Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Share

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  aircooled on Mon Sep 19, 2011 1:33 am

    dei produttori che sfornano macchine ciofeca con prezzi da follia?

    dei distributori che moltiplicano il prezzo x 10?

    dei negozianti che vendono con ricarichi del 70%?

    delle riviste audio che reggono il gioco?

    a tutte queste domande l'audiofilo medio che rappresenta minimo il 95% del cosidetto parco polli risponderebbe di si

    da parecchi decenni devo dire che io rappresento la pecora nera della categoria perche la penso diversamente, secondo me chi è causa del suo mal dovrebbe piangere se stesso e non cercare facili scappatoie

    cosa voglio dire? bho...... forse nulla, o forse troppo, comunque per chi vuol provare a capire ciò che dico si legga attentamente questo post che ho scelto tra miliardi di simili semplicemente perche secondo me è di una chiarezza disarmante

    Il suono del xxxxxxxx mi è parso abbastanza corretto, forse un po' compresso ma non so se era dovuto alle registrazioni dei brani riprodotti. Un prodotto onesto ma nulla di più. La costruzione invece appare molto sull'economico, assemblaggio di microscopica componentistica SMD su un'unica scheda, connettorini "plug & pray", insomma tutto un'altro pianeta dal xxxxx , che per stessa ammissione del patron di xxxxxx resta in quella categoria di prodotto assolutamente insuperabile. Il xxxxxxxxx fa molte cose che il xxxxxxxx non fa ma non me lo comprerei mai, il xxxxxxx invece si.
    ho tolto il brand perche inutile alla discussione, quello che interessa è il pensiero audiofilo, ovvero l'assoluta ignoranza a livello tecnico e superficialità nel giudicare basandosi solo su un giudizio estetico intriso dei soliti luoghi comuni, nessuna curiosità espressa sul come realmente è realizzato l'apparecchio, si fa solo un confronto visivo dando per scontato in assoluto che una scheda montata con componentistica tradizionale sia migliore dell'altra in tutto e per tutto, stessa valenza estetica prestazionale viene attribuita alla telaistica

    la sentenza su chi è il maggior colpevole della situazione odierna del nostro amato hobby traetela voi, io la mia sentenza l'ho già deliberata da decenni


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16085
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  Geronimo on Mon Sep 19, 2011 8:22 am

    Ma esiste veramente 'sta "crisi dell'hi-fi" o è solo un lamentio in stile "chiagne e fotte" ("piangi e fotti")?
    Eh sì perchè ogni anno nuovi marchi spuntano come funghi, il che significa che una fettina di mercato, seppur piccolissima, dovrebbe esistere per tutti.
    A meno che i nuovi marchi non spuntino nella speranza di togliere mercato a marchi più famosi e consolidati...... tipo muta di cani rabbiosi che si accaniscono attorno a un osso mezzo spolpato


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    krell2
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1594
    Data d'iscrizione : 2009-06-17
    Età : 66

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  krell2 on Mon Sep 19, 2011 8:24 am

    Ho letto pure io quel commento che è un prodotto di una nota ditta italiana appena presentato.
    ma ormai,li conosco gli audiofili.
    il 90 % non capisce la differenza tra una resistenza e un condensatore

    ci meritiamo solo panelli spessi 6 cm lucidati e pesanti 40 kg.

    poi che c'è ne frega del resto..tanto non suona... affraid affraid affraid


    io l'ho trovato molto ben suonate e costruito benissimo... applausi


    _________________
    http://salaantonio.altervista.org/

    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10871
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  Banano on Mon Sep 19, 2011 8:25 am

    ...io credo ci sia una grossa fetta di responsabilità nella scarsa preparazione degli audiofili…e di chi non fa formazione....

    PERCHE’ all’estero hanno tutt’altra esperienza, preparazione e serietà?…


    ...ogni tanto prendevo qualche rivista hifi, ma poi ho smesso....mi sembrava di leggere un manuale di magia nera........



    _________________
    Il mio Impianto
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t14-l-impianto-di-bananetto?highlight=bananetto

    [i]In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31483
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  Massimo on Mon Sep 19, 2011 9:02 am

    La bontà di un prodotto è giudicato in base alla recensione, che a sua volta è più o meno entusiastica asseconda della quantità della pubblicità presente sulle pagine della rivista.
    La cosa triste è quando un prodotto pur essendo una grande ciofeca è venduto tantissimo solo perchè ci si è fidati della firma del recensore, che a sua volta sfrutta la sua firma per fare pressione verso i produttori per alzare il compenso ed il numero di pagine di pubblicità.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Ospite
    Guest

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  Ospite on Mon Sep 19, 2011 9:37 am

    L'HiFi, intesa nel modo classico, sta morendo secondo me.
    Non c'è una colpa ben specificata.......c'è stato l'avvento della musica liquida, che seppellirà l'HiFi classico.
    Questo, chi costruisce HiFi lo sa...è solo questione di tempo. Dove c'è molta tecnologia (come nella musica liquida) c'è INNOVAZIONE all'ordine del giorno. Un po come i Computer, la telefonia..ecc.ecc.
    Quindi c'è un giro di soldi impressionante ed una concorrenza devastante. Non è un caso infatti che IN GENERALE un impianto per la musica liquida costa X volte di meno di un impianto hifi.

