
    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 7148
    Data d'iscrizione : 12.03.10
    Età : 74

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da ema49 Ven 30 Dic 2011, 00:46

    matley ha scritto:IO ascolto...leggo...imparo... Ema i cavi e la scena - Pagina 4 588790

    e...Secondo me è arrivato il momento di iniziare a parlare di come voi potete aiutare quelli che rimangono a partire.... e di come loro possono aiutare quelli che partono a rimanere.....

    marzullo mi fa una sega... affraid affraid affraid affraid

    il TUO problema è uno solo..non esistono al mondo teatri per cani..chiedilo a Marzullo.. Ema i cavi e la scena - Pagina 4 588790


    _________________
    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Borsel10

    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).
    matley
    matley
    Pulcioso
    Pulcioso

    Numero di messaggi : 17912
    Data d'iscrizione : 21.12.08
    Età : 63
    Località : Colle Val D'Elsa

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da matley Ven 30 Dic 2011, 01:34

    he..he.. Ema i cavi e la scena - Pagina 4 775355

    barbuto mio...mi sono propio divertito (e mi diverto) Laughing Laughing Laughing Laughing infondo è propio nel vedere che alla fine il fil rouge è il cazzeggio, meglio se accompagnato da un amico a quattro zampe, il cazzeggio fa da sottofondo necessario, se non addirittura indispensabile, alle vicende della vita, alla rabbia, alla felicità, alla tristezza...figuriamoci se NON a questo nostro piccolo gazebino... Ema i cavi e la scena - Pagina 4 625723

    però qualcosa di serio viene detto eh.. cheers cheers cheers cheers

    notte a tutti..
    e naturalmente saluti irriverenti a ISSO... Ema i cavi e la scena - Pagina 4 571367 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 571367 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 571367



    _________________
    Non seguire una strada...."CREALA!
                            
    ……….Ema i cavi e la scena - Pagina 4 R4kie410 …………Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Zzbugg10
                                
    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?





    Spoiler:
    piroGallo
    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 23.12.08
    Località : tra Monferrato e Langa

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da piroGallo Ven 30 Dic 2011, 02:02

    iano ha scritto:
    Guarda la coincidenza.Una delle prime clienti entusiaste di Von Salis è stata una certa Paola,audiofila ed organista.
    Anche per lei il sistema VS equivaleva a stare al suo organo.
    Ciao,Sebastiano.
    Strano vero? Paola la conosco (conoscenza da forum) ed abbiamo corrisposto brevemente e la causa della conoscenza è stata proprio AVS. La differenza sostanziale tra me e lei è che, se mi ricordo bene, lei suona da professionista, io da hobbista (anche se ultimamente ho cambiato strumento), e quando, ormai raramente, mi capita, far soffiare le canne è sempre fonte di emozione.
    Altra differenza è che credo lei abbia una consolle sua, io ho solo in prestito quelle delle chiese in cui mi capita di suonare.
    Se vuoi sapere altro non hai che sa chiedere.


    _________________
    Gianni

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Organo10

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)
    Edmond
    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 11959
    Data d'iscrizione : 17.04.10
    Località : Brescia

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da Edmond Ven 30 Dic 2011, 08:51

    Ammazza, 7 pagine per sancire che uno ama la riproduzione mono ed uno quella stereo................. santa santa santa santa santa santa

    Non avete proprio un cazzo da fare, voialtri............ Ema i cavi e la scena - Pagina 4 424797 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 424797 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 424797


    _________________
    Giorgio


    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Firma12


    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid
    Pazzoperilpianoforte
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5578
    Data d'iscrizione : 12.01.09
    Età : 56
    Località : Firenze

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da Pazzoperilpianoforte Ven 30 Dic 2011, 09:35

    Secondo me questo è uno degli argomenti di discussione più interessanti degli ultimi tempi.

    Ma qui non si tratta di stabilire se ci piace ascoltare in mono o in stereo. E secondo me non si parla di una questione sola, ma di diverse questioni. E cioé:

    1. Ciò che c'è nei dischi e che debitamente deve essere riprodotto dall'impianto.
    2. Ciò che i nostri impianti "inventano" e che non è affatto detto sia nei dischi.
    3. Ciò che c'è nella musica dal vivo e cosa non c'è, con l'auspicio che quello che non c'è non si voglia mettere nei dischi.

