Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Audioscienziati vs. audiofili


supertrichi
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 384
Data d'iscrizione : 24.11.10

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da supertrichi Mer Feb 17 2021, 22:44

@Carlito ha scritto:

Per me, le emozioni trasportate nei progetti, sono arte allo stato puro.
Complimenti al forumer tuo amico, ed anche a tuo figlio.

Belle parole. Grazie @Carlito Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 1f60a
davidjus
davidjus
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 184
Data d'iscrizione : 11.02.19

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da davidjus Mer Feb 17 2021, 23:19

@capitanharlock ha scritto:‘Nartra volta.
Qui parliamo di elettrodomestici, non di Stradivari, né di Picasso.
Ma nulla, la magia, l’opera d’arte, l’apparizione, la sparizione, soprattutto la sparizione (degli sghei).
Certamente la sparizione degli sghei.....come negarlo
Ma anche l'Apparizione di tanti ragionier Filini, che si mettono a fare interminabili prosopee su cosa sia il My Fi e su cosa, invece, sia il vero Hi Fi.
Facendo passare per inoppugnabili verità scientifiche quello che invece è solo il frutto di una limitata mentalità da ragioniere
lalosna
lalosna
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3038
Data d'iscrizione : 19.08.12
Età : 60
Località : Cit Türin

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da lalosna Mer Feb 17 2021, 23:21

@capitanharlock ha scritto:‘Nartra volta.
Qui parliamo di elettrodomestici, non di Stradivari, né di Picasso.
Ma nulla, la magia, l’opera d’arte, l’apparizione, la sparizione, soprattutto la sparizione (degli sghei).

Ahh ecco, adesso ci siamo, come sempre nelle grandi questioni di principio,
è una questione di grani Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 650957


_________________
Bögè nen!!!
capitanharlock
capitanharlock
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1051
Data d'iscrizione : 03.03.10

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da capitanharlock Gio Feb 18 2021, 01:16

@davidjus ha scritto:
@capitanharlock ha scritto:‘Nartra volta.
Qui parliamo di elettrodomestici, non di Stradivari, né di Picasso.
Ma nulla, la magia, l’opera d’arte, l’apparizione, la sparizione, soprattutto la sparizione (degli sghei).
Certamente la sparizione degli sghei.....come negarlo
Ma anche l'Apparizione di tanti ragionier Filini, che si mettono a fare interminabili prosopee su cosa sia il My Fi e su cosa, invece, sia il vero Hi Fi.
Facendo passare per inoppugnabili verità scientifiche quello che invece è solo il frutto di una limitata mentalità da ragioniere
Come al solito, quando gli argomenti finiscono, o non ci sono mai stati, si ricorre a due tecniche: il ribaltamento della realtà (interminabili prosopopee, i miei messaggi sono di due o tre righe), e il tentativo di delegittimazione dell’interlocutore (ragionier Filini, pischello, limitata mentalità).
Dovrebbero coprire la mancanza di argomenti (ad di là dell’unico, “é così perché lo dico io”).
Dovrebbero.


Ultima modifica di capitanharlock il Gio Feb 18 2021, 09:25 - modificato 1 volta.
capitanharlock
capitanharlock
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1051
Data d'iscrizione : 03.03.10

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da capitanharlock Gio Feb 18 2021, 01:23

@supertrichi ha scritto:Mi sono fatto costruire da un talentuoso forumer, che purtroppo scrive poco,  un eccellente amplificatore per cuffie ibrido che  suona divinamente. 
Passato alle misure, con la scarsa dotazione in mio possesso, già si capiva che non reggeva le prestazione di un banalissimo simil Objective2 (opamp + BUF634) dal costo di circa 1/20
A mio avviso non ci sono paragoni a favore del primo. Scena più ampia, naturalezza, musicalità ecc.
Mio figlio, ingegnere elettronico, ha chiuso lapidario la discussione con una laconica frase:
" Stai ascoltando la distorsione che ti piace"
Finalmente una considerazione interessante.
C’è chi sostiene che una certa percentuale di distorsione di ordine pari, tipicamente di seconda armonica, sia piacevole, e questo spiegherebbe la “musicalità “ di analogico e valvolare.
Mi piacerebbe provare ad ascoltare dei file con “iniettatata” una certa dose di seconda armonica, rispetto agli originali, ricordo un qualche articolo su Stereophile o Absolute Sound in cui se ne discettava.
gianluca_ct
gianluca_ct
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 104
Data d'iscrizione : 18.10.19
Località : Catania

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da gianluca_ct Gio Feb 18 2021, 02:17

Secondo me il match audiofili vs audioscienziati non avrà mai un vincitore, non dovrebbe proprio esistere, perché sono due categorie diverse, anzi non è neanche lo stesso sport!


_________________
SORGENTE: Macbook Air - TIDAL HI-FI - Audirvana 3.5.44
CAVI USB: Curious Cable USB
DAC: CHORD Qutest
AMPLIFICATORE: LTA microZOTL - Sparkos Aries
CUFFIE: SPIRIT TORINO Twin Pulse Ragnarr
@custico
@custico
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1987
Data d'iscrizione : 08.03.16
Età : 45
Località : FE-BO

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da @custico Gio Feb 18 2021, 08:23

@capitanharlock ha scritto:
Finalmente una considerazione interessante.
C’è chi sostiene che una certa percentuale di distorsione di ordine pari, tipicamente di seconda armonica, sia piacevole, e questo spiegherebbe la “musicalità “ di analogico e valvolare.
Mi piacerebbe provare ad ascoltare dei file con “iniettatata” una certa dose di seconda armonica, rispetto agli originali, ricordo un qualche articolo su Stereophile o Absolute Sound in cui se ne discettava.