    In HiFi, c'è rimasto davvero molto poco da inventare. Per cui i costruttori mirano a vendere qualche pezzo...e nulla più. Per fare questo di deve riccorere a prezzi esorbitanti. In attesa che anche i grandi brand HiFi, si buttino a capofitto nella liquida. E sta succedendo....e succederà sempre più. Anche perchè parliamoci chiaramente...dove c'è musica liquida, c'è un compromesso tra tecnologia e mondo del Professionale.
    Nel professionale...si fanno molto meno chiacchiere e molti più fatti pratici.E i prezzi sono notevolmente più bassi.

    Poi.....restano i romantici come noi che NON vedono o non vogliono vedere, ma la reatà e qui. La liquida è il domani. L'HiFi (la NOSTRA HiFi) è ai titoli di coda.

    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9831
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 47
    Località : Italia

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  Amuro_Rey on Mon Sep 19, 2011 10:02 am

    Be io non ho fatto quel post, ma in mio precedente post ho praticacmente fatto un commento simile, scheda madre troppo piccola e struttura esterna troppo sottile.
    E' vero il mio commento, senza avere alscoltato l'ampli in questione, ha poco senso, ma essendo abituato al mio attuale Maestro70 che ha lamiere spesse un dito e condesatori enormi mi pare che la differenza trà i due balzasse agli occhi in modo inequivocabile e sfido chiunque a dire di non avere anche solo pensato alla stessa cosa appena visto l'interno del nuovo ampli indipendentemente dal fatto di sapere assolutamente come kaxxo sia fata la scheda madre del nuovo ed il funzionamento dei componenti saldati su di essa
    Badate bene che io non ho mai detto che suona male, ma solo che "visivamente" il nuovo ampli della famosa casa Italiana non mi faceva sicuramente un bell'effetto, e lo ribadisco, a me non piace
    Sbaglio ?
    Stò dicendo un mare di kaxxate ?
    Sono da bandire dal forum ?
    Non sono un vero amante dell'Hi-Fi ?
    Non lo so giudicate Voi, certo è che io AMO i prodotti di questa casa Italiana (a differenza di quello che qualcuno possa pensare su questo forum), tantè che il successore del Maestro lo stò comunque cercando trà i Loro prodotti, cerrto è che questo "nuovo" nato, anche se suonasse meglio del mio attuale (e sinceramente ancora non ne ho alcuna prova), non sono così sicuro che lo comprerei anzi ...
    Non solo sono curioso anche di vedere i nuovi prodotti che usciranno per vedere che piega stanno prendendo, e da quello che stò capendo mi pare una divisione sempre più NETTA trà Hi-Fi "per tutti" ed Hi-Fi "per pochissssssimi", lasciando un enorme buco nel mezzo Neutral


    P.S. comunque è colpa MIA ! sunny


    _________________
    Per sempre  P I R A T A       

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3717
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  petrus on Mon Sep 19, 2011 10:23 am

    aircooled wrote:

    la sentenza su chi è il maggior colpevole della situazione odierna del nostro amato hobby traetela voi, io la mia sentenza l'ho già deliberata da decenni

    In crisi perchè ?
    perchè vorremmo che le famiglie uscissero il sabato tutti i componenti, padre, madre e figli insieme per andare a scegliere lo stereo nuovo da portare a casa ?
    così come capita ad esempio per i televisori ?
    beh allora l'hifi non è in crisi ma è bella e morta.
    Non esiste "l'esigenza" di un prodotto specifico per l'ascolto della musica come forma di intrattenimento famigliare.
    In casa si guarda tutti insieme un film, una partita, un GP la musica non è un occasione di aggregazione famigliare, l'ascolto "intenzionale" concentrati e in silenzio davanti allo stereo è ..............
    L'hifi cos'è ?
    Provate un attimo a cambiare il punto di vista abituale ed osservatevi così come potrebbe vedervi un osservatore esterno, siete soli, seduti sul divano davanti a migliaia di euro in oggetti elettronici luccicanti, mentre ascoltate un CD ad un volume che risulterebbe insopportabile per chiunque fuor che per voi, mentre il resto della famiglia fatica a scambiare due parole ed è costretta a rinchiudersi in un altro ambiente per conversare.
    Ascoltare un CD ? oppure qualche traccia, poi cambiare e mettere su un vinile un bel 45 giri magari, neanche fai in tempo a sederti che è già in fondo e devi rialzarti, allora cambi di nuovo idea e passi alla liquida, accedi il pc aspetti quei dieci minuti prima che si avvii poi clicchi sul pezzo e .......... oddio non senti niente, cosa cavolo succede ???? panico.
    Spegni tutto e in ginocchio dietro il mobiletto controlli tutte le connessioni, l'ansia ti assale, ma che cavolo sarà successo non trovate nulla di anomalo, riproviamo il CD, si il CD funge e allora ??? ok riproviamo, interrompiamo di nuovo il CD, anzi lasciamo perdere il PC solo il vinile è vera musica, riaccendiamo il fono ma ! cos'è sto ronzio ? blocca tutto fammi sentire meglio eh si ronza, sarà la massa oppure una valvola del pre, proviamo a spostare il cavo fono e .............. opps mi chiamano devo andare andate avanti voi

    Lorenzo

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  Pazzoperilpianoforte on Mon Sep 19, 2011 10:29 am

    Sono d'accordo con molto di quello che è stato già detto. In particolare con Pavel (a proposito, ciao! ) sul fatto che l'Hi-Fi è sicuramente un settore in via di estinzione. IL fatto che di continuo spuntino nuovi marchi nulla significa: in un settore commerciale in fase di contrazione di vendite è comunque possibile ottenere buoni guadagni se - come nel nostro caso - i pochi acquirenti sono alto spendenti.