    Ora non posso, ma vedo se riesco a scrivervi su questi tre punti uno dei miei sermoni da forum... affraid affraid

    ...

    paura, vero?


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    Anonymous
    Ospite
    Ospite

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da Ospite Ven 30 Dic 2011, 10:36

    Immaginate che le onde sonore emesse dagli strumenti siano come delle piccole bolle che si disperdono nell'ambiente aumentando di volume via via che si allontanano da esso.
    Immaginate queste bolle cozzare contro le pareti e che rimbalzando esse si dividano in nuove bolle che riprendono il cammino e l'espansione.
    Ora immaginate tutte le bolle emesse dall'orchestra come arrivano al direttore e come arrivano a voi.
    Da questa visione appare evidente che lui, il direttore, avrà una percezione del dettaglio diversa, lui percepisce ogni bolla ancora sufficientemente distinta dalle altre da poter fulminare il professore che sbaglia la nota Ema i cavi e la scena - Pagina 4 650957
    Noi, dove siamo seduti, fate voi ora penso sia chiaro il mio esempio, è ovvio che sarà differente dal direttore e che non avremo mai la sua percezione del dettaglio poi, al centro, di lato, in loggia, in quinta o in dodocesima, non importa immaginate la vostra testa investita da tutte queste bolle, capite l'amalgama come si origina e attenzione il nostro cervello ha una capacita di discernimento incredibile nonostante tutta la caoticità, possiamo percepire ancora ritardi (coerenza) e direzione (scena) soprattutto se siamo in una buona posizione.
    Poi c'è il fonico che piazza i suoi microfoni, dove ? dipende dalla tecnica diciamo solo che avranno un punto di "vista" più vicino a quello del direttore (sta per nascere il dettaglio Ema i cavi e la scena - Pagina 4 650957 ) che non al nostro, con non pochi "buchi" (sta per nascere il nero ? Ema i cavi e la scena - Pagina 4 650957 ) che poi il fonico aggiusterà, vuoi con la tecnica, vuoi con la manipolazione in fase di missaggio.
    Poi andiamo a casa ed ascoltiamo la registrazione, qui semplificando ancora pensiamo di nuovo alle ns bolle, potranno mai essere le stesse ascoltate dal vivo Ema i cavi e la scena - Pagina 4 33910
    La scena sarà mai la stessa Ema i cavi e la scena - Pagina 4 33910
    Il nero infrastrumentale sarà un pregio Ema i cavi e la scena - Pagina 4 33910

    Lorenzo

    P.S.
    chiedo scusa ai tecnici veri per la mia ignoranza e la mia semplificazione Ema i cavi e la scena - Pagina 4 174409


    Ultima modifica di petrus il Ven 30 Dic 2011, 10:45 - modificato 1 volta.
    A.P.S.
    A.P.S.
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 158
    Data d'iscrizione : 22.08.11

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da A.P.S. Ven 30 Dic 2011, 10:44

    Edmond ha scritto:Ammazza, 7 pagine per sancire che uno ama la riproduzione mono ed uno quella stereo................. santa santa santa santa santa santa

    Non avete proprio un cazzo da fare, voialtri............ Ema i cavi e la scena - Pagina 4 424797 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 424797 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 424797

    dove lo dicono che non sono riuscito a trovarlo?

    io avevo abbozzato una mia opinione - chiaramente non da professionista dell'ascolto come voialtri - al n°75 e non avendo visto rimandi al mio scritto ero convinto di aver detto una enorme cazz...

    Ora sono confuso.
    Pazzoperilpianoforte
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5578
    Data d'iscrizione : 12.01.09
    Età : 56
    Località : Firenze

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da Pazzoperilpianoforte Ven 30 Dic 2011, 13:31

    Anonimo, secondo me hai detto una cosa sensata; condivido anche quanto ha detto Lorenzo, ma non condivido la sua avversione al termine "nero intrastrumentale". Si tratta di un tentativo di definire la velocità di un sistema nello "smaltire" energia sonora al termine dell'impulso, e a non sovraccaricare gli armonici normalmente esistenti a basso livello nella musica suonata in ambiente con sovraelongazioni dei segnali precedentemente riprodotti dall'impianto, o con distorsioni vrie.

