Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Taratura impianto analogico - Page 6
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Taratura impianto analogico

    Share

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  pevaril on Fri May 17, 2013 10:23 am

    pluto wrote:Scusate ma ho l'impressione (forse sbagliata) che si stiano confondendo 2 cose ben diverse.

    1) l'esatto montaggio del braccio sul giradischi, che va fatto usando scrupolosamente una dima specifica x il braccio e che non è universale ma specifica appunto. Questo nel caso in cui si debba montare un braccio su una base

    2) il posizionamento della testina, per il quale si possono usare infinite soluzioni a partire dai gadgets optionals tipo 1200 Technics Tool etc, fino a dime molto costose, alcune delle quali consentono anche soluzioni diverse come Pepe ricordava, ma entrambe utili x ascoltare bene

    Non mischiamo le cose pls

    Non è un'impressione sbagliata, difatti di imprecisioni se ne sentono tante.
    Personalmente, cerco sempre di informarmi correttamente prima di dire Laughing altrimenti, meglio non dire proprio.
    Mi sono reso conto, tralaltro, che esiste parecchia confusione su certi argomenti.

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  pluto on Fri May 17, 2013 10:30 am

    montanari wrote:se ti riferisci a me, io sono focus sulla dimatura della testina

    no in generale

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  pevaril on Fri May 17, 2013 10:33 am

    Fausto wrote:Si, io credo che Massimo si riferisse solamente alla testina.
    Ma magari è meglio precisare, così non si crea confusione in chi legge. ( vale per me in modo particolare perché sono imbranatissimo )
    Anche perché presuppongo che se un giradischi è già venduto con il braccio questo dovrebbe essere a posto.
    Perdonate se ho scritto eventuali inesattezze ma sono proprio alla 1^ elementare!
    sunny sunny sunny

    Certo, sia Massimo che io ci riferiamo alla dimatura della testina.
    Il discorso è scivolato sui bracci proprio perchè egli ha riportato alcune inesattezze sui bracci Thorens che molto sommessamente mi sono permesso di correggere o rettificare


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Fausto on Fri May 17, 2013 12:03 pm

    [quote="pevaril"]

    E' normale che possa esserci un po' di confusione.
    Del resto siamo in parecchi ( anche se a scrivere siamo sempre gli stessi ) e non tutti siamo a conoscenza di tutto o magari a volte non riusciamo a scrivere come vorremmo. ( IO PER PRIMO FACCIO AUTOCRITICA DI ME STESSO )
    Però è anche bello partecipare ed è anche molto importante farlo!
    Quindi ben vengano eventuali errori e gradite, cortesi correzioni.
    sunny sunny sunny

    azz Pevaril! scusa ma non mi è riuscito il quote .... sunny

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Fri May 17, 2013 5:25 pm

    pevaril wrote:
    Non è un'impressione sbagliata, difatti di imprecisioni se ne sentono tante.
    Personalmente, cerco sempre di informarmi correttamente prima di dire Laughing altrimenti, meglio non dire proprio.
    Mi sono reso conto, tralaltro, che esiste parecchia confusione su certi argomenti.
    Io mi riferivo come hai detto alla dimatura della testina, poi purtroppo quando si ha a che fare con molti gira e vari bracci può capitare di confondere o dimenticare, bisogna avere l'umiltà di riconoscerlo, certo non è da tutti, spesso ci si sente superiori agli altri , ma questo è un altro discorso.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4691
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  pepe57 on Fri May 17, 2013 7:08 pm

    pevaril wrote:
    ------------------------------------------------------------------------------------

    Lo so , lo so, ma sulle istruzioni dei Thorens (giradischi che meglio conosco) c'era sempre scritto che lo stilo deve essere perfettamente allineato con la mezzeria dello shell

