Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Analogisti, siete dei Santi


RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7642
Data d'iscrizione : 18.05.12

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da RockOnlyRare il Lun Giu 03, 2019 7:58 am

@oDo ha scritto:

non so altrove, ma a Milano è sicuramente una moda tra i giovani alternative
è chiaro che spesso hanno impianti pessimi, ma sono giovani e spesso con poca pecunia, come eravamo noi da studentelli liceali o universitari.

ma sai che cosa penso? Che non tutte le mode vengono per nuocere
molti anni fa anche ascoltare i Beatles, i Led Zeppelin o molti altri gruppi era una moda (e tu lo sai meglio di me, era il pop o la trap del momento), ma poi la moda è passata e quei gruppi sono rimasti e sono diventati pietre miliari della musica contemporanea.

ben vengano questo tipo di mode; magari col tempo il giradischi diventerà una consuetudine e un plus per alcuni di loro. magari molti scapperanno finita la moda, ma qualcuno resterà e questo è un pur sempre un buon risultato.

il fatto che venga a casa tua per sentire meglio i suoi vinili è molto bello ed è già un ottimo segno. da parte mia si merita un grande  applausi  

fine OT, sorry  Embarassed

Ma infatti io ne sono contentissimo !!!!
cperse
cperse
Member
Member

Numero di messaggi : 62
Data d'iscrizione : 12.02.16
Età : 41
Località : Cremona

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da cperse il Mar Giu 11, 2019 6:14 am

@RockOnlyRare ha scritto:

Da buon analogista ti capisco perfettamente, tra l'altro ho la "idiosindrasia" per le macchina lavadischi perchè sono una delle vittime del famigerato LencoClean degli anni 70, quindi non ho mai voluto prendere la lavadischi (oltre che per i soliti problemi di spazio e costi... se proprio devo li lavo presso un negozio a due passi da casa).

Tornando ai vinili difettosi, è un problema ben noto.
Secondo me è molto difficile che la busta interna possa causare graffi così profondi da influenzare l'ascolto, anche se spesso è buona norma usare buste interne di qualità al posto della originale (da conservare comunque per evidenti motivi).

Per un disco nuovo le cause secondo me sono ben altre.
1) uno stock di vinili difettoso (mi capitò con l'ultimo dei pink floyd per fortuna Amazon li ritirò e rimborsò tutti).
2) un cattivo stoccaggio dell'album (es impilato con grossi pesi sopra)
3) difetti dovuti al trasporto se il vinile non è protetto, oppure a seguito di calore eccessivo (camion al sole etc etc)
4) chi più ne ha più ne metta.

poi per carità tutto è possibile.
Nel caso in questione punterei al rimborso prima che alla sostituzione, perchè è assai probabile che il problema possano averlo anche gli altri album. Divero il caso se il vinile è ondulato.

Ciao, volevo aggiornare la situazione dopo che ieri sera mi è arrivata la copia di sostituzione del disco "difettato".
Dopo il lavaggio del disco, lo appoggio sul piatto e... stesso difetto della prima copia, stessi identici intensi soffi/fruscii proprio come mi avevi anticipato.
Il problema è che il rimborso non me lo concedono. L'altra curiosità che ho è quella di ascoltare il disco su un altro impianto perché mi si è insinuato il dubbio che possa anche essere colpa del mio giradischi...


_________________
Claudio Persegani - Perse

CEC TL 51XZ CD player, Auralic Aries streamer, Synthesis Art in Music: Flos mains filter, Matrix DAC, Ecstasy pre amp, Celebration power amp, 
Neotech NEI-1002, NES-1002, NEVD-2001 cables, Monitor Audio GS20 loudspeakers,
Pro-ject Classic turntable, Synthesis Brio pre phono, Pro-ject VC-S
6AS7G OTL headphone amp , Beyerdinamic T1, Beyerdinamic DT 770
Rudino
Rudino
Sordo Magno

Numero di messaggi : 5921
Data d'iscrizione : 16.01.10
Età : 56

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da Rudino il Mar Giu 11, 2019 10:46 am

@cperse ha scritto:

Dopo il lavaggio del disco, lo appoggio sul piatto e... stesso difetto della prima copia, stessi identici intensi soffi/fruscii proprio come mi avevi anticipato.

Mi ricorda un album di Cat Stevens acquistato quando avevo circa 18 anni, quindi nel Paleozoico.
Inizio con rimbombi e fruscii molto accentuati. Lo riporto in negozio e il commesso me ne sballa un'altra copia e la mette sul piatto: rumori identici. 
Per cui è stato fallato il processo di masterizzazione e stampa su vinile di quel lotto. Poco da fare.