    Io separerei però due discorsi. L'Hi-Fi è in crisi per due motivi. Il primo è la scarsa preparazione e lo scarso senso critico della clientela (almeno in Italia, non so all'estero). Colpa delle riviste, del mercato, ma anche degli acquirenti, secondo me. La seconda è che non attrae più l'interesse delle masse.

    Partiamo dalla seconda considerazione. Cerco di essere sintetico (sapete che non mi riesce Laughing ) e quindi sarò anche lapidario...

    Oggi si ascolta molta più musica di quella che si ascoltava venti anni fa, magari, ma la si ascolta non in casa seduti in poltrona ma in giro per il mondo mentre si è in metropolitana, al lavoro, per strada, a fare sport ecc. ecc. Non è solo un cambio di abitudini legato alle mutate esigenze del lavoro (oggi si lavora di più - anche se magari con poca retribuzione - ed il tempo libero è sempre meno), ma anche un fenomeno legato al cambio della funzione della musica nella nostra società: la musica da mezzo di comunicazione e mezzo estetico è diventato intrattenimento. E questo sia per mancanza di idee creative valide da parte dei musicisti, sia perché il "bello" ed il "contenuto" hanno perso valore nella nostra società, dove tutto si consuma, non viene dato valore all'estetico, ed il cervello lo si lascia a casa usandolo il meno possibile.

    Questo è il primo aspetto della crisi dell'Hi-FI: ascoltare musica a casa apprezzandone con concentrazione i suoni ed il contenuto è diventato desiderio di pochi. Attenzione però: oggi si ascolta in giro per il mondo musica ad una qualità fino a qualche anno fa impensabile (vi ricordate i walkman?). Ma è normale che, se le masse ascoltano per strada, la ricerca della massima qualità dell'ascolto domestico diventa un settore di nicchia.

    Su questo aspetto rassegnamoci: nessuno ci può fare nulla, se non cambiano i costumi. E non è detto cambino.

    Il secondo aspetto della crisi dell'HI-Fi, è che questo mercato ormai di nicchia è un mercato malato. Perché è più un mercato del lusso che un mercato di prodotti. Si vende immagine, si vende marketing, si vendono lustrini e boa di struzzo ma non prodotti tecnologici destinati ad una funzione e per essa approntati. Le riviste avrebbero dovuto innalzare il lkivello di conoscenza dei compratori. Ma fermo restando che non è facile divulgare (se sei tecnico sei troppo tecnico, se non sei tecnico racconti favole), le riviste sono state contaminate da un lato dalla necessità del ritorno commerciale (la pubblicità) al punto tale di essere praticamente delle baldracche vendute al migliore offerente. Oppure, nel migliore dei casi, si sono assunte una specie di codice del bon-ton per cui se un prodotto faceva schifo, per non danneggiare il produttore si preferiva non parlarne, non denunciare il fattaccio piuttosto che parlarne a chiare lettere. Il direttore si SUONO stesso , in uno dei suoi più recenti editoriali ha denunciato questo aspetto di silenziosa acquiescenza delle riviste. Ammettendo che si è trattato certamente di un errore. SE una rivista semtte di effettuare l'unica cosa che ne giustifica l'esistenza (la critica al prodotto) diventa mero veicolo pubblicitario.

    Ma la malattia vera credo siano gli acquirenti. Che comprano il brand ed i sogni, non prodotti tecnologici. Io però sono fatalista: non è un problema solo dell'Hi-Fi. E' un problema di tutto il commercio. Vi faccio un esempio.

    Fino a quattro anni fa esistevano in ambito degli schermi televisivi due sole tecnologie; LED e plasma. IL plasma è stato sempre oggettivamente superiore perché in grado di restituire un contrasto almeno cento volte superiore a quello dei migliori LCD. Eppure commercialmente era più comodo costruire LCD: la pubblicità li decantava come prodotti perfetti e tutti gli acquirenti, da vere pecore, compravano gli LCD aldilà di come si vedevano. Oggi è stata inventata la tecnologia della illuminazione LED degli schermi LCD, e finalmente questi schermi hanno pareggiato col contrasto del plasma. Immmediatamente i LED sono ora commercializzati come prodotto top e i vecchi LCD fanno schifo perché hanno basso contrasto (lo dice proprio la pubblicità): credete che qualcuno dei beoti che hanno comprato per anni LCD convinti che fosse il prodotto top si siano resi conto di essere stati presi per anni egregiamente per il fondoschiena?



    Macché Laughing : e vissero tutti felici e contenti... magari ricomprando tutti i televisori di casa. Laughing Laughing Laughing Fino a che non ci sarà un nuovo prodotto dei sogni che lava più bianco del bianco.....