    E' evidente, a mio parere, che il cantilever perfettamente centrale e parallelo rispetto ai lati del corpo testina ne facilita l' allineamento. D' altra parte è proprio il cantilever che deve stare diritto nei null points, non tanto il corpo testina.
    Quindi se si ha una testina con cantilever piegato in una o in un' altra direzione, quando si posizionerà la puntina, non metteremo lo stilo esattamente sul null point ma nel punto che corrisponde a quello in cui la testina si troverebbe se il cantilever fosse diritto (ad esempio se è piegato di 1 mm verso il centro, dovremo poggiarlo circa 1 mm più verso il centro e giusto un pelino più arretrato rispetto al null point).
    Questo ovviamente in quanto, poi in fase dinamica e di lettura, come spesso avviene (e se non accade da solo si fa in modo che accada)il cantilever ritroverà la sua naturale posizione centrale e parallela al corpo testina.
    Se non fosse così bisogna intervenire perché avvenga e non ci modifichi l' angolo di offset.

    Per quanto riguarda il VTA/AIS e la sua regolazione e modifica.
    Bisogna fare attenzione che certi bracci, prevedono la possibilità di alzare/abbassare il braccio ma questo NON al fine di modificare il VTA (o meglio AIS) bensì soltanto di mantenere una perfetta orizzontalità del braccio.
    La modifica dell' AIS /VTA, su questo tipo di bracci, si deve ottenere per l' appunto SOLO usando gli spessori.
    Questo perché alcuni bracci non possiedono la possibilità di modificare l' azimuth (VTL).
    Quando questo avviene, il braccio DEVE stare orizzontale durante la lettura (pena una perdita dell' azimuth originale ed ottimale con risultati nefasti sia sullo skating che sulla distorsione).
    Infatti, come dico sempre, il VTL/Azimuth è l' ultima cosa da regolare in un braccio.
    Se non si può regolare quindi, mai pensare di modificare l' inclinazione del braccio.
    In tal senso, questi bracci privi di regolazione di azimuth/VTL, di fatto, a mio parere non vogliono modificare VTA/AIS se non tramite gli spessori.
    Per cui sono definiti ad altezza variabile ma non a VTA variabile.
    sunny sunny


    Last edited by pepe57 on Fri May 17, 2013 8:30 pm; edited 1 time in total


    _________________
    Chi si accontenta gode
    Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
    QFLG@

    Paintball Milano

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Fri May 17, 2013 7:32 pm


    Giustissimo Pietro, regolare l'altezza del braccio serve solo a rendere perfetta l'orizzontalità del braccio rispetto al disco. sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  pevaril on Fri May 17, 2013 8:25 pm

    Massimo wrote:
    Giustissimo Pietro, regolare l'altezza del braccio serve solo a rendere perfetta l'orizzontalità del braccio rispetto al disco. sunny

    Regola non valida in assoluto, ma su determinati tipi di braccio.
    D'altronde lo si evince chiaramente dal messaggio di pepe57.


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  pevaril on Fri May 17, 2013 8:34 pm

    pepe57 wrote:

    E' evidente, a mio parere, che il cantilever perfettamente centrale e parallelo rispetto ai lati del corpo testina ne facilita l' allineamento

    Per quanto riguarda il VTA/AIS e la sua regolazione e modifica.
    Bisogna fare attenzione che certi bracci, prevedono la possibilità di alzare/abbassare il braccio ma questo NON al fine di modificare il VTA (o meglio AIS) bensì soltanto di mantenere una perfetta orizzontalità del braccio.
    La modifica dell' AIS /VTA, su questo tipo di bracci, si deve ottenere per l' appunto SOLO usando gli spessori.
    Questo perché alcuni bracci non possiedono la possibilità di modificare l' azimuth (VTL).
    Quando questo avviene, il braccio DEVE stare orizzontale durante la lettura (pena una non perdita dell' azimuth originale ed ottimale con risultati nefasti sia sullo skating che sulla distorsione).
    Infatti, come dico sempre, il VTL/Azimuth è l' ultima cosa da regolare in un braccio.
    Se non si può regolare quindi, mai pensare di modificare l' inclinazione del braccio.
    In tal senso, questi bracci privi di regolazione di azimuth/VTL, di fatto, a mio parere non vogliono modificare VTA/AIS se non tramite gli spessori.
    Per cui sono definiti ad altezza variabile ma non a VTA variabile.
    sunny sunny
    [/quote]E' evidente, a mio parere, che il cantilever perfettamente centrale e parallelo rispetto ai lati del corpo testina ne facilita l' allineamento[quote]

    Ovvio.