Dai un'occhiata sul blog di Archimago, dovrebbe essere uno dei blind test che ha organizzato con chi lo segue.


_________________
"Emancipate yourselves from mental slavery, none but ourselves can free our minds"

Saluti e buoni ascolti! sunny
davidjus
davidjus
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 184
Data d'iscrizione : 11.02.19

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da davidjus Gio Feb 18 2021, 14:23

@capitanharlock ha scritto:
@davidjus ha scritto:
@capitanharlock ha scritto:‘Nartra volta.
Qui parliamo di elettrodomestici, non di Stradivari, né di Picasso.
Ma nulla, la magia, l’opera d’arte, l’apparizione, la sparizione, soprattutto la sparizione (degli sghei).
Certamente la sparizione degli sghei.....come negarlo
Ma anche l'Apparizione di tanti ragionier Filini, che si mettono a fare interminabili prosopee su cosa sia il My Fi e su cosa, invece, sia il vero Hi Fi.
Facendo passare per inoppugnabili verità scientifiche quello che invece è solo il frutto di una limitata mentalità da ragioniere
Come al solito, quando gli argomenti finiscono, o non ci sono mai stati, si ricorre a due tecniche: il ribaltamento della realtà (interminabili prosopopee, i miei messaggi sono di due o tre righe), e il tentativo di delegittimazione dell’interlocutore (ragionier Filini, pischello, limitata mentalità).
Dovrebbero coprire la mancanza di argomenti (ad di là dell’unico, “é così perché lo dico io”).
Dovrebbero.

Davvero divertente il tuo commento. Giustamente gli argomenti sono soltanto quelli a supporto di una determinata teoria....gli altri non contano...gli altri sono solo degli oscurantisti, irrazionali, ingenui (nel senso che si fanno spennare) e anche presuntuosi (perchè non ammettonono di essere dei polli).
Invece voi, dietro lo sbandieramento di presunte e certissime verità scinetifiche, portate la luce, in un mondo di oscurità, di My Fi.


Eppure di argomentazioni validissime (purtroppo anche cancellate) ne sono state portate...... eccome
es che le misurazioni in campo audio non sono tutto (anche se indubbiamente importanti), che probabilmente in quelle misurazioni non si tiene conto di parametri fondamentali. Addirittuta ti è stato detto che quel famoso Topping ad una prova di laboratorio e con lo stesso strumento di misurazione, ha dato risultati molto diversi rispetto a quelli forniti dai chinolabs. Alcuni parlano di "controreazione negli amplificatori" (per cui gli ampli misurerebbero molto bene ma suonerebbero un pò meno bene), ecc, ecc
Ma questo non ha mai fatto nascere alcun dubbio, non ha infranto alcuna vostra certezza fideistica negli audio scienziati. Eppure il dubbio dovrebbe essere a fondamento di ogni buona scienza, come insegna il buon Cartesio (uno dei padri della scienza moderna)


Come sempre la verità sta nel mezzo, o meglio sta in entrambe le parti, Quello che personalmente mi dà molto fastidio è questa unilateralità, questo chiudersi a riccio, questa mentalità limitata, fideistica, questa boria...spacciata per scienza. Questo essere e ragionare come Filini e credersi un sapiente.


Ultima modifica di davidjus il Gio Feb 18 2021, 14:44 - modificato 1 volta.
marco59
marco59
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1087
Data d'iscrizione : 08.03.12
Età : 62
Località : Gorizia

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da marco59 Gio Feb 18 2021, 14:39

@Edmond ha scritto:Caro Mastro Birraio, la questione è vecchia come la riproduzione musicale. Da una parte chi ha fede solo nelle misure, sostenendo, al limite, che ciò che ha ottime misure suona sicuramente bene, dall'altra chi ha fede solo nel proprio orecchio e che delle misure non se ne fa nulla... l'importante è solo che l'apparecchio suoni bene.
Da un certo punto di vista, comprendo chi dice: in fondo tutto questo ciarpame serve solo per ascoltare la musica, quindi è fondamentale che suoni bene... O meglio, che suoni come piace a me, perché alla fine ognuno di noi ha un concetto strettamente personale di quale sia il suono "buono e bello".
Personalmente ritengo che le misure abbiano il loro peso, ovvero che la progettazione di un apparecchio sia ben fatta e rispetti i canoni tecnici minimi per essere in grado di riprodurre in modo corretto il contenuto di un qualsivoglia supporto. D'altra parte questo rispetto non vsignifica automaticamente che un apparecchio ben progettato suoni "necessariamente bene", Ma qui il problema è assolutamente soggettivo e non discutibile. Chi ama la distorsione di seconda armonica, farà spesso fatiìca ad apprezzare un apparecchio che di distorsione non ne ha, ma che è privo di calore. E, ovviamente, chi ama un suono rigoroso farà fatica ad accettare distorsioni di seconda armonica elevate.
Direi quindi che il confronto è abbastanza privo di senso, o meglio: è argomento perfetto per insultarsi nei forum! Lo abbiamo visto ampiamente negli ultimi 20 anni...
Credo quindi che una sana progettazione, suffragata da buone misure, sia una base di partenza necessaria, anche per sapere se i propri sesterzi sono stati spesi bene o no. Dopodiché, sarà il nostro desiderio di suono personale che indirizzerà le scelte, anche in parziale difformità dalla sana progettazione. Amen...