_________________
Ciao,
Marco LP
lalosna
lalosna
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1423
Data d'iscrizione : 19.08.12
Età : 58
Località : Cit Türin

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da lalosna il Mar Giu 11, 2019 3:51 pm

E figuratevi un po’ che c’è più di un pazzoide qui che dischi li sente in cuffia...
... tra i quali, naturalmente me ipsum affraidaffraidaffraid


_________________
Cerèa...
carloc
carloc
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 17940
Data d'iscrizione : 27.07.11
Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Motociclista)

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da carloc il Mar Giu 11, 2019 5:16 pm

@lalosna ha scritto:E figuratevi un po’ che c’è più di un pazzoide qui che dischi li sente in cuffia...
... tra i quali, naturalmente me ipsum affraidaffraidaffraid

So' ragazzi...non possono capire  Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 775355 Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 775355 Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 775355


_________________
Rem tene verba sequentur

https://www.ilgazeboaudiofilo.com/t3-regolamento

https://www.instagram.com/ilgazeboaudiofilo/?hl=it

https://www.facebook.com/gazeboaudiofilo/
Poonie
Poonie
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 155
Data d'iscrizione : 18.09.12

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da Poonie il Lun Giu 17, 2019 9:16 am

@RockOnlyRare ha scritto:Insomma la mia filosofia è che è giusto poter avere tutti e tre i sistemi riproduttivi, analogico digitale e liquido ma che il top qualitativo è frequente che vada in modo inversamente proporzionale alla "modernità" del sorgente.
Frequente non vuole dire SEMPRE ma piuttosto SPESSO.

Ahimè, per quanto mi riguarda tenderei ad essere più d'accordo col SEMPRE anzichè con lo SPESSO.
Poi per carità, ad ognuno le sue esperienze.
Dipende da molte cose, che però sono tangibili, ma in ogni caso "top qualitativo" non è che si presti a chissà quante interpretazioni.
In definitiva, sono d'accordissimo con ogni tuo post di questa discussione.
Purtroppo è un fatto anche di epoca, e se cperse fatica a cavare le soddisfazioni ambite non me ne stupisco, dall'era d'oro del vinile ad oggi è cambiato tutto..
boro
boro
Member
Member

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 29.04.16

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da boro il Lun Giu 17, 2019 10:10 am

@cperse ha scritto:
Tutti i ragazzi che stanno acquistando vinili a più non posso, in che guaio si stanno cacciando? Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 775355

Direi proprio di no, stando anche a questo articolo non recentissimo:
https://www.telegraph.co.uk/music/news/half-the-people-buying-vinyl-dont-actually-bother-listening-to-i/

L'altro giorno mi scrive un mio amico, anche lui ha passato i 40, chiedendomi consiglio su quale giradischi comprare.
Io gli ho chiesto che budget aveva, ma soprattutto quanti vinili avesse, e lui mi risponde "una manciata".
Ho quindi proceduto a smontargli tutto l'hype e a farlo desistere, prima che "si facesse male". Non aveva messo in conto la spesa per un eventuale pre (a meno di non prendere un gira entry-level col pre integrato), un buon integrato e casse decenti, e alla fine neanche al fatto che a casa non avesse spazio, ma pensava che "li prendo per figaggine, poi ascolto l'emmepitre".

Ecco. in quest'ultima frase sta la summa del problema.

Se non ci arriva una persona di buona intelligenza, laureata, nata in un periodo nel quale i vinili ancora spadroneggiavano, come pensiamo che possa farcela un ragazzino oggi?
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7642
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 65
Località : Milano

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da RockOnlyRare il Lun Giu 17, 2019 10:28 am

@Poonie ha scritto:

Ahimè, per quanto mi riguarda tenderei ad essere più d'accordo col SEMPRE anzichè con lo SPESSO.
Poi per carità, ad ognuno le sue esperienze.
Dipende da molte cose, che però sono tangibili, ma in ogni caso "top qualitativo" non è che si presti a chissà quante interpretazioni.
In definitiva, sono d'accordissimo con ogni tuo post di questa discussione.
Purtroppo è un fatto anche di epoca, e se cperse fatica a cavare le soddisfazioni ambite non me ne stupisco, dall'era d'oro del vinile ad oggi è cambiato tutto..

Come non condividere quello che scrivi e grazie. Forse sono (stiamo) diventando vecchi nostalgici della giovinezza, ma l'impressione che con il progresso vorticoso recente si sia in realtà tornati molto, troppo indietro come essere viventi è palpabile. Ed il vinile è solo un infinitesimo aspetto.


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7642
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 65
Località : Milano

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da RockOnlyRare il Lun Giu 17, 2019 10:33 am

@Rudino ha scritto:

Mi ricorda un album di Cat Stevens acquistato quando avevo circa 18 anni, quindi nel Paleozoico.
Inizio con rimbombi e fruscii molto accentuati. Lo riporto in negozio e il commesso me ne sballa un'altra copia e la mette sul piatto: rumori identici. 
Per cui è stato fallato il processo di masterizzazione e stampa su vinile di quel lotto. Poco da fare.

Esatto, quando accadono questi tipi di problemi si presentano identici nello stesso lotto purtroppo. Se è la singola copia ad essere fallata presenta evidenti difetti come ondulazione, o danni estetici alla cover o al vinile stesso.