    Vorrei poi capire quale correlazione esiste tra AIS, VTL e orizzontalità del braccio, può essere che alcune nozioni di meccanica mi sfuggano e le rivedrò, ma sinceramente qualcosa non mi quadra.


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4691
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  pepe57 on Fri May 17, 2013 9:20 pm

    Un corretto allineamento di AIS porterebbe ad una modifica dell' altezza del braccio (in quanto l' Angolo di Incidenza Solco non sempre, anzi in teoria quasi mai rispettando le direttive del costruttore della testina, ci porterebbe ad un braccio perfettamente orizzontale.
    Il problema è che se il portatestina non è "rotabile" più alzerò il "culo" del braccio e più cambierò l' azimuth (VTL) della testina (che penderà sempre più verso il bordo esterno del disco se sarò sopra l' orizzontalità e verso l' interno se lo abbasso e ne sono sotto).
    VTL/Azimuth, VTA/AIS ed orizzontalità sono quindi legati da questo proprio perché la testina non è posizionata "diritta" lungo la canna del braccio ma forma un' angolo con essa (angolo di offset).
    Più vicino al fulcro sarà collocato questo angolo e più l' effetto sarà evidente (ad esempio sui vecchi bracci ad J o ad S) sulla variazione di Azimuth al variare del VTA.
    Per cui... se non si ha un braccio con Azimuth regolabile, il braccio deve stare orizzontale e stop.
    sunny





    _________________
    Chi si accontenta gode
    Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
    QFLG@

    Paintball Milano

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  pevaril on Fri May 17, 2013 10:38 pm

    pepe57 wrote:Un corretto allineamento di AIS porterebbe ad una modifica dell' altezza del braccio (in quanto l' Angolo di Incidenza Solco non sempre, anzi in teoria quasi mai rispettando le direttive del costruttore della testina, ci porterebbe ad un braccio perfettamente orizzontale.
    Il problema è che se il portatestina non è "rotabile" più alzerò il "culo" del braccio e più cambierò l' azimuth (VTL) della testina (che penderà sempre più verso il bordo esterno del disco se sarò sopra l' orizzontalità e verso l' interno se lo abbasso e ne sono sotto).
    VTL/Azimuth, VTA/AIS ed orizzontalità sono quindi legati da questo proprio perché la testina non è posizionata "diritta" lungo la canna del braccio ma forma un' angolo con essa (angolo di offset).
    Più vicino al fulcro sarà collocato questo angolo e più l' effetto sarà evidente (ad esempio sui vecchi bracci ad J o ad S) sulla variazione di Azimuth al variare del VTA.
    Per cui... se non si ha un braccio con Azimuth regolabile, il braccio deve stare orizzontale e stop.
    sunny










    [/quote]Un corretto allineamento di AIS porterebbe ad una modifica dell' altezza del braccio (in quanto l' Angolo di Incidenza Solco non sempre, anzi in teoria quasi mai rispettando le direttive del costruttore della testina, ci porterebbe ad un braccio perfettamente orizzontale.




    Perfetto. Anche questo è ovvio e scontato.




    Il problema è che se il portatestina non è "rotabile" più alzerò il "culo" del braccio e più cambierò l' azimuth (VTL) della testina (che penderà sempre più verso il bordo esterno del disco se sarò sopra l' orizzontalità e verso l' interno se lo abbasso e ne sono sotto)[quote]
    -------------------------------------------------------------------------------------


    Questo non mi quadra affatto,nel senso che non vedo alcuna relazione tra la variazione dell' asse orizzontale del braccio e asse verticale della testina.
    Ma, ripeto, è probabile che le mie conoscenze di fisica non siano pari alle tue.