Complimenti per l'acquisto del Benchmark, sicuramente un apparecchio di alto livello.
Mi accodo. Per toni e contenuto.  Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 704751


_________________
Cdp/sacd: Yamaha CDS3000 - Streamer di rete Cambridge Azur 851N/Qobuz - Ampli: integrato valvolare Primaluna Dialogue Premium HP - Diffusori Opera Quinta SE - Cuffie: Hd800 - Hifiman Susvara - Ampli cuffie: Primaluna D.P. HP, Audio DG HE9 - Audio DG Master 9.
capitanharlock
capitanharlock
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1051
Data d'iscrizione : 03.03.10

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da capitanharlock Gio Feb 18 2021, 18:01

@davidjus ha scritto:
@capitanharlock ha scritto:
@davidjus ha scritto:
@capitanharlock ha scritto:‘Nartra volta.
Qui parliamo di elettrodomestici, non di Stradivari, né di Picasso.
Ma nulla, la magia, l’opera d’arte, l’apparizione, la sparizione, soprattutto la sparizione (degli sghei).
Certamente la sparizione degli sghei.....come negarlo
Ma anche l'Apparizione di tanti ragionier Filini, che si mettono a fare interminabili prosopee su cosa sia il My Fi e su cosa, invece, sia il vero Hi Fi.
Facendo passare per inoppugnabili verità scientifiche quello che invece è solo il frutto di una limitata mentalità da ragioniere
Come al solito, quando gli argomenti finiscono, o non ci sono mai stati, si ricorre a due tecniche: il ribaltamento della realtà (interminabili prosopopee, i miei messaggi sono di due o tre righe), e il tentativo di delegittimazione dell’interlocutore (ragionier Filini, pischello, limitata mentalità).
Dovrebbero coprire la mancanza di argomenti (ad di là dell’unico, “é così perché lo dico io”).
Dovrebbero.

Davvero divertente il tuo commento. Giustamente gli argomenti sono soltanto quelli a supporto di una determinata teoria....gli altri non contano...gli altri sono solo degli oscurantisti, irrazionali, ingenui (nel senso che si fanno spennare) e anche presuntuosi (perchè non ammettonono di essere dei polli).
Invece voi, dietro lo sbandieramento di presunte e certissime verità scinetifiche, portate la luce, in un mondo di oscurità, di My Fi.


Eppure di argomentazioni validissime (purtroppo anche cancellate) ne sono state portate...... eccome
es che le misurazioni in campo audio non sono tutto (anche se indubbiamente importanti), che probabilmente in quelle misurazioni non si tiene conto di parametri fondamentali. Addirittuta ti è stato detto che quel famoso Topping ad una prova di laboratorio e con lo stesso strumento di misurazione, ha dato risultati molto diversi rispetto a quelli forniti dai chinolabs. Alcuni parlano di "controreazione negli amplificatori" (per cui gli ampli misurerebbero molto bene ma suonerebbero un pò meno bene), ecc, ecc
Ma questo non ha mai fatto nascere alcun dubbio, non ha infranto alcuna vostra certezza fideistica negli audio scienziati. Eppure il dubbio dovrebbe essere a fondamento di ogni buona scienza, come insegna il buon Cartesio (uno dei padri della scienza moderna)


Come sempre la verità sta nel mezzo, o meglio sta in entrambe le parti, Quello che personalmente mi dà molto fastidio è questa unilateralità, questo chiudersi a riccio, questa mentalità limitata, fideistica, questa boria...spacciata per scienza. Questo essere e ragionare come Filini e credersi un sapiente.

Vedo che ricorri alla terza tecnica: quella dell’inventarti cose che avrei scritto, sempre allo scopo di delegittimare l’interlocutore.
Vai alla pagina 1 di questo thread (o altre) e riportami per favore ove avrei scritto quanto dici.
Leggerai cose ben diverse.
Se invece vuoi proseguire a suonartela e cantartela, fai pure.
Lascio giudicare a chi legge dove stia la “boria” e chi sia il “Filini” fra noi due.
Ps: quanto alle misure “diverse” , io ancora aspetto di vederle pubblicate, ma, già, devo andare di persona al laboratorio, altrimenti non si può.
Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 775355
carloc
carloc
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 25669
Data d'iscrizione : 27.07.11
Località : Busto Arsizio (Motociclista)

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da carloc Gio Feb 18 2021, 18:06

Calmi ragazzi...i filini sono questi

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 000018366


_________________
Rem tene verba sequentur

https://www.ilgazeboaudiofilo.com/t3-regolamento

https://www.instagram.com/ilgazeboaudiofilo/?hl=it

https://www.facebook.com/gazeboaudiofilo/
davidjus
davidjus
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 184
Data d'iscrizione : 11.02.19

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da davidjus Gio Feb 18 2021, 18:20

@capitanharlock ha scritto:
@davidjus ha scritto:
@capitanharlock ha scritto:
@davidjus ha scritto:
@capitanharlock ha scritto:‘Nartra volta.
Qui parliamo di elettrodomestici, non di Stradivari, né di Picasso.
Ma nulla, la magia, l’opera d’arte, l’apparizione, la sparizione, soprattutto la sparizione (degli sghei).
Certamente la sparizione degli sghei.....come negarlo
Ma anche l'Apparizione di tanti ragionier Filini, che si mettono a fare interminabili prosopee su cosa sia il My Fi e su cosa, invece, sia il vero Hi Fi.
Facendo passare per inoppugnabili verità scientifiche quello che invece è solo il frutto di una limitata mentalità da ragioniere
Come al solito, quando gli argomenti finiscono, o non ci sono mai stati, si ricorre a due tecniche: il ribaltamento della realtà (interminabili prosopopee, i miei messaggi sono di due o tre righe), e il tentativo di delegittimazione dell’interlocutore (ragionier Filini, pischello, limitata mentalità).
Dovrebbero coprire la mancanza di argomenti (ad di là dell’unico, “é così perché lo dico io”).
Dovrebbero.