Clamoroso il caso della versione USA dei Blind Faith del 1969 su vinile che era stata masterizzata ad un volume bassissimo e con un rumore di fondo che la rendeva inascoltabile. Erano tutti così, forse anche le edizioni arrivate in Europa. C'è voluto il cd per ascoltare l'album in modo normale !!!


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
carbonizer
carbonizer
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 188
Data d'iscrizione : 20.04.17

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da carbonizer il Lun Giu 17, 2019 1:10 pm

Cambia testina  ? !

Quello che scrivete e tutto vero e visto anche da più angolazioni. Ma c'è anche un'altra verità:
da analogista convinto e grande fruitore di liquida (il ciddì proprio non l'ho mai digerito, ne avrò una tentina non di più) continuo a preferire il vinile che inrealtà proprio di moda non è mai passato, certo che se confrontiamo le vendite ai tempi in cui il ciddì non c'era, beh, ovvio che... ma all'allora tempo il vinile si trovava ovunque anche dal fruttivendolo bello o brutto che fosse, poi è arrivato il ciddì ed il fruttivendolo è stato ilprimo a levarlo di mezzo e restò solo in alcuni negozi specializzati. Io vivendo in quel di Roma sono più facilitato (forse) a tovare negozi specializzati, ma il vinile l'ho sempre trovato...ad eccezione per gli autori che non uscivano in vinle, ma erano per lo più autori nuovi, un Dalla, un DeGregori anche il tanto "vituperato" Celentano per restare in Italia sono sempre usciti in vinile magari con meno copie.

Oggi è si tornato di moda e si è più una moda del momento ma c'è. Vinili che arrivano malridotti ce ne sono sempre stati, così come le stampe giapponesi che non sono mai mancate...

Il vinilista però, sa anche accettare qualche tic toc e non gli pesa se in cambio riceve un buon suono ... o, che almeno sia differente dal digitale.
Il vinilista sa che anche un sistema non eccelso può dare soddisfazione
il vinilista sa che il vinile analogico non deve somigliare al digitale, cosa che in passato qualche produttore di testine ha provato a fare.
Il vinilista sa o dovrebbe sapere che una testina può suonare diversa da un'altra e sopratutto che alcune testine ti fanno sentire anche la polvere che non è ancora caduta sul disco nero.
Il vinilista sa o dovrebbe sapere che acquistare in un negozio specializzato è meglio e mette al riparo non da tutte ma da un buon numero di fregature.
carloc
carloc
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 17940
Data d'iscrizione : 27.07.11
Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Motociclista)

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da carloc il Lun Giu 17, 2019 2:22 pm

@carbonizer ha scritto:

Il vinilista però, sa anche accettare qualche tic toc e non gli pesa se in cambio riceve un buon suono ... o, che almeno sia differente dal digitale.
Il vinilista sa che anche un sistema non eccelso può dare soddisfazione
il vinilista sa che il vinile analogico non deve somigliare al digitale, cosa che in passato qualche produttore di testine ha provato a fare.
Il vinilista sa o dovrebbe sapere che una testina può suonare diversa da un'altra e sopratutto che alcune testine ti fanno sentire anche la polvere che non è ancora caduta sul disco nero.
Il vinilista sa o dovrebbe sapere che acquistare in un negozio specializzato è meglio e mette al riparo non da tutte ma da un buon numero di fregature.

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 704751


_________________
Rem tene verba sequentur

https://www.ilgazeboaudiofilo.com/t3-regolamento

https://www.instagram.com/ilgazeboaudiofilo/?hl=it

https://www.facebook.com/gazeboaudiofilo/
heartbreaker
heartbreaker
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 235
Data d'iscrizione : 15.08.15

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da heartbreaker il Lun Giu 17, 2019 9:56 pm

@carbonizer ha scritto:......
Il vinilista però, sa anche accettare qualche tic toc e non gli pesa se in cambio riceve un buon suono ... o, che almeno sia differente dal digitale.
Il vinilista sa che anche un sistema non eccelso può dare soddisfazione
il vinilista sa che il vinile analogico non deve somigliare al digitale, cosa che in passato qualche produttore di testine ha provato a fare.
Il vinilista sa o dovrebbe sapere che una testina può suonare diversa da un'altra e sopratutto che alcune testine ti fanno sentire anche la polvere che non è ancora caduta sul disco nero.
Il vinilista sa o dovrebbe sapere che acquistare in un negozio specializzato è meglio e mette al riparo non da tutte ma da un buon numero di fregature.