    Perché pensate che in ambito HI-Fi possa essere diverso? Chi ci si sa barcamenare continuerà a guadagnarci, ma sarà sempre un mercato di nicchia, forse estinto quando lo sarà la nostra generazione. A meno di un ritorno in auge della musica come messaggio ed estetica, a meno di un cambio epocale. A meno di un cambio di consapevolezza degli acquirenti.... due cose in cui credo poco....

    Ma, come si dice: chi vuol esser lieto sia, nel doman non v'è certezza....

    P.S: hai ragione Lorenzo, ma attenzione, la musica non è necessariamente un fatto individuale. Magari tutti imbambolati davanti allo stereo no, ma un tempo anche fare la pulizia con la consorte poteva essere un mezzo per mettere della musica di sottofondo.... e magari scambiarsi una opinione ogni tanto su questo o quel brano. Aldilà dell'aspetto più estremo delle nostre passioni, e quindi più individuale, è la funzione sociale della musica che è, oggigiorno, finita. Oggigiorno come sottofondo quando ricevi ospiti non metti più un disco: lasci accesa la televisione mentre vi scorrono imbecilli impegnati in reality o quiz idioti. Non mi sembra un bel passo avanti...


    Last edited by Pazzoperilpianoforte on Mon Sep 19, 2011 10:32 am; edited 1 time in total


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  Fausto on Mon Sep 19, 2011 10:31 am

    Buongiorno Air,
    hai titolato riferendoti espressamente al mondo hi_fi.
    Nel postarti non considero per nulla il cosidetto mondo hi_end.
    Fai interessanti osservazioni.
    Osservazioni sulle quali sarebbe opportuno riflettere ognuno con se stesso.
    Aggiungo solo che, durante la mia visita al TAVS, ho "voluto" espressamere notare il "taget" dei prezzi in riferimento a quanto esposto.
    Ho visto, ma spero di essermi confuso, un "target" decisamente alto.
    Un "target" ormai fuori dalla portata di tasche del cosidetto ceto_medio. (spero non sia politica ma non credo)
    Probabilmente, in questo difficile momento generale, credo che neppure un "ribasso" potrebbe aiutare seriamente il settore.
    Ci vorrà del tempo, nella speranza di una ripresa, perchè il ceto_medio possa di nuovo avvicinarsi con più serenità a prezzi non proprio "bassi" ma che non dovranno sicuramente "andare oltre"....
    Credo che queste mie considerazioni possano aggiungersi alle tue.
    Ripeto: non è mia intenzione far politica o differenziare.
    Solo un pensiero dopo il TAVS.
    Ciao.
    sunny sunny sunny


    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9831
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 47
    Località : Italia

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  Amuro_Rey on Mon Sep 19, 2011 10:46 am

    x Lorenzo :

    x Fausto : è proprio quello che ho detto, mia pare che ormai le case stiano aumentando sempre più il divario trà gli apparati per così dire "dozzinali" (tipo Made in China) e quelli Super/Mega Hi-End, perch ?
    Perto detto il mercato dei "ricchi" c'è sempre indipendetemente da qualsiasi crisi di mercato, vendo un ampli al mese dal costo di 10.000€ invece di 10 da 1.000€, e chi se ne frega ? Neutral

    La colpa è di TUTTI, da noi acquirrenti, ai commercianti, ai distributori, ai vari produttori, nessuno escluso, nessuno. tutti hanno una parte di colpe


    _________________
    Per sempre  P I R A T A       

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  Fausto on Mon Sep 19, 2011 11:03 am

    Amuro_Rey wrote:x Lorenzo :

    x Fausto : è proprio quello che ho detto, mia pare che ormai le case stiano aumentando sempre più il divario trà gli apparati per così dire "dozzinali" (tipo Made in China) e quelli Super/Mega Hi-End, perch ?
    Perto detto il mercato dei "ricchi" c'è sempre indipendetemente da qualsiasi crisi di mercato, vendo un ampli al mese dal costo di 10.000€ invece di 10 da 1.000€, e chi se ne frega ? Neutral

    La colpa è di TUTTI, da noi acquirrenti, ai commercianti, ai distributori, ai vari produttori, nessuno escluso, nessuno. tutti hanno una parte di colpe

    Amuro,
    non credo che sia proprio una scelta delle case, distributori o venditori.
    E' il mercato che sta purtroppo andando in questo senso e non solo nell'hi_fi.
    Non credo che per il mercato dell'alta_fedeltà sia meglio vendere un ampli da 10.000 piuttosto che 10 da 1.000.
    Credo sia esattamente il contrario!
    Un ampli da 10.000 sarebbe venduto ugualmente.
    Il problema è che mancano gli acquirenti per 10 da 1.000!
    Mancando la domanda diminuisce l'offerta.
    Le case si orientano verso altri "livelli" di offerta.
    Credo che la crisi nei settori di consumo "medio", soprattutto se "non" necessario, sia SPAVENTOSA!
    Sono convinto che la "ripresa" DOVRA' necessariamente passare attraverso questo "target".
    Diversamente non saprei....
    sunny sunny sunny
    Scusa AIR se sono andato magari un pò fuori tema.
    Dimmi tu se il discorso è attinente il tuo 3D e può continuare ed interessare.
    sunny sunny sunny