Davvero divertente il tuo commento. Giustamente gli argomenti sono soltanto quelli a supporto di una determinata teoria....gli altri non contano...gli altri sono solo degli oscurantisti, irrazionali, ingenui (nel senso che si fanno spennare) e anche presuntuosi (perchè non ammettonono di essere dei polli).
Invece voi, dietro lo sbandieramento di presunte e certissime verità scinetifiche, portate la luce, in un mondo di oscurità, di My Fi.


Eppure di argomentazioni validissime (purtroppo anche cancellate) ne sono state portate...... eccome
es che le misurazioni in campo audio non sono tutto (anche se indubbiamente importanti), che probabilmente in quelle misurazioni non si tiene conto di parametri fondamentali. Addirittuta ti è stato detto che quel famoso Topping ad una prova di laboratorio e con lo stesso strumento di misurazione, ha dato risultati molto diversi rispetto a quelli forniti dai chinolabs. Alcuni parlano di "controreazione negli amplificatori" (per cui gli ampli misurerebbero molto bene ma suonerebbero un pò meno bene), ecc, ecc
Ma questo non ha mai fatto nascere alcun dubbio, non ha infranto alcuna vostra certezza fideistica negli audio scienziati. Eppure il dubbio dovrebbe essere a fondamento di ogni buona scienza, come insegna il buon Cartesio (uno dei padri della scienza moderna)


Come sempre la verità sta nel mezzo, o meglio sta in entrambe le parti, Quello che personalmente mi dà molto fastidio è questa unilateralità, questo chiudersi a riccio, questa mentalità limitata, fideistica, questa boria...spacciata per scienza. Questo essere e ragionare come Filini e credersi un sapiente.

Vedo che ricorri alla terza tecnica: quella dell’inventarti cose che avrei scritto, sempre allo scopo di delegittimare l’interlocutore.
Vai alla pagina 1 di questo thread (o altre) e riportami per favore ove avrei scritto quanto dici.
Leggerai cose ben diverse.
Se invece vuoi proseguire a suonartela e cantartela, fai pure.
Lascio giudicare a chi legge dove stia la “boria” e chi sia il “Filini” fra noi due.
Ps: quanto alle misure “diverse” , io ancora aspetto di vederle pubblicate, ma, già, devo andare di persona al laboratorio, altrimenti non si può.
Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 775355

Guarda che il Filini non era rivolto a te , che trovo anche piuttosto simpatico, 
Si parlava di categorie generali. Embarassed, di atteggiamenti.
Poi non voglio deleggitimare nessuno, non prenderla sul personale. 
E certamente chi leggerà si farà la sua idea
Buona continuazione
capitanharlock
capitanharlock
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1051
Data d'iscrizione : 03.03.10

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da capitanharlock Gio Feb 18 2021, 18:21

@Edmond ha scritto:...
Personalmente ritengo che le misure abbiano il loro peso, ovvero che la progettazione di un apparecchio sia ben fatta e rispetti i canoni tecnici minimi per essere in grado di riprodurre in modo corretto il contenuto di un qualsivoglia supporto.
....
Credo quindi che una sana progettazione, suffragata da buone misure, sia una base di partenza necessaria, anche per sapere se i propri sesterzi sono stati spesi bene o no. Dopodiché, sarà il nostro desiderio di suono personale che indirizzerà le scelte, anche in parziale difformità dalla sana progettazione.
Ed è quello che sostengo pure io.
I mezzi per progettare in modo corretto un apparecchio hi-fi ci sono.
Una volta esistevano pure le norme al di sotto delle quali non ci si poteva fregiare del titolo hi-fi.
Ed è la stessa cosa che si sostiene sul sito che molti audiofili vedono come fumo negli occhi: un apparecchio, specie se costoso, non può e non deve misurare male.
Che però suoni “bene” é una giustificazione soggettiva, io posso con la stessa ragione dire che suona malissimo, ma sulle misure di base c’è poco da discettare.
E ancora aspetto di conoscere un altro settore dell’elettronica di consumo ove l’alta gamma abbia pessime misure.
Trovatemi una macchina fotografica, un tv, un pc di alta gamma che misuri peggio di uno che costa 10 volte meno.
Non ne esistono. 
Chissà perché.
Poonie
Poonie
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 18.09.12

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da Poonie Gio Feb 18 2021, 18:21

@capitanharlock ha scritto:‘Nartra volta.
Qui parliamo di elettrodomestici, non di Stradivari, né di Picasso.
Ma nulla, la magia, l’opera d’arte, l’apparizione, la sparizione, soprattutto la sparizione (degli sghei).
Sbagliato. 
Qui parliamo di manufatti che riproducono musica.
Un elettrodomestico è un frullatore, o un forno.

Tu, quando ti fai o ti fanno le lasagne cosa fai, le porti in laboratorio ad esaminare per essere sicuro che le dosi o la cottura erano giuste?

Mi fa molto piacere che tu risparmi un sacco su cavi e altro, chissà l'attrezzatura per test e misure che puoi permetterti...
Oppure.....oh, non è che hai risparmiato di brutto anche su quella?
Anche perchè, in fondo sono elettrodomestici. Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 588790


Il giudice ultimo, per il suono, è l'orecchio, lasciate perdere il Nobel, non state sovvertendo solo fondamenti secolari, ma anche la natura umana, e mi dispiace per voi perchè vi perdete la vera essenza dell'ascolto della musica.