Anche io Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 704751  e aggiungo:

il vinilista sa che non è un santo perchè di santi ne ha invocati tanti nella messa a punto del sistema, perchè..
il vinilista sa che la riproduzione in vinile non è, e non sarà mai, plug'n'play nè appena comprato il gira, nè tantomeno dopo molte ore di ascolto,
il vinilista sa che la buona riproduzione di un disco te la devi guadagnare e quando la hai raggiunta, bye bye digitale,
il vinilista sa che difficilmente potrà estrarre tutte le informazioni presenti in un buon vinile  da master analogico anche se spende una fortuna,
il vinilista sa che  non necessariamente si deve spendere una fortuna, ma c'è un livello sotto il quale si può parlare solo di giocattoli,
il vinilista sa che i rumori del vinile sono su un piano separato dalla musica e semplicemente li ignora, se non riesce ad eliminarli,
il vinilista si accorge se un master è digitale( e qui torna la santificazione).
Ci sono anche tanti altri motivi che ci possono santificare Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 775355 ; a quelli che arrivano ora al vinile va detto che, se vogliono veramente ascoltare il vinile, senza che sia una moda sterile, devono percorrere tutta la via della santificazione. Per fare questo ci vuole.... ditelo voi cosa.
brizzo
brizzo
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 3049
Data d'iscrizione : 13.02.11
Età : 59
Località : Mestre/Venezia

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da brizzo il Mar Giu 18, 2019 6:20 am

Un po' di follia...... affraid


_________________
saluti Eddie sunny
Spoiler:
Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Giphy11  Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 775355
cperse
cperse
Member
Member

Numero di messaggi : 62
Data d'iscrizione : 12.02.16
Età : 41
Località : Cremona

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da cperse il Mar Giu 18, 2019 7:33 am

@carbonizer ha scritto:Cambia testina  ? !



Il vinilista sa o dovrebbe sapere che una testina può suonare diversa da un'altra e sopratutto che alcune testine ti fanno sentire anche la polvere che non è ancora caduta sul disco nero.

Ciao, grazie per i vostri interventi. Immaginavo che la testina potesse influenzare l'ascolto, oltre che dal punto di vista sonoro, anche dimostrandosi meno sensibile ad eventuali difetti del disco e alla polvere. In un altro post della sezione "Analogico", ho scritto della mia intenzione di cambiare la testina con una Nagaoka MP200. Conosci questa testina? Mi daresti cortesemente un tuo consiglio su una testina che conosci e che per tua esperienza si destreggia alla grande tra i granelli di polvere? Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 285880
Thanks

qui il link all'altra discussione:
https://www.ilgazeboaudiofilo.com/t38637-upgrade-testina-giradischi#


_________________
Claudio Persegani - Perse

CEC TL 51XZ CD player, Auralic Aries streamer, Synthesis Art in Music: Flos mains filter, Matrix DAC, Ecstasy pre amp, Celebration power amp, 
Neotech NEI-1002, NES-1002, NEVD-2001 cables, Monitor Audio GS20 loudspeakers,
Pro-ject Classic turntable, Synthesis Brio pre phono, Pro-ject VC-S
6AS7G OTL headphone amp , Beyerdinamic T1, Beyerdinamic DT 770
slash
slash
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1355
Data d'iscrizione : 01.09.18

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da slash il Mar Giu 18, 2019 9:08 am

e allora le foibbeeee???

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 ShrillPlumpCow


_________________
ne riparliamo:
Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Lastwe11
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7642
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 65
Località : Milano

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da RockOnlyRare il Mar Giu 18, 2019 9:55 am

@cperse ha scritto:

Ciao, grazie per i vostri interventi. Immaginavo che la testina potesse influenzare l'ascolto, oltre che dal punto di vista sonoro, anche dimostrandosi meno sensibile ad eventuali difetti del disco e alla polvere. In un altro post della sezione "Analogico", ho scritto della mia intenzione di cambiare la testina con una Nagaoka MP200. Conosci questa testina? Mi daresti cortesemente un tuo consiglio su una testina che conosci e che per tua esperienza si destreggia alla grande tra i granelli di polvere? Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 285880
Thanks

qui il link all'altra discussione:
https://www.ilgazeboaudiofilo.com/t38637-upgrade-testina-giradischi#

IMHO penso che la testina sia uno dei componenti dell'impianto, chiaramente analogico, che influenza più in assoluto il suono dell'intera catena hi-fi.

Poi ovviamente hanno estrema importanza anche braccio, pre phono ed il gira stesso. MA il sound della testina è caratteristico forse anche più delle casse, chiaramente facendo paragoni tra prodotti di qualità "equivalente" ed equilibrati tra di loro.


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
Antonio Turi
Antonio Turi
Ragnaccio
Ragnaccio

Numero di messaggi : 9750
Data d'iscrizione : 22.03.14
Età : 52
Località : Foggia

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da Antonio Turi il Mar Giu 18, 2019 10:31 am

@slash ha scritto:e allora le foibbeeee???

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 ShrillPlumpCow

affraid affraid affraid


_________________
Spoiler:
SACD Player Yamaha CD-S3000 + Dat Tascam DA 20 -> Pre AM Audio AM REFERENCE due telai -> Coppia finali Mono AM Audio A 80 Reference S4 -> Diffusori B&W 802 Nautilus

Oppure,

SACD Player Yamaha CD-S3000 + SACD Pioneer PD 70 AE + Dac Amp Chord Hugo2 + Dap Astell & Kern AK 70 mkII -> Amplificatori Luxman L-590AXII + Icon Audio HP8 MKII/1 x Mullard M 8137 - 2 x RCA 5692  -> Cuffie HifiMan HE 1000  + Fostex th900 MKII + Sennheiser HD 800 - Distributore di rete OELBACH XXL Powerstation 909
Poonie
Poonie
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 155
Data d'iscrizione : 18.09.12