    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  Cricetone on Mon Sep 19, 2011 11:08 am

    sono d'accordo con tutti,soprattutto su chi dice che ormai usare il cervello è fuori moda,che se sei esigente sei un rompipalle pignolo,che c'è un conformismo allucinante,che 3/4 delle gente non ha nessun interesse ed è quasi analfabeta e molto ignorante(anche tanti laureati...),che Pasolini 50 anni fa aveva descritto perfettamente la società di oggi,che l'acquirente medio è solo un apatico pollo da spennare e lasciar contento,che l'italiano medio è passato dallo stare sbragato davanti al bar o nella taverna a bere e farsi i caxxi degli altri,a rincoglionirsi davanti a sua maestà la tv,e non è un caso che quando anche il piu povero degli italiani è riuscito a comprare la tv,il cinema italiano sia morto...Il risultato è che si dice tutto ed il contrario di tutto,e tanti non capsicono un caxxo perchè gli hanno detto che si leggono solo i libri di scuola,e che non si deve ragionare,si devono solo ingurgitare dogmi...
    Il risultato quale sarà:che l'occidente dovrà a breve venderà tutto a cina,india e brasile...

    quoto una mia vecchia discussione:
    Salv.Scarfone wrote:Sull'enciclopedia geografica IL MILIONE,edita da deagostini nel 1967,nella sezione dedicata all'Italia,dopo aver parlato di storia geografia,etc etc,arriviamo nella parte in cui parla di usi e costumi del nostro paese... Stampatevi e leggetevi queste due pagine,e scoprirete amaramente che,nonostante ci sia scritto che,nel 1967,quel modo di fare e pensare,purtroppo se lo portavano dietro da 30-50 anni(quindi diceva che l'italia nel 67 era ancora come quella dei primi del '900),arriverete a ritrovarvi perfettamente ancora oggi,vi riconoscerete in quelle righe. Alcune,tante cose,davvero non sono cambiate,altre magari si sono solo trasformate,ma la struttura di base è rimasta identica.In pratica scoprirete che,dal 1930 ad oggi l'unico reale cambiamento è stato il cellulare...

    Se queste due pagine non vi bastano,posso postarvi anche altre sezioni,dove parla dei divertimenti,della tv,dello sport,vita di paese,emigrazione e pseudo cambiamenti avvenuti...




    P.S.Permettetemi di sottolineare l'eccellenza di questa enciclopedia che,nonostante abbia 40 anni,risulta ancora interessantissima,ricchissima di contenuti,e che vi può far pure riflettere come in questo caso.Consideriamo il fatto che è un'edizione pregevolissima,con copertina in finta pelle con bordo in oro 24kt,stampata su carta di notevolissima qualità,e che dopo 40 anni è ancora bianca,che è in formato lusso(è alta 33cm)e considerate che se un'enciclopedia di media qualità pesa 2kg,questa ne pesa 4,2,segno della grande qualità della carta usata,e quindi della qualità delle stampe anche quelle a colori.Considerando che son 15 volumi,e che ora li potete trovare a 50€ tutti,io sinceramente non me la farei sfuggire,se non la possedete.CONSIGLIATA VIVISSIMAMENTE!MI DITE UN'ALTRA ENCICLOPEDIA CHE DOPO 40 ANNI è ANCORA INTERESSANTISSIMA DA LEGGERE? sunny

    QUA LE DUE PAGINE SCANNERIZZATE

    http://i165.photobucket.com/albums/u65/salvscarfone/dailmilione.jpg

    http://i165.photobucket.com/albums/u65/salvscarfone/dailmilione2.jpg

    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9831
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 47
    Località : Italia

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  Amuro_Rey on Mon Sep 19, 2011 11:32 am

    Salv.Scarfone wrote:... a sua maestà la tv,e non è un caso che quando anche il piu povero degli italiani è riuscito a comprare la tv,il cinema italiano sia morto...Il risultato è che si dice tutto ed il contrario di tutto,e tanti non capsicono un caxxo perchè gli hanno detto che si leggono solo i libri di scuola,e che non si deve ragionare,si devono solo ingurgitare dogmi...

    Il cinema Italiano, o meglio il cinema e la musica non sono "morti" per la TV o per Internet, sono morti perchè sono remasti legati al "VECCHIO" (vedi la nostra bellissima SIAE) e sono rimasti convinti che la crisi si batte alzando semrpe e costantemente i prezzi Neutral Neutral , invece questa politica ne è la pietra TOMBALE !
    Ma come si fa oggi ad andare al cinema e spendere oltre 10€ a persona per 2 ore di film ??
    Ma i vari distributori e la SIAE e le case prodruttrici se ne stanno rendendo conto che è assurdo ??
    Idem con patate per i CD musicali, la SIAE è "VECCHIA" e ragiona da "VECCHIA" e quindi non lamentiamoci che tutti scaricano dalla rete file MP3 a 128kb dicendo "minkia come si sente bene" ...