_________________
**************************************************************************************

-- God bless Vintage --                                                                 -[i]- Avatar: Altec Lansing 600B -- [/i]
Poonie
Poonie
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 18.09.12

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da Poonie Gio Feb 18 2021, 18:26

@capitanharlock ha scritto:
@supertrichi ha scritto:Mi sono fatto costruire da un talentuoso forumer, che purtroppo scrive poco,  un eccellente amplificatore per cuffie ibrido che  suona divinamente. 
Passato alle misure, con la scarsa dotazione in mio possesso, già si capiva che non reggeva le prestazione di un banalissimo simil Objective2 (opamp + BUF634) dal costo di circa 1/20
A mio avviso non ci sono paragoni a favore del primo. Scena più ampia, naturalezza, musicalità ecc.
Mio figlio, ingegnere elettronico, ha chiuso lapidario la discussione con una laconica frase:
" Stai ascoltando la distorsione che ti piace"
Finalmente una considerazione interessante.
C’è chi sostiene che una certa percentuale di distorsione di ordine pari, tipicamente di seconda armonica, sia piacevole, e questo spiegherebbe la “musicalità “ di analogico e valvolare.
Mi piacerebbe provare ad ascoltare dei file con “iniettatata” una certa dose di seconda armonica, rispetto agli originali, ricordo un qualche articolo su Stereophile o Absolute Sound in cui se ne discettava.
Ci stai dicendo che in natura o nella esecuzione dal vivo di musica, qualsiasi tipo di suono è scevro da qualsivoglia distorsione misurabile?


_________________
**************************************************************************************

-- God bless Vintage --                                                                 -[i]- Avatar: Altec Lansing 600B -- [/i]
Poonie
Poonie
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 18.09.12

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da Poonie Gio Feb 18 2021, 18:32

@davidjus ha scritto:Invece voi, dietro lo sbandieramento di presunte e certissime verità scinetifiche, portate la luce, in un mondo di oscurità, di My Fi.
E io che pensavo che fosse addirittura naturale ammettere che la my-fy è una prova di onestà intellettuale. santa


_________________
**************************************************************************************

-- God bless Vintage --                                                                 -[i]- Avatar: Altec Lansing 600B -- [/i]
capitanharlock
capitanharlock
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1051
Data d'iscrizione : 03.03.10

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da capitanharlock Gio Feb 18 2021, 18:36

Poonie, mi dispiace, parliamo due lingue diverse.
Un amplificatore non è un “manufatto” che riproduce musica, è un apparecchio elettronico.
Se te l’hanno fatto credere sono stati bravi, ma non é cosí.
Non é un vino, non é una lasagna non è un quadro.
L’arte non c’entra.
Poi certo, ci sono alcuni cialtroni che costruiscono amplificatori, che ovviamente sono ciofeche, e il solo modo di venderli é convincere noi audiofili che si possono giudicare solo a orecchio, possibilmente del guru.
Ti faccio l’esempio delle Tivoli, ne ho acquistate due, spinto dalle sublimi recensioni dei guretti: la prima, la Tivoli one, oltre ad essere di una scomodità leggendaria, non tiene la sintonia.
La seconda, PAL + l’ho aperta ed è costruita come una robaccia cinese da 20 euro, ma ne costa più di 200. E la batteria, manco al litio, ma al nichel, l’ho già sostituita tre volte.
Ma per i guru suonano meravigliosamente, sai le mascelle che all’epoca caddero.
Se le avessero misurate su Asr, sarebbero state catalogate per quello che sono.
Invece no, le misure giammai...
capitanharlock
capitanharlock
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1051
Data d'iscrizione : 03.03.10

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da capitanharlock Gio Feb 18 2021, 18:38

@Poonie ha scritto:
@capitanharlock ha scritto:
@supertrichi ha scritto:Mi sono fatto costruire da un talentuoso forumer, che purtroppo scrive poco,  un eccellente amplificatore per cuffie ibrido che  suona divinamente. 
Passato alle misure, con la scarsa dotazione in mio possesso, già si capiva che non reggeva le prestazione di un banalissimo simil Objective2 (opamp + BUF634) dal costo di circa 1/20
A mio avviso non ci sono paragoni a favore del primo. Scena più ampia, naturalezza, musicalità ecc.
Mio figlio, ingegnere elettronico, ha chiuso lapidario la discussione con una laconica frase:
" Stai ascoltando la distorsione che ti piace"
Finalmente una considerazione interessante.
C’è chi sostiene che una certa percentuale di distorsione di ordine pari, tipicamente di seconda armonica, sia piacevole, e questo spiegherebbe la “musicalità “ di analogico e valvolare.
Mi piacerebbe provare ad ascoltare dei file con “iniettatata” una certa dose di seconda armonica, rispetto agli originali, ricordo un qualche articolo su Stereophile o Absolute Sound in cui se ne discettava.
Ci stai dicendo che in natura o nella esecuzione dal vivo di musica, qualsiasi tipo di suono è scevro da qualsivoglia distorsione misurabile?
Poonie, chiuderei qui la nostra interazione, probabilmente la mia lingua non è comprensibile.
Poonie
Poonie
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 18.09.12

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da Poonie Gio Feb 18 2021, 18:45