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da Poonie il Mar Giu 18, 2019 11:39 am

@heartbreaker ha scritto:
Anche io Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 704751  e aggiungo:

il vinilista sa che non è un santo perchè di santi ne ha invocati tanti nella messa a punto del sistema, perchè..
il vinilista sa che la riproduzione in vinile non è, e non sarà mai, plug'n'play nè appena comprato il gira, nè tantomeno dopo molte ore di ascolto,
il vinilista sa che la buona riproduzione di un disco te la devi guadagnare e quando la hai raggiunta, bye bye digitale,
il vinilista sa che difficilmente potrà estrarre tutte le informazioni presenti in un buon vinile  da master analogico anche se spende una fortuna,
il vinilista sa che  non necessariamente si deve spendere una fortuna, ma c'è un livello sotto il quale si può parlare solo di giocattoli,
il vinilista sa che i rumori del vinile sono su un piano separato dalla musica e semplicemente li ignora, se non riesce ad eliminarli,
il vinilista si accorge se un master è digitale( e qui torna la santificazione).
Ci sono anche tanti altri motivi che ci possono santificare Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 775355 ; a quelli che arrivano ora al vinile va detto che, se vogliono veramente ascoltare il vinile, senza che sia una moda sterile, devono percorrere tutta la via della santificazione. Per fare questo ci vuole.... ditelo voi cosa.

Ma si, è difficile non essere d'accordo con te e carbonizer, pur rispettando l'opinione di sibry.
Il problema è che tra le ultime tre righe del tuo post e le considerazioni che le precedono ce ne passa, nel senso che a "vinilista" ci si deve arrivare con un percorso che per forza di cose differisce da quello di quarant'anni fa.
Oggi in merito c'è anche malainformazione, e un neofita ci incappa, poi secondo me c'è un indotto molto minore e meno qualitativo e non solo per l'acquisto dei dischi.
Inoltre il tempo si è ridotto per qualsiasi cosa, è più facile trovare persone in preda ad una giornata frenetica piuttosto che ad una quotidianità tranquilla o calcolata a misura....di ascolti.

E se c'è un tipo di ascolto che necessita di tempo per la fruizione e la ritualità, è quello del disco in vinile, considerando anche tutta la iter che ci vuole per arrivarci, a cui tu stesso fai riferimento.
Ad oggi, tanti rifiutano questo tipo di ascolto, che non conoscono, in modo automatico, praticamente di riflesso, perchè hanno un modo di pensare e di vivere che corrisponde all'ideologìa di chi scrive sul web che il vinile è pura follìa, perchè c'è da perderci dietro l'anima, e insieme a quella un sacco di soldi e tempo in prove e pezzi.
E il capitolo "soldi", oggi, è sentitissimo, inutile girarci intorno, è in molti più casi l'ago della bilancia rispetto a diversi decenni or sono, e purtroppo si peggiora anno dopo anno.

Cioè....è dura, ecco, che un "novizio" abbia motivazioni tali da spingersi nella direzione del vinile e che poi le coltivi a spron battuto.
Non credo sia un'eresìa affermare che è una forma di cultura dell'ascolto più complessa di tutte le altre e forse è anche per questo che compete a meno persone, soprattutto ad oggi, per tutto quanto prima esposto.
Che sia un peccato è fuor di dubbio, io stesso sono mio malgrado digiuno di vinile, ma io dalla mia mezza età posso solo dire che per me il vinile era, è e sarà sempre il top, pur con tutte le sue controversie, perchè comunque ho un mio percorso in merito.

Però sono un tipo di percorso e un'ideologìa che credo troppo bistrattati di questi tempi, e si cede giocoforza a quello che può essere il personale compromesso migliore.
Che spero non sia l'emmepitrè, insomma.  Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 285880
Antonio Turi
Antonio Turi
Ragnaccio
Ragnaccio

Numero di messaggi : 9750
Data d'iscrizione : 22.03.14
Età : 52
Località : Foggia

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da Antonio Turi il Mar Giu 18, 2019 11:54 am

Bellissimo intervento, se mi posso permettere  applausi applausi
Non sono un vinilista, ho cominciato nell'era del disco argentato, ma capisco e comprendo il fascino della questione, inoltre quando leggo uno scritto così pacato, circostanziato e sempre aperto ad altre opinioni mi riconcilia un po' con il mondo, dato l'attuale e ormai consolidato assolutismo che imperversa anche su argomenti assolutamente ludici e fatti di puro piacere personale! 
Ancora grazie...  sunny


_________________
Spoiler:
SACD Player Yamaha CD-S3000 + Dat Tascam DA 20 -> Pre AM Audio AM REFERENCE due telai -> Coppia finali Mono AM Audio A 80 Reference S4 -> Diffusori B&W 802 Nautilus