    P.S. sono andato OT, sorry Embarassed


    _________________
    Per sempre  P I R A T A       

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16085
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  Geronimo on Mon Sep 19, 2011 12:50 pm

    Amuro_Rey wrote:Be io non ho fatto quel post, ma in mio precedente post ho praticacmente fatto un commento simile, scheda madre troppo piccola e struttura esterna troppo sottile.
    E' vero il mio commento, senza avere alscoltato l'ampli in questione, ha poco senso, ma essendo abituato al mio attuale Maestro70 che ha lamiere spesse un dito e condesatori enormi mi pare che la differenza trà i due balzasse agli occhi in modo inequivocabile e sfido chiunque a dire di non avere anche solo pensato alla stessa cosa appena visto l'interno del nuovo ampli indipendentemente dal fatto di sapere assolutamente come kaxxo sia fata la scheda madre del nuovo ed il funzionamento dei componenti saldati su di essa

    Che a te il nuovo arrivato non ispiri è perfettamente legittimo ma non puoi confrontare due integrati appartenenti a due linee differenti. Infatti è ovvio che all'interno dello stesso marchio a maggior costo corrisponda, fra l'altro, un maggior dispendio di materiali (in questo caso lamiere più spesse).
    Sarebbe come confrontare un Audi A4 con un Audi A7.

    Secondo me è sbagliato voler trovare sempre il migliore o il peggiore, bisogna cominciare a pensare in termini di esigenze differenti sunny


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10871
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  Banano on Mon Sep 19, 2011 12:52 pm

    le colpe son molte, tra le quali anche il bum immobiliare che ha portato le persone a vivere in situazioni impensabili fino a 20 anni fa...

    Un tempo, in qualsiasi appartamento, c'era un igresso che dominava, poi trovavi le stanze...cucina da una parte e soggiorno dall'atra..più un fondo le camere ed il bagno... Oggi esiste questo "grande" openspace, dove troviamo tutt'assieme ingressocucinasoggiornosalotto, di non più di una ventina di metri quadri...ovvio che in quest'ambiente preferisco mettere degli squallidi cubetti piuttosto delle Klipsch La Scala...

    ...è difficile rapportarsi con la società odierna a causa di una serie di problematiche tutte assieme isolano sempre di più il mondo audio...che possiamo fare?!....io sinceramente ADORO ascoltare in questa maniera...certo a volte è esagerato...ma garantisco che mi fa provare delle emozioni incredibili!

    ...PPP menziona la problematica del'ascolto in situazioni lontane da casa, è vero, perchè la musica oggi (più di ieri) la rosicchi quando puoi, in metrò, in palestra o in auto ecc....ma il 99% delle volte, in queste situazioni, NON SI PUO' essere concentrati all'ascolto, perciò si può ascoltare tranquillamente ad una qualità mediocre....Quello che non capisco è come CHI ama la musica non senta la necassità di qualcosa di più...10 minuti, Un'ora, un pomeriggio intenso da dedicargli...io lo trovo necessario.


    _________________
    Il mio Impianto
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t14-l-impianto-di-bananetto?highlight=bananetto

    [i]In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31483
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  Massimo on Mon Sep 19, 2011 1:21 pm

    Elcaset wrote:
    ... ma non puoi confrontare due integrati appartenenti a due linee differenti. Infatti è ovvio che all'interno dello stesso marchio a maggior costo corrisponda, fra l'altro, un maggior dispendio di materiali (in questo caso lamiere più spesse).
    Sarebbe come confrontare un Audi A4 con un Audi A7.

    Secondo me è sbagliato voler trovare sempre il migliore o il peggiore, bisogna cominciare a pensare in termini di esigenze differenti sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  aircooled on Mon Sep 19, 2011 1:47 pm

    pavel wrote:L'HiFi, intesa nel modo classico, sta morendo secondo me.
    Non c'è una colpa ben specificata.......c'è stato l'avvento della musica liquida, che seppellirà l'HiFi classico.
    Questo, chi costruisce HiFi lo sa...è solo questione di tempo. Dove c'è molta tecnologia (come nella musica liquida) c'è INNOVAZIONE all'ordine del giorno. Un po come i Computer, la telefonia..ecc.ecc.
    Quindi c'è un giro di soldi impressionante ed una concorrenza devastante. Non è un caso infatti che IN GENERALE un impianto per la musica liquida costa X volte di meno di un impianto hifi.

    In HiFi, c'è rimasto davvero molto poco da inventare. Per cui i costruttori mirano a vendere qualche pezzo...e nulla più. Per fare questo di deve riccorere a prezzi esorbitanti. In attesa che anche i grandi brand HiFi, si buttino a capofitto nella liquida. E sta succedendo....e succederà sempre più. Anche perchè parliamoci chiaramente...dove c'è musica liquida, c'è un compromesso tra tecnologia e mondo del Professionale.
    Nel professionale...si fanno molto meno chiacchiere e molti più fatti pratici.E i prezzi sono notevolmente più bassi.