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4691
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  pepe57 on Fri May 17, 2013 11:45 pm

    pevaril wrote:Il problema è che se il portatestina non è "rotabile" più alzerò il "culo" del braccio e più cambierò l' azimuth (VTL) della testina (che penderà sempre più verso il bordo esterno del disco se sarò sopra l' orizzontalità e verso l' interno se lo abbasso e ne sono sotto)


    Questo non mi quadra affatto,nel senso che non vedo alcuna relazione tra la variazione dell' asse orizzontale del braccio e asse verticale della testina.
    Ma, ripeto, è probabile che le mie conoscenze di fisica non siano pari alle tue.


    E' molto semplice in effetti:
    ti allego uno schizzo, immagina che, per esagerare l' effetto così capisci meglio, lo shell sia montato a 90* rispetto al braccio....
    e osserva cosa succede alla testina (rappresentata dal rettangolino azzurro e quello nero tutto a sx) se sollevo il retro del braccio che dalla posizione orizzontale blu, va a quella inclinata (nera)...

    chiaro adesso?
    sunny


    _________________
    Chi si accontenta gode
    Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
    QFLG@

    Paintball Milano

    cosm
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 739
    Data d'iscrizione : 2010-09-09
    Età : 40
    Località : Fano (PU)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  cosm on Sat May 18, 2013 9:20 am

    È molto interessante questo discorso. Il mio braccio non permette la regolazione dell'azimuth, ma avendo gli shell intercambiabili, la regolazione dell'azimuth la posso fare negli shell (alcuni la permettono). Quando invece uso uno shell leggero che non permette la rotazione devo regolare il braccio perfettamente orizzontale.
    Cavolo qui c'è sempre da imparare qualche cosa di nuovo sunny


    _________________
    Massimiliano

    cosm
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 739
    Data d'iscrizione : 2010-09-09
    Età : 40
    Località : Fano (PU)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  cosm on Sat May 18, 2013 9:28 am

    Però, scusa Pietro ma anche a me non torna una cosa. Se alzo il retro del braccio come nel disegno la testina avrà un diverso Vta, ma continuerà ad essere perpendicolare all'asse orizzontale, quindi perché dovrebbe modificarsi anche l'azimuth?


    _________________
    Massimiliano

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  pevaril on Sat May 18, 2013 10:01 am

    cosm wrote:Però, scusa Pietro ma anche a me non torna una cosa. Se alzo il retro del braccio come nel disegno la testina avrà un diverso Vta, ma continuerà ad essere perpendicolare all'asse orizzontale, quindi perché dovrebbe modificarsi anche l'azimuth?

    Per la verità è quello che sostengo anch'io, ma sinceramente avevo pensato di abbandonare momentaneamente il discorso vista la mia manifesta ignoranza Laughing sulle elementari leggi della fisica applicate alle leve del 1° ordine.
    Vedendo il tuo messaggio, tuttavia,non ho potuto fare a meno di quotarlo.


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4691
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  pepe57 on Sat May 18, 2013 5:27 pm

    cosm wrote:Però, scusa Pietro ma anche a me non torna una cosa. Se alzo il retro del braccio come nel disegno la testina avrà un diverso Vta, ma continuerà ad essere perpendicolare all'asse orizzontale, quindi perché dovrebbe modificarsi anche l'azimuth?



    Sgrunt...
    Rolling Eyes Rolling Eyes Neutral Neutral sunny sunny

    No, è proprio alzando il braccio dietro, che la testina. oltre ovviamente a perdere il VTA perde anche il VTL.
    sunny sunny


    Ora allego un altro schizzo sperando questo lo capiate meglio:
    sunny








    Il primo disegno a Sx rappresenta un teorico braccio tangenziale (visto dall' alto) in cui la testina è fissata (come si vede dai forellini t1 e t2) lungo l' asse del braccio stesso.
    Appoggiato su un piano orizzontale, ogni lato è a contatto con il piano stesso ed il lato AB è orizzontale.
    Ora se io alzo il punto F (fulcro del braccio) il lato AB resterà sempre poggiato sul piano orizzontale (e lui stesso sarà orizzontale quindi) e una testina fissata lì sotto resterebbe verticale (lateralmente).