Oppure,

SACD Player Yamaha CD-S3000 + SACD Pioneer PD 70 AE + Dac Amp Chord Hugo2 + Dap Astell & Kern AK 70 mkII -> Amplificatori Luxman L-590AXII + Icon Audio HP8 MKII/1 x Mullard M 8137 - 2 x RCA 5692  -> Cuffie HifiMan HE 1000  + Fostex th900 MKII + Sennheiser HD 800 - Distributore di rete OELBACH XXL Powerstation 909
cperse
cperse
Member
Member

Numero di messaggi : 62
Data d'iscrizione : 12.02.16
Età : 41
Località : Cremona

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da cperse il Mar Giu 18, 2019 11:57 am

@Antonio Turi ha scritto:Bellissimo intervento, se mi posso permettere  applausi applausi
Non sono un vinilista, ho cominciato nell'era del disco argentato, ma capisco e comprendo il fascino della questione, inoltre quando leggo uno scritto così pacato, circostanziato e sempre aperto ad altre opinioni mi riconcilia un po' con il mondo, dato l'attuale e ormai consolidato assolutismo che imperversa anche su argomenti assolutamente ludici e fatti di puro piacere personale! 
Ancora grazie...  sunny

Vero, sono d'accordo


_________________
Claudio Persegani - Perse

CEC TL 51XZ CD player, Auralic Aries streamer, Synthesis Art in Music: Flos mains filter, Matrix DAC, Ecstasy pre amp, Celebration power amp, 
Neotech NEI-1002, NES-1002, NEVD-2001 cables, Monitor Audio GS20 loudspeakers,
Pro-ject Classic turntable, Synthesis Brio pre phono, Pro-ject VC-S
6AS7G OTL headphone amp , Beyerdinamic T1, Beyerdinamic DT 770
carbonizer
carbonizer
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 188
Data d'iscrizione : 20.04.17

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da carbonizer il Mar Giu 18, 2019 12:19 pm

@cperse ha scritto:

Ciao, grazie per i vostri interventi. Immaginavo che la testina potesse influenzare l'ascolto, oltre che dal punto di vista sonoro, anche dimostrandosi meno sensibile ad eventuali difetti del disco e alla polvere. In un altro post della sezione "Analogico", ho scritto della mia intenzione di cambiare la testina con una Nagaoka MP200. Conosci questa testina? Mi daresti cortesemente un tuo consiglio su una testina che conosci e che per tua esperienza si destreggia alla grande tra i granelli di polvere? Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 285880
Thanks

qui il link all'altra discussione:
https://www.ilgazeboaudiofilo.com/t38637-upgrade-testina-giradischi#
Difficile rispondere...mi cogli impreparato ...
Alcune premesse...
Posso parlare solo di quello che conosco, ascoltato (a lungo) provato, toccato
Io sono di quelli che il giradischi è un "coso" composto da alimentazione, motore, base, braccio, testina, phono, cavo.
Premesso ciò le testine:
Le Grado (gold e platinum) ti fanno sentire anche la pollvere che sul disco ancora non c'è ed ogni granello te lo fanno sentire come un sasso, ma suonano divinamente e musicalissime, a volte con alcuni giradischi ronzano pure. Non si può dire silenziosa, mentre il disco scorre sembrano aratri.
Le Denon ( DL103 e DL 160) perdonano molto, puoi prendere a mertellate e chiodi il disco, loro fanno finta di nulla e tu non ti accorgi di nulla.... suonano bene anche se a me la DL103 non piace molto ma per certe cose e generi ametto che è ottiima, sono silenziose anche con dischi che escono maluccio dalla fabbrica.
La Sumiko blupoint evo III, molto silenziosa, non perdona moltissimo ma con una normale pulizia del disco (io uso la knosti) tutto torna o perfettamente a posto, suonano molto bene e sono silenziose quando il disco gira.
Non cito le goldring elektra ne le at 95 92 91 anche se le at sono un must have.
Tutto questo però è vero nel mio setup, a casa mia... forse potrà essere vero anche per te e per altri.
La Nagaokanon la conosco se non per sentito dire e pare suoni bene.

Attualmente che phono e che testina monti ?
cperse
cperse
Member
Member

Numero di messaggi : 62
Data d'iscrizione : 12.02.16
Età : 41
Località : Cremona

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da cperse il Mar Giu 18, 2019 12:37 pm

@carbonizer ha scritto:

Attualmente che phono e che testina monti ?

pre phono Synthesis Art in Music mod. BRIO - giradischi Pro-Ject Classic con Ortofon 2M silver.