    Poi.....restano i romantici come noi che NON vedono o non vogliono vedere, ma la reatà e qui. La liquida è il domani. L'HiFi (la NOSTRA HiFi) è ai titoli di coda.
    nonostante quello che dici mi pare fuori dal contesto che avevo previsto devo dire che non capisco cosa intendi per musica liquida risparmiosa e innovativa, la differenza tra liquida e solida sta solo nel fatto di non avere la meccanica di lettura, in tutto il resto non cambia una virgola, ammenoche tu non intenda la liquida come nel 99,9999% dei casi come diversivo divertente, allora si ti do ragione è più economica e divertente, nel caso invece intendi il classico ascolto audiofilo non cambia una mazza a parte sostituire una meccanica con un pc settato a dovere che costa spesso più di una discreta meccanica


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  aircooled on Mon Sep 19, 2011 1:50 pm

    Amuro_Rey wrote:Be io non ho fatto quel post, ma in mio precedente post ho praticacmente fatto un commento simile, scheda madre troppo piccola e struttura esterna troppo sottile.
    E' vero il mio commento, senza avere alscoltato l'ampli in questione, ha poco senso, ma essendo abituato al mio attuale Maestro70 che ha lamiere spesse un dito e condesatori enormi mi pare che la differenza trà i due balzasse agli occhi in modo inequivocabile e sfido chiunque a dire di non avere anche solo pensato alla stessa cosa appena visto l'interno del nuovo ampli indipendentemente dal fatto di sapere assolutamente come kaxxo sia fata la scheda madre del nuovo ed il funzionamento dei componenti saldati su di essa
    Badate bene che io non ho mai detto che suona male, ma solo che "visivamente" il nuovo ampli della famosa casa Italiana non mi faceva sicuramente un bell'effetto, e lo ribadisco, a me non piace
    Sbaglio ?
    Stò dicendo un mare di kaxxate ?
    Sono da bandire dal forum ?
    Non sono un vero amante dell'Hi-Fi ?
    Non lo so giudicate Voi, certo è che io AMO i prodotti di questa casa Italiana (a differenza di quello che qualcuno possa pensare su questo forum), tantè che il successore del Maestro lo stò comunque cercando trà i Loro prodotti, cerrto è che questo "nuovo" nato, anche se suonasse meglio del mio attuale (e sinceramente ancora non ne ho alcuna prova), non sono così sicuro che lo comprerei anzi ...
    Non solo sono curioso anche di vedere i nuovi prodotti che usciranno per vedere che piega stanno prendendo, e da quello che stò capendo mi pare una divisione sempre più NETTA trà Hi-Fi "per tutti" ed Hi-Fi "per pochissssssimi", lasciando un enorme buco nel mezzo


    P.S. comunque è colpa MIA !
    Amuro il brand non c'entra nulla, il mio ragionamento verte su altro, se vogliamo essere duri sull'ignoranza cronica accompagnata da feticismo occhialuto, come ben esplicità KRELL2


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  aircooled on Mon Sep 19, 2011 1:53 pm

    Fausto wrote:Buongiorno Air,
    hai titolato riferendoti espressamente al mondo hi_fi.
    Nel postarti non considero per nulla il cosidetto mondo hi_end.
    Fai interessanti osservazioni.
    Osservazioni sulle quali sarebbe opportuno riflettere ognuno con se stesso.
    Aggiungo solo che, durante la mia visita al TAVS, ho "voluto" espressamere notare il "taget" dei prezzi in riferimento a quanto esposto.
    Ho visto, ma spero di essermi confuso, un "target" decisamente alto.
    Un "target" ormai fuori dalla portata di tasche del cosidetto ceto_medio. (spero non sia politica ma non credo)
    Probabilmente, in questo difficile momento generale, credo che neppure un "ribasso" potrebbe aiutare seriamente il settore.
    Ci vorrà del tempo, nella speranza di una ripresa, perchè il ceto_medio possa di nuovo avvicinarsi con più serenità a prezzi non proprio "bassi" ma che non dovranno sicuramente "andare oltre"....
    Credo che queste mie considerazioni possano aggiungersi alle tue.
    Ripeto: non è mia intenzione far politica o differenziare.
    Solo un pensiero dopo il TAVS.
    Ciao.


    bingo, il prezzo oramai fuori controllo non è dovuto a esigenze di progetto, ma molto più semplicemente a esigenze visive di mercato


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  aircooled on Mon Sep 19, 2011 1:54 pm

    Amuro_Rey wrote:x Lorenzo :

    x Fausto : è proprio quello che ho detto, mia pare che ormai le case stiano aumentando sempre più il divario trà gli apparati per così dire "dozzinali" (tipo Made in China) e quelli Super/Mega Hi-End, perch ?
    Perto detto il mercato dei "ricchi" c'è sempre indipendetemente da qualsiasi crisi di mercato, vendo un ampli al mese dal costo di 10.000€ invece di 10 da 1.000€, e chi se ne frega ?

    La colpa è di TUTTI, da noi acquirrenti, ai commercianti, ai distributori, ai vari produttori, nessuno escluso, nessuno. tutti hanno una parte di colpe
    tutte le figure che stanno prima dell'acquirente finale hanno una sola mission, andare dietro a quello che il mercato richiede, chi è il mercato????????


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  Dragon on Mon Sep 19, 2011 2:44 pm

    aircooled wrote:
    chi è il mercato????????

    Il mercato sono gli acquirenti, la "domanda" degli acquirenti fa il mercato!

    Non solo in alta fedeltà...il bello è che non ce ne rendiamo conto...


    P.S. Ma perchè non appare la firma nei miei post?...