    Un impianto quindi con un buon nero intrastrumentale, secondo questa accezione, non è un impianto che tra gli strumenti inserisce un irreale silenzio assoluto(!??!), ma un impianto che non aggiunge suono (intermodulazioni, sovraelongazioni, distorsioni) a quello presente "tra gli strumenti" nella registrazione. Quindi si tratta di impianti che sembrano avere più "silenzio" tra le note non perché sottraggono qualcosa al segnale originario presente nella registrazione, ma perché rispetto ad altri impianti/apparecchi a quel segnale non ne aggiungono altro. Sono cioè, e detto molto semplicemente, più lineari di altri.

    Poi, come tutti i termini che definiscono una sensazione d'ascolto, possono un pò essere intesi come si vuole e destare quindi le più aggressive delle reazioni. Possono anche essere usati a sproposito da super-audiofili che magari hanno una idea poco concreta di quello che ascoltano. Però allora è bene polemizzare secondo me con l'uso distorto di un termine che non con il termine in sé e per sé. Un termine fuori dal contesto può anche voler dire tutto ed il contrario di tutto...


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    Pazzoperilpianoforte
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5578
    Data d'iscrizione : 12.01.09
    Età : 56
    Località : Firenze

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da Pazzoperilpianoforte Ven 30 Dic 2011, 14:21

    Volevo ritornare ai tre punti cui avevo accennato sopra:

    1. Ciò che c'è nei dischi e che debitamente deve essere riprodotto dall'impianto.
    2. Ciò che i nostri impianti "inventano" e che non è affatto detto sia nei dischi.
    3. Ciò che c'è nella musica dal vivo e cosa non c'è, con l'auspicio che quello che non c'è non si voglia mettere nei dischi.


    Punto 1. Funzione dell'impianto nei riguardi del disco.

    Al punto 1 ha già pensato Lorenzo. A maggior ragione per la musica classica o comunque non amplificata "all'origine", nel disco esiste l'immagine che dell'evento si è fatto - ha voluto dare il fonico. Il compito dell'impianto Hi-Fi è quello di riprodurre ciò che c'è nel disco, non di migliorarlo o peggiorarlo. E qui lo stesso Lorenzo ha detto bene quanto sopra detto. Ma non credo che Emanuele quando fa le sue considerazioni sulla scena acustica si ponga questo problema, tra i tre punti di cui ho parlato io. Emanuele parla invece, a mio parere, dei due punti 2 e 3, secondo quanto ho detto sopra.

    E' però vero che esiste una tendenza della industria discografica e dei tecnici audio alla iperanaliticità e alla spettacolarizzazione dell'evento registrato che crea molti danni a livello di naturalezza e verosimiglianza delle registrazioni audio. Come ad esempio il fasullamente brillante suono che tutte le orchestre barocche hanno avuto in disco per tutti gli anni '70 ed '80 in particolare. Come ad esempio il voler sottolineare il dettaglio con riprese multimicrofoniche perdendo invece di vista il concetto di amalgama, che nella musica classica è sostanziale. Non solo. Lo stesso compositore quando scriveva la propria composizione sapeva benissimo che una data linea musicale fornita da uno strumento sarebbe stata parzialmente coperta dagli altri, o avrebbe avuto funzione di "riempitivo", o avrebbe avuto una funzione più legata all'occhio, alla lettura del testo ed alla sua integrità strutturale più che meramente sonora. Cercare in tutti i modi di far sentire ciò che dal vivo è insentibile significa, in questo senso, porre finanche un'ostacolo al godimento musicale del testo stesso da parte dell'ascoltatore.

    O ancora, come dice Emanuele: perché voler a tutti i costi sentire il soffio del musicista che suona, ad esempio, il flauto traverso? Dal vivo il soffio del flautista è praticamente un tutt'uno col suono dello strumento, e non viene mai percepito come soffio, anche in prima fila, a pochi metri di distanza: in molte registrazioni della DG negli anni '80-'90 è invece un suono a sé stante che soverchia quasi il suono dello strumento, con un effetto straniante simile al sibilo del serpentese pronunciato da Lord Voldemort. Abbiamo veramente bisogno di questa analisi soprannaturale del messaggio musicale? Direi di no, ma qui stiamo scantonando nel punto 3. Quindi mi fermo e ne riparlo dopo.

    Fatto sta che quello che c'è nel disco, ci deve essere all'ascolto. Altrimenti il nostro impianto audio non fa il suo dovere.

    Se il tecnico audio è bravo il disco è inciso bene. SE il tecnico audio non è bravo, è il primo baco nel sistema.