Da come me ne parli una DENON potrebbe essere la mia testina ideale Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 775355

P.S. Peccato che la DENON sia MC


_________________
Claudio Persegani - Perse

CEC TL 51XZ CD player, Auralic Aries streamer, Synthesis Art in Music: Flos mains filter, Matrix DAC, Ecstasy pre amp, Celebration power amp, 
Neotech NEI-1002, NES-1002, NEVD-2001 cables, Monitor Audio GS20 loudspeakers,
Pro-ject Classic turntable, Synthesis Brio pre phono, Pro-ject VC-S
6AS7G OTL headphone amp , Beyerdinamic T1, Beyerdinamic DT 770
carbonizer
carbonizer
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 188
Data d'iscrizione : 20.04.17

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da carbonizer il Mar Giu 18, 2019 1:06 pm

@heartbreaker ha scritto:
Ci sono anche tanti altri motivi che ci possono santificare Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 775355 ; a quelli che arrivano ora al vinile va detto che, se vogliono veramente ascoltare il vinile, senza che sia una moda sterile, devono percorrere tutta la via della santificazione. Per fare questo ci vuole.... ditelo voi cosa.
ci vuole il cammino del vinilista affraid  che porta o devrebbe portare alla comprensione ed all'appreezzamento prima della musica poi del resto tipo le copertine in formato gigante ... che è fortunatamente più corto sia della Francigena sia di quello di Santiago ma non meno impegnativo affraid ... però per alcuni ci vuole Lourdes cioè per tutti quelli che si aspettano che l'analogico suoni come il ciddì.


Per tutti gli altri, si, il ciddì è più pratico, soffre di problematiche diverse, ci si sbatte di meno, premi un tasto e suona. A me è sempre stato indigesto ma in macchina ho saputo apprezzarlo tanto ... apprezzo invece moltissimo la liquida di cui faccio un grande uso ... ma alla fine, ascolto musica e mentre lo faccio spesso mi dimentico anche se è ciddì, liquido o vinile.
pepe57
pepe57
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 5153
Data d'iscrizione : 10.06.09
Età : 60
Località : Milano

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da pepe57 il Mar Giu 18, 2019 1:16 pm

A mio avviso:
parlando della rumorosità di una testina, non è del tutto esatto pensare che una testina possa essere più o meno rumorosa (nel senso di fare più o meno percepire la polvere o altri detriti o "buchi" depositati nel solco) in fase di lettura.
Direi che la polvere è quasi sempre il minore dei problemi (basta levarla prima dell' ascolto, sia dal solco che dallo stilo).
Sappiamo che ogni puntina adotta un certo tipo di taglio dello stilo (che poi null' altro ci dice che l' impronta del contatto dello stesso con il solco). Per semplificare: ci sono 3 tipi di taglio. Rotondo, Ellittico e Superellittico (in questo caso con svariate "impronte/definizioni" legate alle singole differenze di forma).
Se io adotto ad esempio una testina con stilo dal taglio ellittico (quale può essere una Grado Platinum) vado a fare appoggiare i lati dello stilo in un punto del solco diverso (in quanto più lungo) sia come forma che come dimensione da uno rotondo (quale è una Denon 103).
La prima, essendo maggiormente "affondata" dentro il solco (ed al contempo avendo una maggiore superficie di contatto) aderirà meglio al solco e "terrà meglio la strada" in fase di lettura rispetto alla seconda e produrrà meno detriti. Ma mentre la prima, scendendo di più nel solco andrà a cogliere una quantità maggiore di detriti o polvere (quando il solco non è ben pulito) e trascinandoli al suo interno potrà rovinare (più o meno in base alla composizione degli stessi) il solco alle "quote" dove lo stilo lavora, con la seconda il punto di contatto resterà più "alto" e non andrà a leggere dove è passata la prima.
Anche questa seconda rovinerà il solco  lungo andare (velocemente se il solco è sporco anche in alto, ma mediamente il disco, anche pulito con meno cura, potrebbe essere abbastanza pulito per lei). Inoltre se la facessi girare dove prima si usava un taglio ellittico, inizialmente sarà più silenziosa poiché il suo punto di contatto si troverà "sopra" a dove il precedente stilo ha rovinato il solco con lo sporco.
Se oggi pensate al giradischi laser, che non fa sentire alcun tic toc (beninteso con disco pulito) anche con gli stessi LP che usati un attimo prima lo facevano con un normale giradischi, trovate la risposta proprio in questo. Il raggio viene tarato per leggere esattamente dove le puntine non hanno mai toccato (o trascinato sporco/detriti) il solco (in effetti in altissimo all' interno del solco).
Se si usa un disco di vinile vergine (non certe schifezze odierne piene di detriti che al passaggio dello stilo si "staccano" dai lati del solco creando sporca e rumore, ma questo è ancora un altro problema) pulito bene, uno stilo pulito bene, che sia superellittica, ellittica o rotonda, prima di avere l' insorgere dei Tic Tac di tempo ne passerà parecchio. 
Quando insorgerà, se lo si vuole ridurre, potrebbe aiutere parecchio (dipende da cosa lo avrà rovinato) cambiare taglio.
Diciamo che iniziare con un taglio tondo per passare ad uno più spinto in seguito (a causa dei detriti che produrrebbe), mediamente non offre una buona soluzione, meglio l' inverso.
sunny sunny sunny


_________________
Chi si accontenta gode
Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
QFLG@

Banzai Milano
carbonizer
carbonizer
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 188
Data d'iscrizione : 20.04.17

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da carbonizer il Mar Giu 18, 2019 1:20 pm

@cperse ha scritto:

pre phono Synthesis Art in Music mod. BRIO - giradischi Pro-Ject Classic con Ortofon 2M silver.