    _________________
    Ai cavalli mettono i paraocchi...noi li abbiamo a corredo fin dalla nascita.

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21510
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  pluto on Mon Sep 19, 2011 3:02 pm

    aircooled wrote:
    tutte le figure che stanno prima dell'acquirente finale hanno una sola mission, andare dietro a quello che il mercato richiede, chi è il mercato????????[/quote]

    Si e no Air.

    Si nel senso che dovrebbe fondamentalmente essere come dici tu. No perchè le ditte grosse e con un management con le palle, in realtà creano un mercato e una domanda anche laddove questa domanda è pigra. E' l'esempio che citava PPP x i televisori nel passaggio Plasma, LCD, LED etc.

    Vero che queste strategie molto sofisticate si applicano più a grossi mercati consumers (TV e telefonini). Assai meno nei numeri modesti di un costruttore AIFAI di piccole medie dimensioni.

    Però ragazzi nessuno ha sottolineato un piccolo aspetto che è in realtà il principale (o forse mi è sfuggito): la crisi generale. La pecunia manca nelle tasche delle famiglie e quindi si hanno priorità esatte di acquisto
    - mangiare
    - casa (mutuo o affitto)
    - si risparmia sui vestiti e scarpe e si spende solo quando occorre o quasi
    - si spende x l'istruzione dei figli
    - si spende nei telefonini
    - a viaggi e vacanze non si rinuncia o perlomeno lo si fa a malincuore
    - si esce meno al ristorante
    - leasing auto
    - elettrodomestici e TV + computers a rate

    Resta l'hifi.
    Voi dove la mettete nelle Vs priorità familiari? E se nella grande maggioranza dei casi la risposta è quella che temo ( cioè al 1° posto ), hai voglia discutere di problematiche degli operatori, dei giornalisti dei consumatori che sono boccaloni. Tutte cose giuste. Ma la 1a e più importante è che manca la grana . Period

    Ospite
    Guest

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  Ospite on Mon Sep 19, 2011 3:21 pm

    Musica liquida.........
    Basta una scheda audio di derivazione Professionale. Un paio di casse preamplificate, e tanta musica rippata di ottima registrazione.
    Con 2000 euro ascolti musica DOC. Poi volendo puoi metterci un converitore, una meccanica,ecc.ecc. Ma alla base non servono.
    Dunque se l'alternativa all hifi e' questa capisci bene che l'hi-fi per sopravvivere deve sparare prezzi pazzi. Infatti non e' un caso che mentre una volta in hifi c'erano i canonici 3 livelli (basso, medio , alto) ad oggi ci sono solo entry level (dove l'hi-fi sopravvive in termini di quantità di unita vendute) e hiend (dove l'hi-fi ci racconta che sopravvive per impianti qualitativamente TOP).
    Ormai il mercato sta girando. Basta entrare in qualsiasi sito internet di musica e vedere cosa puoi fare con un PC e pochi soldi.
    Aggiungo che e' il mio parere che l'hi-fi prima di esalare l'ultimo respiro stia sparando le sue ultime cartucce.
    Fatte di prezzi folli, ricarichi, ecc.ecc. Intorno all'hi-fi mangia un sistema ormai collaudato e navigato.
    Nella liquida e' ancora tutto da sfruttare. C'e' un limone nuovo da spremere, e c'e spazio per tutti. In hifi era tutto disegnato da tempo. E o eri dentro il gioco o eri fuori. Il limone era spremuto già da tempo.
    Ma questa e' solo la mia modesta opinione.

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: LA FAMOSA CRISI DELL'hifi: LA COLPA E'........

    Post  aircooled on Mon Sep 19, 2011 3:25 pm

    pluto wrote:
    Si e no Air.

    Si nel senso che dovrebbe fondamentalmente essere come dici tu. No perchè le ditte grosse e con un management con le palle, in realtà creano un mercato e una domanda anche laddove questa domanda è pigra. E' l'esempio che citava PPP x i televisori nel passaggio Plasma, LCD, LED etc.

    Vero che queste strategie molto sofisticate si applicano più a grossi mercati consumers (TV e telefonini). Assai meno nei numeri modesti di un costruttore AIFAI di piccole medie dimensioni.

    Però ragazzi nessuno ha sottolineato un piccolo aspetto che è in realtà il principale (o forse mi è sfuggito): la crisi generale. La pecunia manca nelle tasche delle famiglie e quindi si hanno priorità esatte di acquisto
    - mangiare
    - casa (mutuo o affitto)
    - si risparmia sui vestiti e scarpe e si spende solo quando occorre o quasi
    - si spende x l'istruzione dei figli
    - si spende nei telefonini
    - a viaggi e vacanze non si rinuncia o perlomeno lo si fa a malincuore
    - si esce meno al ristorante
    - leasing auto
    - elettrodomestici e TV + computers a rate

    Resta l'hifi.
    Voi dove la mettete nelle Vs priorità familiari? E se nella grande maggioranza dei casi la risposta è quella che temo ( cioè al 1° posto ), hai voglia discutere di problematiche degli operatori, dei giornalisti dei consumatori che sono boccaloni. Tutte cose giuste. Ma la 1a e più importante è che manca la grana . Period
    concordo e scondordo solo per una cosa, la presunta crisi dell'hifi non esiste come mercato, esiste invece quella indotta da certi comportamenti prettamente audiofili


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

      Current date/time is Sat Dec 03, 2016 4:41 pm