@marco59 ha scritto:
@Edmond ha scritto:Caro Mastro Birraio, la questione è vecchia come la riproduzione musicale. Da una parte chi ha fede solo nelle misure, sostenendo, al limite, che ciò che ha ottime misure suona sicuramente bene, dall'altra chi ha fede solo nel proprio orecchio e che delle misure non se ne fa nulla... l'importante è solo che l'apparecchio suoni bene.
Da un certo punto di vista, comprendo chi dice: in fondo tutto questo ciarpame serve solo per ascoltare la musica, quindi è fondamentale che suoni bene... O meglio, che suoni come piace a me, perché alla fine ognuno di noi ha un concetto strettamente personale di quale sia il suono "buono e bello".
Personalmente ritengo che le misure abbiano il loro peso, ovvero che la progettazione di un apparecchio sia ben fatta e rispetti i canoni tecnici minimi per essere in grado di riprodurre in modo corretto il contenuto di un qualsivoglia supporto. D'altra parte questo rispetto non vsignifica automaticamente che un apparecchio ben progettato suoni "necessariamente bene", Ma qui il problema è assolutamente soggettivo e non discutibile. Chi ama la distorsione di seconda armonica, farà spesso fatiìca ad apprezzare un apparecchio che di distorsione non ne ha, ma che è privo di calore. E, ovviamente, chi ama un suono rigoroso farà fatica ad accettare distorsioni di seconda armonica elevate.
Direi quindi che il confronto è abbastanza privo di senso, o meglio: è argomento perfetto per insultarsi nei forum! Lo abbiamo visto ampiamente negli ultimi 20 anni...
Credo quindi che una sana progettazione, suffragata da buone misure, sia una base di partenza necessaria, anche per sapere se i propri sesterzi sono stati spesi bene o no. Dopodiché, sarà il nostro desiderio di suono personale che indirizzerà le scelte, anche in parziale difformità dalla sana progettazione. Amen...

Complimenti per l'acquisto del Benchmark, sicuramente un apparecchio di alto livello.
Mi accodo. Per toni e contenuto.  Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 704751
Io no. Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 36246
Che ricordi io non ho visto scrivere che le misure in fase di progettazione non servono a niente.
Bensì che la prova ultima deve soddisfare l'apparato uditivo.
E ribadisco la domanda: dal vivo, le percentuali di distorsione nei suoni, non esistono?

A proposito di seconda armonica, se vi vanno due righe di presentazione di questo giuggiurellone, sognatore ad occhi aperti, mago, pivello, Vanno Marco:

https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=&cad=rja&uact=8&ved=2ahUKEwikx7-j_fPuAhWF2aQKHbkqAlYQFjABegQIAhAD&url=http%3A%2F%2Fwww.vintagehificlub.com%2Fquote-elettroniche%2Fthreshold%2F&usg=AOvVaw3Y8uNYK6O9iHX2SbsvUel-


_________________
**************************************************************************************

-- God bless Vintage --                                                                 -[i]- Avatar: Altec Lansing 600B -- [/i]
Poonie
Poonie
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 18.09.12

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da Poonie Gio Feb 18 2021, 18:55

@capitanharlock ha scritto:
@Poonie ha scritto:
@capitanharlock ha scritto:
@supertrichi ha scritto:Mi sono fatto costruire da un talentuoso forumer, che purtroppo scrive poco,  un eccellente amplificatore per cuffie ibrido che  suona divinamente. 
Passato alle misure, con la scarsa dotazione in mio possesso, già si capiva che non reggeva le prestazione di un banalissimo simil Objective2 (opamp + BUF634) dal costo di circa 1/20
A mio avviso non ci sono paragoni a favore del primo. Scena più ampia, naturalezza, musicalità ecc.
Mio figlio, ingegnere elettronico, ha chiuso lapidario la discussione con una laconica frase:
" Stai ascoltando la distorsione che ti piace"
Finalmente una considerazione interessante.
C’è chi sostiene che una certa percentuale di distorsione di ordine pari, tipicamente di seconda armonica, sia piacevole, e questo spiegherebbe la “musicalità “ di analogico e valvolare.
Mi piacerebbe provare ad ascoltare dei file con “iniettatata” una certa dose di seconda armonica, rispetto agli originali, ricordo un qualche articolo su Stereophile o Absolute Sound in cui se ne discettava.
Ci stai dicendo che in natura o nella esecuzione dal vivo di musica, qualsiasi tipo di suono è scevro da qualsivoglia distorsione misurabile?
Poonie, chiuderei qui la nostra interazione, probabilmente la mia lingua non è comprensibile.
Capitano, faccio domande semplici, ne' più ne' meno.
Poi se l'interessato risponde ok, altrimenti non è un problema, e vale per tutti i miei interlocutori.

Comunque un ingegnere elettronico non è equivalente ad un ingegnere elettroacustico, cambia eccome.


_________________
**************************************************************************************

-- God bless Vintage --                                                                 -[i]- Avatar: Altec Lansing 600B -- [/i]
Carlito
Carlito
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 544
Data d'iscrizione : 24.04.10
Età : 51
Località : Calabria

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da Carlito Gio Feb 18 2021, 19:10

@Poonie ha scritto:
@marco59 ha scritto:
@Edmond ha scritto:Caro Mastro Birraio, la questione è vecchia come la riproduzione musicale. Da una parte chi ha fede solo nelle misure, sostenendo, al limite, che ciò che ha ottime misure suona sicuramente bene, dall'altra chi ha fede solo nel proprio orecchio e che delle misure non se ne fa nulla... l'importante è solo che l'apparecchio suoni bene.
Da un certo punto di vista, comprendo chi dice: in fondo tutto questo ciarpame serve solo per ascoltare la musica, quindi è fondamentale che suoni bene... O meglio, che suoni come piace a me, perché alla fine ognuno di noi ha un concetto strettamente personale di quale sia il suono "buono e bello".
Personalmente ritengo che le misure abbiano il loro peso, ovvero che la progettazione di un apparecchio sia ben fatta e rispetti i canoni tecnici minimi per essere in grado di riprodurre in modo corretto il contenuto di un qualsivoglia supporto. D'altra parte questo rispetto non vsignifica automaticamente che un apparecchio ben progettato suoni "necessariamente bene", Ma qui il problema è assolutamente soggettivo e non discutibile. Chi ama la distorsione di seconda armonica, farà spesso fatiìca ad apprezzare un apparecchio che di distorsione non ne ha, ma che è privo di calore. E, ovviamente, chi ama un suono rigoroso farà fatica ad accettare distorsioni di seconda armonica elevate.
Direi quindi che il confronto è abbastanza privo di senso, o meglio: è argomento perfetto per insultarsi nei forum! Lo abbiamo visto ampiamente negli ultimi 20 anni...
Credo quindi che una sana progettazione, suffragata da buone misure, sia una base di partenza necessaria, anche per sapere se i propri sesterzi sono stati spesi bene o no. Dopodiché, sarà il nostro desiderio di suono personale che indirizzerà le scelte, anche in parziale difformità dalla sana progettazione. Amen...

