Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
impianto verosimigliante - Page 4
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    impianto verosimigliante

    Share

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4684
    Data d'iscrizione : 2009-06-11

    Re: impianto verosimigliante

    Post  pepe57 on Wed Oct 20, 2010 3:03 am

    Pazzoperilpianoforte wrote:Anche Gould negli anni '80 ha eseguito un Bach tastieristico grottescamente privo di ogni ritornello, come se negli anni '80 la filologia ancora non esistesse. Evidentemente la sua formazione si era fermata agli anni '50. Probabilmente anche Karajan era nella stessa posizione intellettuale.

    Riguardo ai nostri giorni, pensala anche così: non siamo in epoca di nuovi grandi interpreti - ad esempio - di Beethoven o Brahms (anche se il Beethoven tastieristico di Schiff è nuovo e prezioso), ma di grandi interpreti di Handel e Vivaldi. Repertorio in cui Christie, Dantone, Rousset, Curtis, Egarr, ecc. ecc. stanno scrivendo pagine notevolissime e di rilievo assoluto.

    Ogni epoca ha i suoi miti, i suoi autori, i suoi meriti.

    Chiedo scusa a tutti per l'OT, ma quando capita di discorrere di queste cose occorr approfittarne....

    ... ritornando all'argomento: a me invece non è mai capitato di scappare da teatro, ma mi è spesso capitato di scappare dagli impianti malsuonanti!!!!!!!

    Perché un Mahler diretto da Rattle non è un grande momento? o un Wagner da Jansons o da Thielemann? Un Glinka da Gergiev? Secondo alcuni forse non ancora ai livelli "emozionali" e quasi mitici di un Mahler diretto da Klemperer o di un Wagner diretto da Mengelberg (Hatink/Jochum/Sawallisch) ... o di un Kleiber alle prese con Strauss o con Schubert o con Beethoven o .... ma i tempi non sono gli stessi e di evoluzione (per molti involuzione) ne abbiamo vissuta per cui ricercare in una interpretazione di oggi le stesse sensazioni di quelle di ieri, a mio avviso è un percorso che può ( e forse deve) passare per altra strada.
    Pur amando i grandi del passato, credo che il tempo abbia lasciato un alone di luce, una patina di nostalgia che possono, a volte, un po' influenzare la mente.

    sunny sunny
    Pietro

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: impianto verosimigliante

    Post  ema49 on Wed Oct 20, 2010 3:05 pm

    pepe57 wrote:
    Perché un Mahler diretto da Rattle non è un grande momento? o un Wagner da Jansons o da Thielemann? Un Glinka da Gergiev? Secondo alcuni forse non ancora ai livelli "emozionali" e quasi mitici di un Mahler diretto da Klemperer o di un Wagner diretto da Mengelberg (Hatink/Jochum/Sawallisch) ... o di un Kleiber alle prese con Strauss o con Schubert o con Beethoven o .... ma i tempi non sono gli stessi e di evoluzione (per molti involuzione) ne abbiamo vissuta per cui ricercare in una interpretazione di oggi le stesse sensazioni di quelle di ieri, a mio avviso è un percorso che può ( e forse deve) passare per altra strada.
    Pur amando i grandi del passato, credo che il tempo abbia lasciato un alone di luce, una patina di nostalgia che possono, a volte, un po' influenzare la mente.

    sunny sunny
    Pietro
    Certo, come dice Vito, sui gusti non si può e non si deve discutere. Rattle, Janson Gergiev...per carità, ottimi direttori. Entriamo allora più nello specifico ed esaminiamo, evitando di discuterli, i gusti. Klemperer, Solti, Sinopoli obiettivamente danno una lettura di Mahler molto meno esasperata nelle dinamiche interne (salvo a lasciarsi prendere qualche volta la mano, vedi Sinopoli); i frequenti momenti intimistici, cameristici, delle sinfonie sono perfettamente integrati e non un pò slegati e aventi vita a sè come avviene nelle interpretazioni specialmente di Gergiev ma anche, seppure in maniera più misurata, di Rattle. La transizione dai momenti di "cameristica sinfonica" mahleriana, come è stata definita, agli esplosivi pieni orchestrali e quindi la dinamica interna è meno naturale e più effettistica negli interpreti moderni, così come i momenti in cui entrano in gioco i fiati, forse un pò troppo esplosivi.
    E' un bene, è un male? Certo è una interpretazione più moderna, con tutti i pregi e i difetti che tale aggettivo comporta..