Da come me ne parli una DENON potrebbe essere la mia testina ideale Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 775355

P.S. Peccato che la DENON sia MC

A parte la Grado son tutte MC ma ad alta uscita ad eccezione della DL103. La DL160 è fuori produzione a meno di non trovarla come stock in qualche neegozio/fornitore puoi considerare la DL110 attualmente ancora in produzione.
Però ripeto la Nakagoka non la conosco, magari va meglio, comunque il phono mi pare all'altezza quindi una testina migliore la dovresti mettere se non l'hai già.


_________________
Finale : quasi integrato 300B tube diy
Preamp: vacuum state diy

Phono: Vacuum state diy
Dac: Rega Dac-R / Cambridge DacMagic 100 with tube output diy
Turntable Rega / Denon Dp3000 DD + Da305 and Da303 tonearm



“Ben difficilmente esiste cosa al mondo che qualcuno non possa produrre di qualità un po' inferiore e vendere a un prezzo più basso. Ma coloro che tengono conto solo del prezzo diventano di questi la preda legittima.”
“È meglio scoprire di essere stati ingannati sul prezzo che sulla qualità della merce.”

RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7642
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 65
Località : Milano

Analogisti, siete dei Santi - Pagina 2 Empty Re: Analogisti, siete dei Santi

Messaggio Da RockOnlyRare il Mar Giu 18, 2019 3:41 pm

@pepe57 ha scritto:A mio avviso:
parlando della rumorosità di una testina, non è del tutto esatto pensare che una testina possa essere più o meno rumorosa (nel senso di fare più o meno percepire la polvere o altri detriti o "buchi" depositati nel solco) in fase di lettura.
Direi che la polvere è quasi sempre il minore dei problemi (basta levarla prima dell' ascolto, sia dal solco che dallo stilo).
Sappiamo che ogni puntina adotta un certo tipo di taglio dello stilo (che poi null' altro ci dice che l' impronta del contatto dello stesso con il solco). Per semplificare: ci sono 3 tipi di taglio. Rotondo, Ellittico e Superellittico (in questo caso con svariate "impronte/definizioni" legate alle singole differenze di forma).
Se io adotto ad esempio una testina con stilo dal taglio ellittico (quale può essere una Grado Platinum) vado a fare appoggiare i lati dello stilo in un punto del solco diverso (in quanto più lungo) sia come forma che come dimensione da uno rotondo (quale è una Denon 103).
La prima, essendo maggiormente "affondata" dentro il solco (ed al contempo avendo una maggiore superficie di contatto) aderirà meglio al solco e "terrà meglio la strada" in fase di lettura rispetto alla seconda e produrrà meno detriti. Ma mentre la prima, scendendo di più nel solco andrà a cogliere una quantità maggiore di detriti o polvere (quando il solco non è ben pulito) e trascinandoli al suo interno potrà rovinare (più o meno in base alla composizione degli stessi) il solco alle "quote" dove lo stilo lavora, con la seconda il punto di contatto resterà più "alto" e non andrà a leggere dove è passata la prima.
Anche questa seconda rovinerà il solco  lungo andare (velocemente se il solco è sporco anche in alto, ma mediamente il disco, anche pulito con meno cura, potrebbe essere abbastanza pulito per lei). Inoltre se la facessi girare dove prima si usava un taglio ellittico, inizialmente sarà più silenziosa poiché il suo punto di contatto si troverà "sopra" a dove il precedente stilo ha rovinato il solco con lo sporco.
Se oggi pensate al giradischi laser, che non fa sentire alcun tic toc (beninteso con disco pulito) anche con gli stessi LP che usati un attimo prima lo facevano con un normale giradischi, trovate la risposta proprio in questo. Il raggio viene tarato per leggere esattamente dove le puntine non hanno mai toccato (o trascinato sporco/detriti) il solco (in effetti in altissimo all' interno del solco).
Se si usa un disco di vinile vergine (non certe schifezze odierne piene di detriti che al passaggio dello stilo si "staccano" dai lati del solco creando sporca e rumore, ma questo è ancora un altro problema) pulito bene, uno stilo pulito bene, che sia superellittica, ellittica o rotonda, prima di avere l' insorgere dei Tic Tac di tempo ne passerà parecchio. 
Quando insorgerà, se lo si vuole ridurre, potrebbe aiutere parecchio (dipende da cosa lo avrà rovinato) cambiare taglio.
Diciamo che iniziare con un taglio tondo per passare ad uno più spinto in seguito (a causa dei detriti che produrrebbe), mediamente non offre una buona soluzione, meglio l' inverso.
sunny sunny sunny

Che contributo fantastico, grazie Pepe, in effetti a questo aspetto legato al cambio del "taglio" della testina non ci avevo pensato, sapevo che lelittica e superelittica scendevano più in profondità ma non avevo pensato al discorso del rumore.

Per curiosita la Ortophon 2M black che tipo di taglio ha ? Me lo sono dimenticato...


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.

    La data/ora di oggi è Ven Dic 06, 2019 10:13 am