Complimenti per l'acquisto del Benchmark, sicuramente un apparecchio di alto livello.
Mi accodo. Per toni e contenuto.  Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 704751
Io no. Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 36246
Che ricordi io non ho visto scrivere che le misure in fase di progettazione non servono a niente.
Bensì che la prova ultima deve soddisfare l'apparato uditivo.
E ribadisco la domanda: dal vivo, le percentuali di distorsione nei suoni, non esistono?

A proposito di seconda armonica, se vi vanno due righe di presentazione di questo giuggiurellone, sognatore ad occhi aperti, mago, pivello, Vanno Marco:

https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=&cad=rja&uact=8&ved=2ahUKEwikx7-j_fPuAhWF2aQKHbkqAlYQFjABegQIAhAD&url=http%3A%2F%2Fwww.vintagehificlub.com%2Fquote-elettroniche%2Fthreshold%2F&usg=AOvVaw3Y8uNYK6O9iHX2SbsvUel-

  Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 650957  Con tutti questi accodamenti, c'è da stare "on the muro", per evitar sorprese Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 650957 


Ecco quello che intendevo prima, Nelson Pass, un inventore di nuovi schemi di amplificazione, di filtro, con il suo approccio umanistico, che vuol dire: "un determinato circuito, reinventato e riscritto, puo' far suonare lo stesso componente, tante volte meglio" e si tratta di approccio orientato all'ascolto, dove le misure dettate da logiche standard di leggi della fisica standard, possono essere tranquillamente reinventate, e totalmente riscritte., ex-novo.
Nelson Pass col suo genio, lo ha fatto.
Nel mio piccolo, ho applicato il suo modo di gestire l'adattamento di impedenza di un ampli da 80Watt RMS a canale, per le cuffie, e sonicamente, è tutto un'altro ascoltare, altro che la singola resistenza da 120 Ohm in serie.
Che cambia ? L'approccio uditivo, alle misure siamo li', all'ascolto è un'altra cosa.


Nulla è scritto per essere "la legge". Ci sono tanti e vari metodi per reinventare schemi e logiche, e farle diventare nuove frontiere, nuove leggi fuori dagli schemi mentali standard scientologici, studiati e creati da altri elettronici.
In pratica, quello che cambia è il punto di osservazione, che fa cambiare le cose.
Le misure, rimangono tali, eteree, perennemente sempre quelle.


Oppure vogliamo parlare del ns. italiano Bartolomeo Aloia, del quale posseggo ancora uno STEG 4 canali, e di ampli ne ho "montati e ascoltati" fra Harmann Kardon, Pioneer, Sony, ed altri.
Bene, lo STEG con i suoi risicati  45Wx4 RMS, ha una musicalità che 3 ampli Harman Kardon da 200W RMS (il quintuplo di ingombro ognuno) se la sognano.
Eppure le misure farebbero vincere gli HK a spada tratta, solo sull'SPL complessivo. Sulla qualità sonora, non ce ne' per nessuno.


_________________
Carlo
musica liquida. Reinventario attrezzature in corso... small equipment, good moment.
marco59
marco59
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1087
Data d'iscrizione : 08.03.12
Età : 62
Località : Gorizia

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da marco59 Gio Feb 18 2021, 19:36

@Carlito ha scritto:



  Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 650957  Con tutti questi accodamenti, c'è da stare "on the muro", per evitar sorprese Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 650957 

Starei tranquillo... vige l'obbligo del distanziamento sociale.


_________________
Cdp/sacd: Yamaha CDS3000 - Streamer di rete Cambridge Azur 851N/Qobuz - Ampli: integrato valvolare Primaluna Dialogue Premium HP - Diffusori Opera Quinta SE - Cuffie: Hd800 - Hifiman Susvara - Ampli cuffie: Primaluna D.P. HP, Audio DG HE9 - Audio DG Master 9.
Poonie
Poonie
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 18.09.12

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da Poonie Gio Feb 18 2021, 20:44

@Carlito ha scritto:
  Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 650957  Con tutti questi accodamenti, c'è da stare "on the muro", per evitar sorprese Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 650957 


Ecco quello che intendevo prima, Nelson Pass, un inventore di nuovi schemi di amplificazione, di filtro, con il suo approccio umanistico, che vuol dire: "un determinato circuito, reinventato e riscritto, puo' far suonare lo stesso componente, tante volte meglio" e si tratta di approccio orientato all'ascolto, dove le misure dettate da logiche standard di leggi della fisica standard, possono essere tranquillamente reinventate, e totalmente riscritte., ex-novo.
Nelson Pass col suo genio, lo ha fatto.
Nel mio piccolo, ho applicato il suo modo di gestire l'adattamento di impedenza di un ampli da 80Watt RMS a canale, per le cuffie, e sonicamente, è tutto un'altro ascoltare, altro che la singola resistenza da 120 Ohm in serie.
Che cambia ? L'approccio uditivo, alle misure siamo li', all'ascolto è un'altra cosa.


Nulla è scritto per essere "la legge". Ci sono tanti e vari metodi per reinventare schemi e logiche, e farle diventare nuove frontiere, nuove leggi fuori dagli schemi mentali standard scientologici, studiati e creati da altri elettronici.
In pratica, quello che cambia è il punto di osservazione, che fa cambiare le cose.
Le misure, rimangono tali, eteree, perennemente sempre quelle.