    Ora se invece consideriamo l' ipotetico braccio imperniato di Dx nel disegno (con un offset esagerato di 90* e sempre visto dall' alto), vedremo che se dalla posizione di orizzontalità (ove ogni lato tocca il piano) lo sollevassimo nel punto F (il fulcro del braccio)
    il lato AB si staccherebbe (dalla parte del lato A) dal piano inclinandosi e con lui la eventuale testina (che è sempre fissata nei punti t1 e t2) che perderebbe l' azimuth verticale.
    Spero che stavolta vi sia più chiaro.
    cheers cheers


    _________________
    Chi si accontenta gode
    Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
    QFLG@

    Paintball Milano

    cosm
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 739
    Data d'iscrizione : 2010-09-09
    Età : 40
    Località : Fano (PU)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  cosm on Mon May 20, 2013 10:58 am

    Chiaro, stavo guardando la testina sull'asse sbagliato e quindi non mi tornava cheers cheers
    Grazie per la pazienza e per la spiegazione sunny sunny


    _________________
    Massimiliano

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4691
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  pepe57 on Mon May 20, 2013 12:07 pm

    cosm wrote:Chiaro, stavo guardando la testina sull'asse sbagliato e quindi non mi tornava cheers cheers
    Grazie per la pazienza e per la spiegazione sunny sunny


    Bene!
    sunny sunny
    In effetti mi ero scordato di segnare ed indicare il punto di osservazione della testina che deve stare sempre di fronte al lato AB (nella mia testa lo davo per scontato ma invece per chi legge potrebbe creare un po' di confusione).
    sunny sunny


    _________________
    Chi si accontenta gode
    Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
    QFLG@

    Paintball Milano

    montanari
    Moderatore mercatino

    Numero di messaggi : 5862
    Data d'iscrizione : 2011-04-06
    Età : 37
    Località : Morciano di R. - vespista

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  montanari on Thu Jun 20, 2013 7:27 pm

    montata la mia prima testina!
    sicuramente ci sarà qualcosa che non va, esperienza..
    ho settato con protactor su vinylengine per bracci rega, essendo il fulcro dal perno 222mm
    munito di lente, specchio, carta millimetrata e ovviamente protactor ho dapprima cercato di far corrispondere lo stilo sui due punti nulli C e C'
    nonostante già dalla prima volta mi pareva andasse bene, ho provato per puro scrupolo a far slittare la testina lungo lo shell, ma uno dei due punti nulli era sempre fuori asse
    nel mio caso sono riuscito a far corrispondere i 3 punti e con l'aiuto della lente e dello specchio a cercare di mettere il più possibile ortogonale la testina
    poi ho regolato peso di lettura e antiskating
    successivamente, mi pare anche su consiglio di qualche forumista (pietro?) mi sono accertato che lo stilo poggiando sul disco si mantenesse nella sua posizione originale e sempre perpendicolare
    non ho particolarmente stretto le viti della testa per non rovinare l'allineamento
    allego 2foto forse con poco senso visto la qualità delle immagini, vabbè




    dalla seconda immagine in foto mi sono accorto che non era perpendicolare e ho ripetuto l'operazione
    attualmente mi pare suoni molto bene, se pur la scena relegata nelle sue piccole dimensioni
    mi ci vuol la tenza più grandeeeeeeeeeeeeeeeee!!!


    _________________
    le spese grosse le facevo per i vinili o se non sono in flac godi solo la metà

    cosm
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 739
    Data d'iscrizione : 2010-09-09
    Età : 40
    Località : Fano (PU)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  cosm on Thu Jun 20, 2013 8:32 pm

    Grande!!!
    La soddisfazione di regolarsi il gira da soli è unica!!