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21514
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: impianto verosimigliante

    Post  pluto on Wed Oct 20, 2010 3:18 pm

    Concordo con Pietro
    I tempi cambiano - e forse anche i grandi del passato oggi non interpreterebbero più nello stesso modo di 30/40/50 anni fa se vivessero oggi

    Il bello della musica è che può piacere Toscanini o Rattle o magari tutti e 2. O nessuno dei 2.

    E poi una piccola nota: spesso (non sempre) i miti sono diventati miti dopo (un pò come tanti grandi pittori) - durante la loro vita magari erano famosi ma non miti. Chissà tra 30/50 anni nessuno si ricorderà di Toscanini e il mito sarà Rattle, Abbado, Gergiev??? Boh

    Vi siete dimenticati di Reiner e Mravinski. Robetta da poco

    Ciao
    Gian

    Ps siamo sempre OT ma forse è più bello questo come argomento
    Forse però dovremmo avere un pochino più di rispetto nel giudicare gente che ha fatto la storia della musica e dell'interpretazione. Chi siamo noi per...?

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: impianto verosimigliante

    Post  ema49 on Wed Oct 20, 2010 3:24 pm

    pluto wrote:Forse però dovremmo avere un pochino più di rispetto nel giudicare gente che ha fatto la storia della musica e dell'interpretazione. Chi siamo noi per...?

    nessuno, semplici ascoltatori che hanno qualche preferenza..

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21514
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: impianto verosimigliante

    Post  pluto on Wed Oct 20, 2010 3:31 pm

    Allora siamo d'accordissimo EMA
    Ma avevo visto qualche giudizio un pò fortino qua e là
    Ciao

    sabato scorso c'erano 2 vecchi audiofili nel solito negozio di Zena che discutevano così " Belin ma secundo ti, l'è megiu u Karajan o u Furtwangler" senza dire su cosa come e perchè

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21514
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: impianto verosimigliante

    Post  pluto on Wed Oct 20, 2010 3:37 pm

    Scusami Ema
    Aggiungo comunque non da parte Tua. Anzi trovo il tutto comunque molto stimolante (anche il giudizio forte che magari posso non condividere - non è questo il problema)

    Volevo solo ricordare che non stiamo proprio parlando del direttore della banda del paese

    Ciao
    Gian

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: impianto verosimigliante

    Post  ema49 on Wed Oct 20, 2010 3:48 pm

    pluto wrote:Scusami Ema
    Aggiungo comunque non da parte Tua. Anzi trovo il tutto comunque molto stimolante (anche il giudizio forte che magari posso non condividere - non è questo il problema)

    Volevo solo ricordare che non stiamo proprio parlando del direttore della banda del paese

    Ciao
    Gian

    Scusarti di che? Stiamo discutendo cordialmente di argomenti che ci distraggono un pò dai nostri impianti.
    Vorrei però chiarire che i miei NON sono giudizi, ma solo opinioni.
    Ciao, Emanuele

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: impianto verosimigliante

    Post  Massimo on Wed Oct 20, 2010 5:42 pm

    pluto wrote:

    Vi siete dimenticati di Reiner e Mravinski. Robetta da poco

    Ciao
    Gian

    Ciao Gian, per quel che puo' contare la mia opinione di ascoltatore occasionale della classica tengo a dirti che ricordo Fritz Reiner e mi piace molto come dirige. sunny sunny sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

      Current date/time is Sun Dec 04, 2016 9:25 pm