Oppure vogliamo parlare del ns. italiano Bartolomeo Aloia, del quale posseggo ancora uno STEG 4 canali, e di ampli ne ho "montati e ascoltati" fra Harmann Kardon, Pioneer, Sony, ed altri.
Bene, lo STEG con i suoi risicati  45Wx4 RMS, ha una musicalità che 3 ampli Harman Kardon da 200W RMS (il quintuplo di ingombro ognuno) se la sognano.
Eppure le misure farebbero vincere gli HK a spada tratta, solo sull'SPL complessivo. Sulla qualità sonora, non ce ne' per nessuno.
Nelson Pass, non sapevo manco chi fosse quando ho cominciato ad apprezzare i suoi lavori.
Apprezzare all'ascolto, naturalmente.

E....il Bart!
Come non quotare il tuo riferimento a questo progettista, l'esempio italiano nel mondo. applausi

E' questo che secondo me fa una certa differenza, il papino che ci mette la faccia.
Ad oggi invece la produzione tende ad essere piatta ed anonima dal punto di vista progettuale e non mi va più bene (per non parlare della componentistica, ma vabbè).

Questi designer secondo me meritano il massimo rispetto, perchè hanno fatto un lavoro pionieristico in un settore per niente facile.
Farò sempre i complimenti a queste persone, perchè tra pregi e difetti non li vedrai mai autoincensarsi ma procedere con obiettività, forti di conoscenza ed esperienza paurose nel proprio lavoro.
Questa gente qua privilegia la naturalezza di emissione, il realismo, l'equilibrio, l'assenza di fatica d'ascolto..

Se poi queste caratteristiche si possono riassumere sotto l'aggettivo "musicale", beh io me ne sono fatto una ragione.
Ma quasi subito, proprio. sunny


_________________
**************************************************************************************

-- God bless Vintage --                                                                 -[i]- Avatar: Altec Lansing 600B -- [/i]
heartbreaker
heartbreaker
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 338
Data d'iscrizione : 15.08.15

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da heartbreaker Gio Feb 18 2021, 23:27

C'è da dire che questi grandi progettisti sono sempre passati dalle misure all'oscilloscopio cercando di correlare le misure al suono e venendone delusi. Basta ritrovare gli scritti di Aloia su Suono e Fedeltà del Suono per rendersene conto.
La questione è vecchia fin dai tempi di Crowhurst il quale ha certificato, negli anni '50, che l'aggiunta di una seppur minima quantità di controreazione porta alla generazione di armoniche dispari di alto valore. I benpensanti misuratori dissero e dicono: il livello è talmente basso che non si può sentire, invece è qui il problema : si sente, eccome se si sente. Evidentemente i valori che vengono misurati non correlano con le capacità uditive.
D'altra parte siamo stati creati per vivere in questo mondo e quindi non abbiamo delle capsule Bruel & Kjaer al posto delle orecchie, ma un apparato uditivo adatto alle nostre necessità di sopravvivenza. Il sofisma sta nel fatto che si pensa erroneamente che l'oscilloscopio sia migliore delle nostre orecchie; no, non è così. Sono le misure che sappiamo fare che non correlano con la qualità percepita del suono.
Personalmente non ho mai visto oscilloscopi ad ascoltare concerti, forse sarà per quello che non sono in grado di dirci cosa suona e cosa no.

Poi  ti arriva una vecchia volpe come Richard N. Marsh  che afferma che un amplificatore dovrebbe avere non più dello 0,001% di distorsione e con il minor numero di stadi possibile santa ,quasi un ossimoro.
Però ha progettato un ampli per cuffie veramente delizioso. Classe A, stato solido, due stadi con controreazione.


Ultima modifica di heartbreaker il Ven Feb 19 2021, 21:57 - modificato 1 volta.
Avian
Avian
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1448
Data d'iscrizione : 03.11.13
Località : Roma

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da Avian Ven Feb 19 2021, 06:46

Oh in 8 anni mai che v'ho visto postare un album che state ascoltando, manco per sbaglio  Laughing


_________________
E mi ricordo, tra l'altre, che nella Biblioteca Ambrosiana, datomi in mano dal bibliotecario non so più quale manoscritto autografo del Petrarca, da vero barbaro Allobrogo, lo buttai là, dicendo che non me n'importava nulla.
Edmond
Edmond
Sordologo

Numero di messaggi : 11162
Data d'iscrizione : 17.04.10
Località : Brescia

Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Empty Re: Audioscienziati vs. audiofili

Messaggio Da Edmond Ven Feb 19 2021, 08:05

Il Capitano ha scritto:Trovatemi una macchina fotografica, un tv, un pc di alta gamma che misuri peggio di uno che costa 10 volte meno.
Non ne esistono.
Ce ne sono, invece, basta cercare... ma non è questo l'argomento... Le prestazioni, in termini di risoluzione massima, della Nikon D610 sono superiori a quelle della Nikon D5, ma anche della D6, che costa 7 volte di più... Ma come dico ancora, non è questo il problema. Anche perché tutti diranno che la D6 è certamente meglio della D610... Anche in questo caso molti lo diranno solo perché la D6 costa di più...



@Avian ha scritto:Oh in 8 anni mai che v'ho visto postare un album che state ascoltando, manco per sbaglio  Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 184438
Ciao Avian, sto ascoltando le incisioni su nastro dei Beatles, oggi un tuffo nel passato... Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 625723 Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 625723 Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 625723


_________________
Giorgio


Audioscienziati vs. audiofili - Pagina 6 Firma12


Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    La data/ora di oggi è Lun Dic 06 2021, 18:35