    _________________
    Massimiliano

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Fri Jun 21, 2013 8:45 am

    Hai perfettamente ragione.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Adelmo
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 47
    Data d'iscrizione : 2015-03-08
    Località : Imola

    Rotazione shell testina

    Post  Adelmo on Wed Mar 18, 2015 9:43 am

    Ciao,

    Io ho un Thorens TD 160 con braccio TP 16. Recentemente ho costruito un nuovo plinth, ricablato il braccio in continuo da fonorivelatore a Pre Phono.
    Anche il mio shell ruota nonostante la ghiera sia bloccata.

    La rotazione a mio modesto parere è dovuta al non buon bloccaggio dello shell nero con la parte in alluminio che porta i contatti e si blocca nella canna del braccio.
    Guardando bene ho visto che nella parte interna del braccio ci sono delle punzonature atte a bloccare i 2 pezzi tra di loro. Le punzonatura verso l'esterno sono fatte meglio di quelle verso l'interno e penso che non blocchino bene lo shell nero e quindi una rotazione. Rotazione significa anche gioco e suono meno pulito o dettagliato.

    Sto dicendo delle sciocchezze, se si apprezzerei molto vostra opinione.

    Grazie cordiali saluti

    Adelmo

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Wed Mar 18, 2015 10:17 am

    Il fatto che ruota è normale, serve per la regolazione della perpendicolarità della testina, ma non deve esserci gioco e per ruotarlo si deve esercitare una minima forza se ruota solo muovendo il braccio c'è qualcosa che non va.
    Una foto aiuterebbe. sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Adelmo
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 47
    Data d'iscrizione : 2015-03-08
    Località : Imola

    Gioco

    Post  Adelmo on Fri Mar 20, 2015 4:01 pm

    Buongiorno Massimo,

    Grazie dell'informazione.

    Sono parzialmente in accordo con te, sicuramente mi sbaglio, ma una rotazione senza bloccaggio ha del gioco. Poi che vada bene in ogni caso è diverso, uno shell con l'azimut regolabile e bloccabile è il massimo, peccato non disponibile sul TP 16.

    Io volendo ricablare il braccio in continuo dalla testina al pre phono ho tolto i contatti nello shell e nella canna del braccio per farci passare i fili i clips.  Ritenete sia stato un errore ?

    Non mi preoccupo per il minor peso del braccio per via dei pezzettini che ho tolto e neanche del fatto che non sia più originale al 100%.

    Cordiali saluti

    Adelmo

    Adelmo
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 47
    Data d'iscrizione : 2015-03-08
    Località : Imola

    TUNING THORENS

    Post  Adelmo on Fri Mar 20, 2015 4:28 pm

    Sto leggendo i post per la taratura dei Thorens. Io ho un TD 160 del 1973 acquistato usato circa 12 anni fa.

    Ho rifatto il telaio in legno e appesantito con piombo ( penso di aver esagerato )

    Il fondo è, come consigliato anche da Massimo, di compensato di 20 mm d spessore, aperto al centro per evitare eventuali risonanze.

    Per i piedini ho usato temporaneamente dei gommini tipo quelli per le sedie, ma ho trovato dei piedini con forma tipo contropunta ( la punta non è molto a punta per sostenere abbastanza bene il peso e non deformarsi troppo ) che hanno anche la vite filettata che consente la messa in bolla come le contropunte. Pensate sia inutile o ne valga la pena montarle, visto che poi devo inserire la boccola filettata nel fondo.

    Grazie per suggerimento.

    Cordiali saluti

    Adelmo

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Mon Mar 23, 2015 9:26 am

    In Analogico niente potrà dare un risultato migliore di quello ottenuto con le continue esperimentazioni.
    Per i piedini usare l'uno o l'altro dipende da te, sono due suoni diversi.
    Il foro praticato sul fondo è per la vite di regolazione che potrebbe toccare il fondo, la sostituzione del fondo in cartone pressato con un altro da 20 mm. è quello che serve per le risonanze
    sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

      Current date/time is Fri Dec 09, 2016 6:29 pm