    Punto 2. Ciò che i nostri impianti inventano.

    Allora: io ho il mio disco. Può essere registrato bene, può essere registrato male. Può essere verosimile, può essere inverosimile. Lo inserisco nel mio impianto ed ascolto come faccio a sapere cosa è contenuto nella registrazione e cosa non è contenuto nella registrazione, di quello che ascolto? Come faccio a sapere dove comincia l'impianto e finisce il disco?

    Allora, a mio parere, con un solo disco non si può dare una risposta a questa domanda. Ma più sono i dischi che potrò ascoltare col mio impianto, più la risposta sarà precisa.

    Dopo aver ascoltato - mettiamo per ipotesi - cento dischi, potrò dire che tutto quello che avrà avuto in comune dal punto di vista sonoro l'ascolto di questi cento dischi sarà molto probabilmente "colpa" dell'impianto, e tutto ciò che invece all'ascolto avrà differito l'uno dall'altro sarà stato il contenuto dei singoli dischi. Perché ogni disco è un mondo sonoro a sé (a meno di scegliere tutti dischi fatti dal solito tecnico audio, suonato dai soliti musicisti, registrato nel solito ambiente e con la medesima attrezzatura tecnica).

    Orbene, se io ascolto dieci dischi di pianoforte (di varia produzione, annata, tecnico audio) con un impianto, ed in tutti e dieci i casi quest'impianto mi suona come se il pianoforte fosse messo in fondo ad un tunnel lungo 10 metri (succede, eccome se succede), io comincio a pensare che questa scena acustica così assurdamente dilatata in profondità e del tutto inverosimile non sia colpa dei dischi, ma colpa dell'impianto. Ed è una infedeltà a ciò che è contenuto nei dischi: l'impianto costruisce sempre e soltanto una scena profondissima ed abnormemente dilatata.

    Probabilmente per moltissimi audiofili, questo sarebbe un impianto che suona superbamente, perché ha una magnifica ricostruzione scenica. Possiamo dire che queste sono baggianate? Io lo ridico: baggianate. Questo è un impianto non lineare, e costruito per leccare il sedere (ooooppps, rendere felici) audiofili che poca musica conoscono, e forse pochi dischi pure. Un impianto lineare dovrebbe ripropormi tante scene acustiche diverse quanti sono i dischi, ed ognuna con una diversa presenza dello strumento. Ecco che quindi un difetto reale dell'impianto può anche essere visto come un enorme pregio, a causa degli stereotipi audiofili (scena enorme=meglio).

    Questo è il secondo baco dei sistemi audio. Il primo sono i tecnici (che magari per spirito di "analisi" del suono perdono la "sintesi") e le leoro registrazioni, il secondo sono alcuni audiofili, che ragionano per preconcetti e stereotipi e non sono realmente in grado di essere critici con ciò che ascoltano.

    Vedete che qui Emanuele comincia ad avere delle forti ragioni, che diventano ancor più forti passando a cosa c'è dal vivo. Emanuele forse estremizza per vis polemica la sua opinione, ma non è questa opinione priva di fondamento... ma ora mi prendo una pausa.

    Se siete ancora vivi e non siete stramazzati al suolo per le palle che questa discussione vi sta creando Laughing , ci sentiamo tra poco.


    Ultima modifica di Pazzoperilpianoforte il Ven 30 Dic 2011, 14:32 - modificato 2 volte.


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    Anonymous
    Ospite
    Ospite

    Ema i cavi e la scena - Pagina 4 Empty Re: Ema i cavi e la scena

    Messaggio Da Ospite Ven 30 Dic 2011, 14:24

    Ok Vito, devo allora confessare che non conosco o meglio non conoscevo il significato del termine "nero infrastrumentale" Ema i cavi e la scena - Pagina 4 650957
    Anzi devo dire che li ho sempre un po' odiati i termini audiofili, nero, contrasto, focalizzazione, dettaglio, iper dettaglio ecc. Ema i cavi e la scena - Pagina 4 98542 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 98542 Ema i cavi e la scena - Pagina 4 98542
    per questo cerco sempre di riportare analogie ed esempi, più che termini assoluti e mi scuso se ho male interpretato il significato comunemente condiviso di nero infrastrumentale.
    Spero che sia compresa, nel contesto che riportava la mia personalissima accezione del termine la mia critica .


    Lorenzo


      La data/ora di oggi è Dom 03 Mar 2024, 19:37